Longo strappa il pari con bomber Morra. Candellone, esordio positivo nel Gubbio

Longo strappa il pari con bomber Morra. Candellone, esordio positivo nel Gubbio

Italia Granata / Panchina per quasi tutti i giovani del Torino in prestito: Graziano entra nella ripresa, Rosso a tre minuti dalla fine

PARIGINI IN PANCA

Vittorio Parigini Italia U21
Vittorio Parigini, classe ’96

Ecco la prima puntata stagionale di Italia Granata: è stato il week-end del debutto nel professionismo per molti giovani di proprietà del Torino. Per la verità, il fine settimana non è stato colmo di soddisfazioni: tra Serie A, Serie B e Lega Pro il solo Leonardo Candellone (Gubbio) è partito titolare. Si tratta però di ragazzi molto giovani che avranno tutti le loro possibilità nel corso dell’annata.

Da segnalare il pari ottenuto da mister Moreno Longo all’esordio in Serie B con la sua Pro Vercelli. La rete del pari, al minuto 91, è stata segnata da Claudio Morra, ormai un ex giocatore granata, col club di via Arcivescovado che lo ha ceduto a titolo definitivo sebbene con un diritto sulla futura rivendita.

Manca all’appello Marco Chiosa, che disputerà la prima partita con la nuova maglia del Perugia stasera, nel posticipo di Serie B contro il Cesena.

SERIE A

PARIGINI (Chievo) – La Fiorentina, nel giorno della festa (in tono minore per rispetto delle vittime del terremoto), supera 1-0 il Chievo al “Franchi”. Nelle fila dei veronesi, Vittorio Parigini resta in panchina per tutta la partita, dopo l’esordio della prima giornata nella vittoria contro l’Inter.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. osvaldo - 5 mesi fa

    Sono certo che Parigini passerà tutto l’anno a scaldare la panchine del Chievo,perchè mi chiedo quale interesse può avere una società di serie A a far crescere un calciatore di altra squadra concorrente su cui non ha nessun diritto di rivalsa. E’ vera utopia!
    Penso che il il Chievo lo ha preso giusto per completare la rosa ed avere,per qualche occasione straordinaria,un talento da mettere in campo per chiudere qualche buco.
    Se proprio deve stare in panchina non era meglio che lo facesse nella squadra dove è nato e cresciuto?
    Per il bene del ragazzo mi auguro di vero cuore di sbagliarmi ma,sono preoccupato per lui.
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Baveno granata - 5 mesi fa

    Forza ragazzi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy