Simone Rosso: con l’Alessandria poche chance, ma il futuro è ancora da scrivere

Simone Rosso: con l’Alessandria poche chance, ma il futuro è ancora da scrivere

Italia Granata / La rubrica che fa il punto sui giovani granata in prestito. Per Simone Rosso una stagione non proprio brillante, ma le qualità per crescere e fare bene di certo non mancano

1 Commento

Tempo di tirare le somme anche per i giovani granata che hanno trascorso la stagione indossando la maglia di un’altra squadra, come nel caso del classe ’95 Simone Rosso. Per Rosso è stata un’annata non facile e non è riuscito a ritagliarsi abbastanza spazio, cumulando poche presenze rispetto al previsto, nonostante il cambio di squadra e di categoria nel mercato di gennaio, dove è passato dal Brescia in Serie B all’Alessandria in Lega Pro.

Italia granata

L’ANNATA – Simone Rosso ha disputato la prima parte di stagione in Serie B, con la casacca del Brescia, squadra dov’era in prestito da agosto 2015. Con la maglia bresciana Rosso ha accumulato solo 10 presenze, giocando in totale 359 minuti. Poco spazio e tanta voglia di giocare, lo hanno portato alla decisione di cambiare squadra e “abbassarsi di livello”: a gennaio, terminato il prestito con il Brescia, Rosso passa in Lega Pro all’Alessandria. Tornato in Piemonte, le aspettative erano alte, anche se l’Alessandria è una squadra di un certo spessore. Il giovane granata sperava sicuramente di avere più fiducia e possibilità, in modo da tornare a giocare con continuità e mostrare quelle qualità che lo hanno sempre contraddistinto nelle giovanili granata, tanto da portarlo anche a vincere il campionato con la Primavera del Toro. Purtroppo così non è stato: Rosso ha raccolto solo 6 presenze con l’Alessandria, giocando per un totale di poco più di due ore, e segnando 1 rete contro la Viterbese a poche giornate dalla fine del campionato.

IL FUTURO – Rosso è stato sicuramente penalizzato dalla scelta di mandarlo in squadre con ambizioni troppo elevate, forse, se si fosse optato per squadre con qualche aspettativa in meno, l’ala sinistra del Toro avrebbe sicuramente potuto giocare di più e mostrarsi per il giocatore talentuoso che è. Ma ora che è terminato il suo prestito all’Alessandria, per Rosso c’è la possibilità di rientrare a Torino e valutare un attimo la sua situazione per poi partire nuovamente in prestuto. Le sue doti e qualità sono indubbie – cosa che aveva anche notato Giampiero Ventura, facendolo esordire in Serie A nel 2015 contro il Milan.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fb - 1 settimana fa

    Ne ha di strada da fare…
    Lui e tutti gli altri

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy