‘Più forti della sfortuna e delle ingiustizie’

‘Più forti della sfortuna e delle ingiustizie’

Un ringraziamento e un invito a non perdersi d’animo, ma a raddoppiare gli sforzi per il futuro. Lo ha rivolto ai tifosi il Presidente Urbano Cairo nella piazzetta di Venaria, a due passi dalla Reggia, partecipando alla manifestazione organizzata dal Toro Club di “Venaria Reale”, dalla “Fratellanza Granata” e dal Comune di Venaria Reale.

‘Non…

Un ringraziamento e un invito a non perdersi d’animo, ma a raddoppiare gli sforzi per il futuro. Lo ha rivolto ai tifosi il Presidente Urbano Cairo nella piazzetta di Venaria, a due passi dalla Reggia, partecipando alla manifestazione organizzata dal Toro Club di “Venaria Reale”, dalla “Fratellanza Granata” e dal Comune di Venaria Reale.

‘Non è stato sicuramente l’anno che volevamo e che mi auguravo dopo quanto speso in estate – ha detto il Presidente, circondato dai tifosi e con la sciarpa granata al collo -. Però adesso ci aspetta un mese in cui possiamo dimostrare le qualità che abbiamo ma che non sono ancora emerse’. Inevitabile il riferimento alla sfortuna e agli arbitri: ‘Sappiamo che il Toro non è mai stato amato particolarmente dalla buona sorte, tanto è vero che se il Milan si lamentava dei pali colpiti noi abbiamo fatto meglio, battendolo, e arrivando a 20 legni centrati in azione. Un peccato, ma le porte potrebbero stare su anche senza uno di loro. Per non parlare poi dei pochi rigori avuti a favore, solo 3, mentre sono stati 8 quelli avuti contro. Però di fronte a questa situazione noi dobbiamo essere più forti della sfortuna e delle ingiustizie. Ce la faremo stando tutti insieme vicini, a partire dalla marcia di domani’.

E a chi gli chiede come ha visto i giocatori dopo la giornata trascorsa ieri a Superga, risponde: ‘Bene, hanno avuto un bagno toccante nella passione dei tifosi del Toro e i nuovi hanno potuto toccare con mano l’unicità di questa squadra. Adesso sono ricchi di motivazioni per battere un avversario come l’Ascoli che è forte e che non va sottovalutato solo perché è ultimo in classifica. E’ però una partita che possiamo e dobbiamo vincere tutti quanti insieme in un mese importante. Maggio tradizionalmente è il mese giusto per raggiungere obiettivi importanti: è il mese della Madonna, è quello in cui sono nato io ed è nato anche De Biasi (oltre ad Oguro ndr). Per cui ci sono tutti gli stimoli per fare il meglio’.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy