Scritte a Superga, Buffon: “Siete più morti dei morti”

Scritte a Superga, Buffon: “Siete più morti dei morti”

Social / Il portiere bianconero, all’indomani della vittoria in Champions League contro il Monaco, dedica un pensiero ai Caduti di Superga

8 commenti

Nel 68° anniversario della Tragedia di Superga, anche Gianluigi Buffon, portiere e capitano della Juventus, dedica un pensiero al Grande Torino, riferendosi con toni molto duri alle scritte apparse l’altra notte sui muri della strada che porta alla Basilica. “Quando si scrivono frasi indecorose o inopportuni striscioni, probabilmente senza piena consapevolezza, si è più morti dei morti”, è uno dei passaggi del post su Facebook del portierone della Nazionale.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 3 mesi fa

    Bellissima risposta all’inciviltà figlia dell’ignoranza e della superbia, mascherate da ineducazione. Si deve essere avversari in campo e credere nella vittoria anche quando tutto ti fa pensare il contrario; si deve urlare la propria gioia per averla raggiunta e strappata con i denti all’avversario, ma fuori dal campo, calchiamo la stessa Terra e condividiamo lo stesso Universo e, quindi, viviamo le stesse fragilità umane.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. WGranata76 - 3 mesi fa

    Posso credere a Dybala, forse a Bonucci che magari ha imparato qualcosa dal figlio,ma Buffon e Marchisio a mio avviso sono falsi come giuda con ste dichiarazioni. All’improvviso dopo anni di schifezze fatte e dette pubblicamente, scommesse,dichiarazioni false contro l’evidenza dei fatti arbitrali con tanto di moviola e sportività quali dire che un gol in fuorigioco va benissimo per vincere un derby, diventano onesti e casti? Sportivi e corretti??
    Sveglia gente, guardate quante pubblicità fanno quei due a fine carriera e meditate sul fatto che i contratti di immagine impongono comportanti corretti e di esempio pena la rottura dei contratti e/o penali… Pochi gobbi sono stati onesti fino in fondo senza piegarsi al credo disonesto di quella sottospecie di società anti-sportiva.
    Essere Granata non è tifo,non è solo fede,ma un modo di essere e vivere la vita con perseveranza,dedizione,forza e soprattutto onestà e alti valori. Tutti gli altri sono solo tifosi o peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Rock y Toro - 3 mesi fa

    Buffon scrive in questi termini non per mancanza di rispetto ma perché le teste di chi va a scrivere queste maialate sui muri di Superga capiscono meglio un certo tipo di linguaggio, inutile usare mezzi termini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. stto1962 - 3 mesi fa

    Bonucci, Buffon, Dybala, Marchisio…persone corrette che interpretano lo sport e la vita reale secondo i relativi valori, che sono quelli di uomini con i piedi per terra e non di bambocci che si credono dei….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rocket man - 3 mesi fa

    Chapeau!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gio - 3 mesi fa

    Non ha il dono della sintesi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Pimpa - 3 mesi fa

    Francamente non trovo niente da eccepire nel messaggio,anzi,va apprezzato.
    Lascerei stare polemiche o aneddoti del tutto fuori luogo in questa occasione;notiamo come nel giro di pochi giorni abbiamo avuto esempi di sportività,distensione e rispetto da parte di due grandi juventini,Bonucci e Buffon.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. RobyMorgan - 3 mesi fa

    Però molto delicato , propio da grande campione , l’educazione non basta impararla, bisogna averla in qualche modo dentro ,in quella parte di noi che è il posto delle nostre emozioni. ..
    Mi sono ricordato del grande Platini, che intervistato all’indomani della loro prima vittoria in Champions , una partita che era costata allo stadio belga 39 morti di cui 30 italiani, scendendo dall’aereo con la coppa che versava ancora idealmente sangue , alla domanda del giornalista che gli chiedeva un commento sull’accaduto, su quella tragedia, rispose”i morti sono morti” anche molto infastidito. …I gobbi non si smentiscono mai , fa parte del loro DNA , l’arroganza del potere.
    Basta pensare all’ultimo episodio recente della bomba carta del derby dell’anno scorso , loro chiaramente colpevoli e con innumerevoli tentativi di stravolgere la verità è dopo una sacrosanta condanna , se ne è più sentito nulla?
    Non so se essere più triste , malinconico o pieno di nausea.
    FVCG sempre ricordiamo Superga con dignità e civiltà e aggiungo x noi del Toro con un infinito Amore! !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy