45 anni fa l’esordio al Torino di Renato Zaccareli

45 anni fa l’esordio al Torino di Renato Zaccareli

Memore granata / Uno dei personaggi più amati della scena granata, tornò anche come tecnico

Zaccarelli, Rampanti, Filadelfia

Non è stato un esordio banale quello di Renato Zaccarelli con la maglia granata: era il ritorno degli ottavi di finale di Coppa Mitropa, il primo minuto dei supplementari, gli avversari l’MTK di Budapest. Colui che poi sarebbe diventato, per tutti, Zac entrò in una partita tesissima che condannò il Toro all’eliminazione a causa di un autogol di Ferrini; dopo il match, si scatenò una rissa in campo che si concluse con l’invasione di campo di alcune centinaia di tifosi, con i giocatori granata costretti ad uscire sotto scorta dallo stadio.

All’epoca, però, la mezz’ala non era ancora pronta a far parte in pianta stabile del Torino: Catania, Novara e Verona furono le tappe prima di vestire definitivamente la maglia granata e non toglierla più. Dal 1974 si accumularono 412 gettoni, che lo fanno, dopo Ferrini e Pulici, il terzo giocatore con più presenze in Serie A nella storia della società. Da calciatore lasciò in eredità uno scudetto, ma la storia d’amore non aveva ancora finito di stupire: dopo un’esperienza dirigenziale, il Torino fu anche la sua unica panchina, prima nel 2003 e poi con la promozione del 2005. I tribunali rispedirono il Torino in B, ma questa è un’altra storia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy