A volte i sogni si realizzano

A volte i sogni si realizzano

Ciao a tutti!!

Leggo ora la conferma della serata dell’8 dicembre, Ehi… Blerim è una sorpresa anche per me!!

Un grande Grazie in primis a Nicoletta Perini e Davide Bovolenta che ci hanno appoggiato aiutandoci con i proventi delle vendite del libro dedicato ai nonni F.lli Ballarin, Davide, che ha messo a disposizione il locale ed ha avuto l’idea insieme a Federico e Oskar, a…

Ciao a tutti!!

Leggo ora la conferma della serata dell’8 dicembre, Ehi… Blerim è una sorpresa anche per me!!

Un grande Grazie in primis a Nicoletta Perini e Davide Bovolenta che ci hanno appoggiato aiutandoci con i proventi delle vendite del libro dedicato ai nonni F.lli Ballarin, Davide, che ha messo a disposizione il locale ed ha avuto l’idea insieme a Federico e Oskar, a tutta la Redazione, Alessandro, Laura, Ermanno, ma tutti, che costantemente hanno appoggiato la nostra causa, ai giocatori (Alberto in primis), al Mister Gianni De Biasi che ci ha invitato subito al centro Sisport dimostrando sensibilità, al Presidente Cairo che sempre cortesemente ha risposto ai miei messaggi telefonici, e a tutti quelli che ci hanno dato una mano che mi è impossibile ricordare ad uno ad uno e anche a chi avrebbe voluto farlo e magari non ha potuto per i problemi economici che oggi purtroppo affliggono un pò tutte le famiglie.
Il mio messaggio per tutti vuole essere una mano tesa anche a chi magari ha fatto qualche ragionamento strano o ha avuto pure qualche dubbio (e si sa che oggi giorno non si può mai sapere.. non è per cattiveria ma fidarsi è bene ma…).
Vorrei dire che comprendiamo e non portiamo rancore a nessuno (e ci mancherebbe), nella vita cerchiamo di prendere e dare ciò che c’è di buono, che fa stare bene noi e gli altri.
L’augurio è che la partecipazione sia numerosa,e non per far lievitare l incasso ma semplicemente per ringraziare ad uno ad uno chi si vorrà stringere attorno a noi, passando una bella serata in serenità.
In ultimo, un ringraziamento in particolare ad una persona, il dottor
Ernesto Malvezzi, che non ho avuto ancora l’onore di conoscere ma che prima o poi riuscirò ad abbracciare fisicamente, rammentando a tutti che questa persona è ancora all’estero per volontariato a favore di bambini tra Georgia Romania…e questo dice tutto.
Il secondo.. beh qui è più difficile perchè trovare parole per descrivere il rapporto che ormai mi lega alla famiglia dell’amico Luca Carosso  che non finirò mai di ringraziare per l’aiuto e la collaborazione, a quella della
Cara Donatella Aratto che tanto impegno nel sostegno morale a Daniele ha profuso in questi mesi, a Massimo per la sua genuina amicizia, al Museo della Memoria Storica Granata (in particolare il Dottor Beccaria per la sua disponibilità) e poi dovrei andare avanti l’elenco sarebbe lungo.. tante persone che anche con piccole somme ma magari con grossi sacrifici hanno pensato a noi, ma rischierei di dimenticare qualcuno…
Un ringraziamento anche al Dottor Guido Regis del CTO Claudio Sala, che mi ha esortato con saggezza a continuare nei miei sforzi, regalandomi ancor più convinzione, i fratelli di Curva Primavera "GENETICAMENTE GRANATA" che ci hanno dato subito fiducia.. I cari amici di Ravenna che voglio nominare personalmente.. Luca Neri e Sabrina Cagnarini, Atos Gattamorta, Francesco Zaffi e Famiglia, Claudio Baldini, Andrea Zannoni (tifoso bianconero ma Ultras Daniele nel cuore), onore a luie all’amico Erman operaio cassintegrato di fede bianconera che ci hanno insegnato come pur stando su due sponde diverse si possano condividere comunque le stesse passioni, in amicizia.
L’ultimo ringraziamento lo tengo per la persona che suo malgrado, e sono convinto che ne avrebbe fatto volentieri a meno pur di stare in salute, èstata la causa di tutto quanto è successo.
Caro Daniele, vedi, non sempre le disgrazie portano dolore, e se anche lo portano tante volte dal dolore RINASCE E SI FORTIFICA una pianta che mette salde radici, la volontà di lottare contro il fato che ti ha preso di mira.. un pò una caratteristica che noi Granata portiamo come segno distintivo… non prendertela se ti abbiamo tenuto all’oscuro di tutto finora, lo abbiamo fatto per te, per non darti una grossa illusione che magari se gli eventi non  avessero fatto in modo che si realizzasse ti avrebbe causato solamente ulteriore scoramento e depressione.
In fin dei conti la cosa che più conta è che, in tutto questo, abbiamo riscoperto il valore della parola AMICIZIA, e questo è quello che, a livello personale, mi ha ARRICCHITO maggiormente.
L’ultimo augurio è di raggiungere il prossimo traguardo, il più importante, riuscire a trovare finalmente un lavoro che ti possa permettere di mantenere la famiglia con l’orgoglio, proprio quell’orgoglio di chi non lascia nulla d intentato per provvedere ai propri cari, come TU scrivesti nella tua prima lettera di richiesta di aiuto tanti mesi fa.
Questo è il primo passo verso quel traguardo

A presto, un abbraccio ed un saluto a tutti

Giuseppe da Ravenna

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy