Acquah a Chatillon con i richiedenti asilo: quando il calcio non conosce barriere

Acquah a Chatillon con i richiedenti asilo: quando il calcio non conosce barriere

In ritiro / Alcuni ragazzi africani richiedenti asilo politico hanno assistito alla seduta mattutina dei ragazzi di Ventura

Commenta per primo!
Acquah e i richiedenti asilo a Chatillon (foto Maccario)

Una visita inaspettata e gradita, da parte di alcuni ‘amici molto speciali’ venuti da lontano, per il centrocampista Afriyie Acquah.

Questa mattina infatti in Valle D’Aosta, ad assistere all’allenamento di Glik e compagni, anche un gruppo di ragazzi africani con alle spalle una storia complicata: si tratta di alcuni richiedenti asilo politico, residenti a Chatillon ospiti della Cooperativa Leone Rosso. Sono giunti in Italia dopo un lungo e difficile viaggio dalla Libia, quasi terribile, e ci tenevano molto ad assistere a una seduta dei granata di Ventura.

Acquah e i richiedenti asilo a Chatillon (foto Maccario)
Acquah e i richiedenti asilo a Chatillon (foto Maccario)
Acquah e i richiedenti asilo a Chatillon (foto Maccario)

Per loro già il solo fatto di essere qui rappresenta un sogno, e hanno chiesto di poter fare una foto con qualche giocatore della squadra.

La scelta è ricaduta sul centrocampista ex Parma Acquah, vero e proprio idolo, dal momento che molti di loro provengono dal Ghana. Quando il calcio spezza ogni tipo di barriera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy