Anatema Paolo Sollier: “Ecco perché, e fino a quando, il Toro non vincerà più nulla”

Anatema Paolo Sollier: “Ecco perché, e fino a quando, il Toro non vincerà più nulla”

Il campione dal pugno chiuso racconta un curioso retroscena: “Nel ’76 battemmo la Juve con il nostro Perugia, ma scherzando con gli amici granata, nessuno ci riconobbe quel merito. Lì nacque la maledizione”

pallavicini

La superstizione è sinonimo di ignoranza, ma si sa, nel calcio come nello sport non esistono personaggi che non abbiano mai fatto uno scongiuro, piuttosto che baciato il proprio amuleto. Dalla fascetta di Veron, al rosario di Ancelotti. Dall’acqua santa di Trapattoni al sale in campo di Anconetani: insomma, nessun superstizioso, di fatto nessuno che vuole avere a che fare con la sfortuna. Nella quale credono tutti.

E se il Benfica deve fare ancora oggi i conti con Béla Guttmann, il Torino è costretto a guardare in faccia Paolo Sollier: il calciatore dal pugno chiuso. “Finché non ci riconoscerete il merito di aver contribuito nel nostro piccolo allo scudetto del Toro, non vincerete più nulla” – la maledizione è scagliata. E viene ribadita ancora oggi (venerdì scorso a rigor di cronaca) in occasione dell’evento ‘Parole nel pallone‘ – cui era presente anche il nostro Mario Gago.

L'intervento del nostro Mario Gago a "Parole nel Pallone"
L’intervento del nostro Mario Gago a “Parole nel Pallone”

Siamo nella stagione ’75-’76, il Torino di: Castellini, Santin, Salvadori, Patrizio Sala, Mozzini, Caporale, Claudio Sala, Pecci, Graziani, Zaccarelli e Pulici, si gioca lo scudetto contro la Juventus. All’ultimo turno, la banda guidata da Radice va in campo al Comunale contro il Cesena, mentre i bianconeri sono in trasferta sul campo del Perugia, neo promossa indomita. Sul terreno di gioco proprio lui, Paolo Sollier che a chinare il capo contro la squadra del ‘padrone’ Agnelli proprio non ci sta.

Il Toro pareggia in casa, nel frattempo Renato Curi batte Zoff e fissa il risultato: 1-0 a favore degli umbri. Scatta la festa granata e in quello scudetto lo zampino ce lo ha messo anche la compagine biancorossa: “Rompo sempre le scatole agli amici e tifosi granata – ribadisce ancora oggi Paolo Sollier -. Loro non hanno riconosciuto il giusto merito per quell’impresa del Perugia. Se non avessimo battuto la Juventus all’ultima giornata, forse lo scudetto non sarebbe andato al Toro. E ancora oggi dico che fino a quando non ci riconosceranno questa cosa, pubblicamente, con una serata a tema o anche solo una cena, non vinceranno più nulla. Un semplice e pubblico grazie e l’anatema svanirà”.

Dalla fascetta di Veron, al rosario di Ancelotti. Dall’acqua santa di Trapattoni al sale in campo di Anconetani: superstizione o meno, di fatto dal ’76 in avanti il Torino lo scudetto non lo ha più vinto…

19 commenti

19 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 anni fa

    Basterebbe che i fatturati delle due società si avvicinassero un pochino e l’anatema di Sollier svanirebbe. Forse…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ToroUD - 2 anni fa

    E ringraziamoli anche per l’altro Perugia-Juventus 1-0 all’ultima giornata. 14 maggio 200, gol di Calori al Curi !!! N’annacquata de goduria !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ToroUD - 2 anni fa

    E ringraziamoli anche per quel Perugia-Juventus 1-0 del 14 maggio 2000, gol di Calori al Curi !!!!!!!!! N’annacquata de goduria !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fede Granata - 2 anni fa

    Forza Perugia!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ziocane66 - 2 anni fa

    Per eliminare la rubentus cosa dobbiamo fare invece?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    A’ Sollier mi sei sempre stato simpatico, inoltre a quei tempi giocavi in squadra con un mio compaesano e amico, ma dai non stiamo a guarda ste cose, in fondo da compagno meglio noi che i capitalisti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. biziog - 2 anni fa

    ma come, tu compagno Paolo Sollier che esultavi col pugno chiuso credi alla superstizione? in ogni caso cazzo se vi abbiamo ringraziato, non ufficialmente, ma contano i ringraziamenti dei tifosi, noi quelli veri, non i ringraziamenti di giocatori o società, forse solo Pupi potrebbe farlo…
    Saluti compagno Sollier

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. tapiro granata - 2 anni fa

    anatema delle balle perché abbiamo vinto una coppa italia nel 93…è sempre un trofeo..pero’ caro Pres o chi per lei paghiamogli sta cazzo di cena e via..non son superstizioso ma sfigati come siamo meglio non avere nulla contro, un cicinin di ragione ce l’hanno se non battevano i gobbi addio scudetto, certo l’anno dopo han fatto un po le carogne ma li non era tanto loro quanto andare contro la societa’ piu’ arrogante, potente e che ruba di piu’ in italia, infatti non odio il calcio come ha detto qualcuno odio la “rubentus “

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Achille - 2 anni fa

      Tapiro granata,ovvio che odio la rubentus, ma visto che chi comanda è dalla sua parte, sto odiando anche questo sport

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Michele Nicastri - 2 anni fa

    Le maledizioni non esistono. La superstizione è da Medio-Evo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Achille - 2 anni fa

      Hai ragione,ma a scanso di equivoci…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Cecio - 2 anni fa

    Offriamogli sta cena e non ne parliamo più!
    Ci mancano solo le maledizioni altrui! Non abbiamo già abbastanza sfiga di nostro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. carregaleonardosergi_995 - 2 anni fa

    già , ma l’anno dopo ci fu un contestassimo , da parte granata , 1 a 1 al Curi, dove il Perugia giocò alla morte e l’arbitro ne combinò di tutti i colori , per un risultato finale che vide Juve 51 e Toro 50 . Con la vittoria al Curi il Torino avrebbe raddoppiato e giustamente , quindi quale riconoscenza . Avevano fatto un torto alla Juve e in qualche modo dovevano rimediare per non morire ( classicisticamente parlando ) .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Achille - 2 anni fa

      Beh, si sa che se ti metti contro i gobbi poi la paghi,e questo è uno dei motivi per cui sto odiano il calcio, se ancora lo seguo un po’ è perché ho il Toro nel cuore

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. carregaleonardosergi_995 - 2 anni fa

    GIà , ma l’anno dopo , se non ricordo male Juve 51 e Toro 50 per un contestato pareggio a Perugia dove i ” cioccolatini ” se la giocarono alla morte in una partita contestato dai granata per l’ arbitraggio ( guarda caso ! ).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Achille - 2 anni fa

    Forza Perugia, ti vogliamo subito in serie A!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Achille - 2 anni fa

    Grazie Perugia, ti vogliamo subito in serie A!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. LodeLodeAll'ipnorospo! - 2 anni fa

    presidente Cairo ,non sono superstizioso ma una cenetta gli e la vogliamo organizzare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. AmmaMi71 - 2 anni fa

    E cosa cacchio ci vuole a riconoscergli il merito?!! Del resto è vero che hanno vinto contro la Juve! (e già per questo andrebbero ringraziati) in più ci hanno permesso di vincere lo scudetto ..bom riconosciamogli il merito e fine alla sfiga!!! Cazzo!!!…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy