Moreno Longo, 40 anni da cuore granata: mille di queste panchine

Moreno Longo, 40 anni da cuore granata: mille di queste panchine

Figurine / Il tecnico della Primavera nacque il 14 febbraio 1976: chissà che, quando le giovanili dovessero diventargli strette, non decida di rimanere granata

Longo, Primavera, Supercoppa, Vatta

Ha riportato a Torino lo scudetto Primavera, la Supercoppa di categoria e, soprattutto, i riflettori di tutta Italia per questa magnifica realtà del calcio giovanile. Se dovesse realizzarsi a breve l’ultimo tassello, l’esordio di prodotti del vivaio con la prima squadra – tassello che pare avvicinarsi sempre più – ecco che allora la Storia del Torino dovrebbe rendere un immenso e definitivo grazie a Moreno Longo, nato esattamente 40 anni fa a Torino – e dove se no?

Longo Primavera Torino Supercoppa

Lui, che figlio del Fila lo è sempre stato, è vicinissimo a diventare il padre spirituale dei nuovi figli del Fila, quelli che, vent’anni dopo, torneranno a calcare i campi dello Stadio Filadelfia, rimesso a nuovo. Sempre che, prima, non lo richiamino sirene troppo forti, quelle di una carriera che ormai aspetta solo l’autorizzazione della torre di controllo per prendere definitivamente il volo: le prestazioni di questa Primavera non lasciano indifferenti i tifosi granata, né gli osservatori di mezza Italia. Ma il sogno di tutta la piazza è che, il giorno in cui dovesse decidere di lasciare la panchina delle giovanili, il trasferimento sia abbastanza breve, neanche un chilometro: dal Filadelfia all’Olimpico, per intenderci.

Qualunque sarà il suo destino, la Torino del pallone potrà solo essere grata all’uomo che ha riportato in auge questa gloriosa Primavera: 15.000 persone a sostenere dei diciannovenni non si vedono tutti i giorni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy