Batte forte il cuore granata di Busca

Batte forte il cuore granata di Busca

Il cuore granata di Busca batte eccome, è quello composto da chi ha partecipato alla festa organizzata dal “Toro Club Busca” sabato 15/07. Al riparo della calura della pianura alla casa alpina di Busca non si è visto nessun muso lungo (a differenza degli anni passati), e come potrebbero essercene, dopo l’impresa compiuta dal Toro targato Urbano Cairo, De Biasi, Muzzi, Rosina, Abbruscato, capitan…

di Redazione Toro News

Il cuore granata di Busca batte eccome, è quello composto da chi ha partecipato alla festa organizzata dal “Toro Club Busca” sabato 15/07. Al riparo della calura della pianura alla casa alpina di Busca non si è visto nessun muso lungo (a differenza degli anni passati), e come potrebbero essercene, dopo l’impresa compiuta dal Toro targato Urbano Cairo, De Biasi, Muzzi, Rosina, Abbruscato, capitan Brevi e tutti coloro che hanno compiuto l’impresa. L’ultima stagione ha scritto una “pagina granata” (e pulita) della storia del calcio italiano raggiungendo una serie A combattuta fino all’ultimo minuto dei sudatissimi play-off. Non posso negare che aleggiava una particolare euforia anche per notizie che non riguardavano prettamente il Toro, ma che giungevano da un’altra squadra di Torino che sta attraversando un momento non troppo felice della sua storia.

La cena che prevedeva come portata principale la “paella granata” è stata intervallata e seguita dalle estrazioni di ben due lotterie, la prima ha assegnato tre ricchi cestini, mentre la seconda un primo premio molto allettante, oltre a magliette granata e altri simpatici premi, un soggiorno di un week-end in una capitale europea offerto dall’agenzia Ferrara Viaggi di Busca. Se vi dicessi chi è stato apostrofato con frasi del tipo:-Che cu…fortuna che hai (rigorosamente in piemontese)- capireste chi è stato il vincitore, beh l’apostrofato è stato proprio il sottoscritto. Alle estrazioni, eseguite dalle piccole mani granata dei bambini presenti, sono seguiti balli, cori e qualche bicchiere di troppo in una serata che ha accomunato il tifo e la voglia di festeggiare di almeno tre generazioni, un’ esperienza sicuramente particolare che solo il tifo granata può garantire.

Gabriele Madala

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy