‘Bianchi? Rinviato pretestuosamente ogni incontro di rinnovo’

‘Bianchi? Rinviato pretestuosamente ogni incontro di rinnovo’

Un tifoso e appassionato lettore di TN ci invia una lettera sul tema del rinnovo contrattuale del Capitano del Torino, Rolando Bianchi.

Un tifoso e appassionato lettore di TN ci invia una lettera sul tema del rinnovo contrattuale del Capitano del Torino, Rolando Bianchi.

Carissimi buongiorno.

Prima che sia tardi volevo esternare un pensiero sui commenti letti in questi giorni riguardanti il Capitano.

In primo luogo, non ritengo (verosimilmente è anche diseducativo) sia corretto il comportamento tenuto dalla Dirigenza nei confronti di Bianchi semplicemente perchè, comunque, vada a finire la vicenda Rolando ha segnato la storia del Torino Calcio degli ultimi 5 anni.

Per chi non è d’accordo “urlano” le statistiche.

In secondo luogo, da una settimana si parla spesso della coppia d’attacco Barreto-Meggiorni che renderebbe superflua la permanenza di Bianchi in granata: fatemi il piacere (come diceva il saggio principe De Curtis) abbiamo affrontato solo il Pescara (per il quale parla la classifica) ed una irriconoscibile Inter.

Da quanto inteso la società lamenta il fatto che il contratto di Bianchi sia oneroso: bene ma per rimanere nella massima serie (palcoscenico dovuto al Toro e fonte di introiti per le casse sociali) bisogna pur fare dei sacrifici, uno: Rolando Bianchi.

Preme solo rilevare l’ipocrisia del D.S. che fino a tre giorni prima (intervista riportata su Toro News) strombazzava che la società nel mercato invernale (con oculatezza) punterebbe solo su calciatori (anche stranieri) ma già in Italia e, poi, con un operazione lampo (cessione irresponsabilie di Sansone) alle 19,30, acquistava Menga dal Lierse alle 21,00 del 25 gennaio.

Scusatemi, chi lo conosce?

Nell’intento di non irritare alcuno di Voi pazienti lettori, a mio avviso, il capitolo Bianchi è stato gestito più che male: perchè il nostro stimato Presidente ha sempre sbandierato un imminente incontro con il Capitano rinviando pretestuosamente ogni incontro?

In merito mi permetto di rammentare che prima o poi il Capitano darà la sua versione e sarà molto più credibile dell’assurdo silenzio tenuto dai Dirigenti.

Ribadisco, ancora una volta, che la piazza granata non ha preso le distanze dal Capitano: tutt’altro!

L’augurio è quello di vedere un Toro sempre vincente con il suo Capitano: Rolando Bianchi.

Cordialmente

Giò

 

Caro Giò,

riceviamo e rispondiamo alla tua mail. Sinceramente abbiamo lodato l’operato del diesse Petrachi che ha saputo cogliere delle occasioni interessanti quali quelle rappresentate da Menga e Kabasele. 

Per quanto concerne, invece, la gestione del Capitano, sappiamo che ad occuparsene è stato il Presidente Urbano Cairo in persona e nessun altro. Lo stesso direttore sportivo non ha avrebbe avuto voce in capitolo.

Ormai il calciomercato è concluso, e la palla è interamente passata al Capitano, che, comunque vadano le cose, fino al 30 giugno sarà un giocatore del Torino.

Grazie per la lettera, e a presto.

 

Redazione TN

(foto Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy