Dal Belgio la passione per il Toro

Dal Belgio la passione per il Toro

Passione granata forte anche in Belgio, a Liegi il simbolo é il TORO !
Intervista Julien Dessart, abbonato dello Standard Liegi e grande tifoso granata all’estero.

Dove comincia questa passione per il Toro?

Il Toro ha iniziato ad entrare nel mio cuore quando alcuni giocatori belgi hanno iniziato a vestire la maglia granata, primo su tutti il mitico Vincenzino Scifo, poi Walem…

Commenta per primo!

Passione granata forte anche in Belgio, a Liegi il simbolo é il TORO !
Intervista Julien Dessart, abbonato dello Standard Liegi e grande tifoso granata all’estero.

Dove comincia questa passione per il Toro?

Il Toro ha iniziato ad entrare nel mio cuore quando alcuni giocatori belgi hanno iniziato a vestire la maglia granata, primo su tutti il mitico Vincenzino Scifo, poi Walem e negli ultimi tempi Mudingay. E poi il simbolo di Liegi é il Toro ! Liegi é un pó la Torino del Belgio. In seguito ho vissuto per qualche mese in Italia ed ho conosciuto un ragazzo molto tifoso del Toro con cui sono andato alcune volte allo stadio, anche in trasferta !

Come è vissuto il calcio in Belgio? C’è molta competizione?

Il calcio è lo sport numero 1 in Belgio. Pero’ il campionato non é molto competitivo. Ci sono 4 squadre che si contendono sempre il titolo (Anderlecht, Standard Liegi, Brugge, Genk) e le altre si battono per il 5° posto. La mia squadra del cuore è lo Standard Liegi. Il pubblico è passionale, assomiglia molto a quello del Toro. Non vinciamo il titolo da molti anni. Purtroppo l’Anderlecht (che é un pó la Juve del Belgio) vince quasi sempre. E’ la squadra più famosa all’estero anche se Champion’s League non vince mai nulla. Questo dimostra il livello del calcio belga…

Cosa pensa di quello che è successo a Catania?

Per noi, in Belgio, é difficilissimo capire come si possa arrivare ad una cosa del genere. Il nostro stato gode di un walfare assoluto, perché é piccolo e facile da gestire. L’Italia stá attraversando problemi socio-economici che la stanno portando a perdere il controllo della societá. Le conseguenze si vedono anche nel calcio che é lo sport piú seguito. Inoltre il calcio in Italia ha troppa importanza, é legato ai media, ai politici e alle rivalitá fra cittá. In generale é stato veramente un brutto spettacolo…

Che immagine ha il calcio italiano all’estero? E’ cambiato in questi mesi dopo i fatti di Catania e dopo la Juve in serie B?

Il calcio italiano è sempre stato molto seguito in Belgio. Tutti riconosco le qualitá del campionato italiano. Secondo noi peró é troppo orientato alla difesa e alla vittoria. Non é bellissimo seguire una partita, forse per quello il tifo é diventato cosí esasperato, si stá cercando di sostituire lo spettacolo del campo, che é certe volte insufficiente, con lo spettacolo delle tribune.
I fatti di venerdi, la storia della juve (doping, scudetti rubati) e i fatti razzisti negli stadi (Lazio) hanno fatto molto rumore in Belgio. Questo ha sicuramente danneggiato la reputazione di tutto il calcio italiano nel mondo.

Qual’è il ricordo più bello che ha del Toro?

In generale la curva Maratona, la passione con cui seguono la partita.
Ricordo anche alcuni gol, peró sicuramente la cosa piú bella é il tifo.

Pensa di andare quest’anno a vedere delle partite?

Non é facile da qui, peró spero di riuscire almeno una volta, magari potremmo organizzare una partita con il Coordinamento Tifosi Esteri per andare tutti insieme a vederla e poterci conoscere.

A cura del Coordinamento Tifosi esteri


0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy