Diego Fuser: il ‘giramondo’ del Filadelfia, con il cuore sempre al Torino

Diego Fuser: il ‘giramondo’ del Filadelfia, con il cuore sempre al Torino

Figurine / 48 anni oggi per l’ex centrocampista: dalla crescita nel settore giovanile granata alla fascia al braccio, per poi spiccare il volo e fare anche ritorno

Spegne quest’oggi 48 candeline l’ex centrocampista Diego Fuser, un nome non indifferente al mondo granata: nato nel 1968 a Venaria Reale, cresce nel settore giovanile del Torino dove trascorre tutti gli anni e le categorie dai Pulcini alla Primavera, con la quale vince anche il Torneo di Viareggio 1987. Una crescita costante sotto la guida di Sergio Vatta, ed infatti non a caso Fuser sarà uno degli ultimi ‘figli del Filadelfia’ ad affermarsi ad alti livelli nel massimo campionato italiano. L’esordio in Serie A, con la maglia del Torino, è datato 8 aprile 1987 nel corso di un incontro tra granata e Cagliari.

Il centrocampista rimane all’ombra della Mole sino alla stagione 1988/1989 compresa, ottenendo la propria consacrazione, per poi cominciare una lunga carriera da giramondo che lo porterà a vestire le maglie di Milan, Fiorentina, Lazio, Parma, Roma, Canelli, Saviglianese, Nicese e Colline Alfieri. Nel mezzo di questo perenne girovagare, anche un ritorno tra le fila del Torino nella stagione 2003/2004, annata in cui militerà in Serie B ed otterrà la fascia da capitano dei granata: con questa casacca sulle spalle, sono in totale 97 le presenze condite da sei reti. 48 anni proprio oggi quindi per Fuser, uno degli ultimi ragazzi del Filadelfia dalla carriera giramondo ma con il cuore sempre legato al Torino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy