Dopo la Lazio, e durante il mercato

Dopo la Lazio, e durante il mercato

SPIRITO TORO
gentile redazione,
debbo ringraziare Babyfabiola e Marco Peroni per i loro geniali scritti. In questo momento un pò di autoironia non ci può che stare bene. Comunque, è calato il silenzio sul mercato e noi tifosi che avevamo certe urgenze dobbiamo pazientare e sperare. Le prossime partite non rappresentano delle urgenze, quando mai si è visto questo Toro bisognoso…

SPIRITO TORO
gentile redazione,
debbo ringraziare Babyfabiola e Marco Peroni per i loro geniali scritti. In questo momento un pò di autoironia non ci può che stare bene. Comunque, è calato il silenzio sul mercato e noi tifosi che avevamo certe urgenze dobbiamo pazientare e sperare. Le prossime partite non rappresentano delle urgenze, quando mai si è visto questo Toro bisognoso di punti? Abbiamo fatto beneficenza a tutti figurarsi quanto tempo abbiamo ora, che fretta c’è, riflettiamo bene. Questo riflettere bene è dote di saggezza dei forti e di coloro che sono padroni della situazione, non mi sembra così per il Toro che necessita di pezze ma non solo calde. L’arrivo di Foschi ci ha dato ragione sul fatto che l’organigramma della società era mancante di un personaggio così qualificato di cui noi però potevamo fare a meno grazie ad un presidente onnipresente e onnifacente. Una campagna acquisti fatta ora dopo i massacri precedenti e con l’urgenza di riparare e rifondare non avrà sicuramente la stessa efficacia di unlavoro fatto per tempo  molto prima dell’inizio del campionato. Ma noi chiaramente ci affidavamo al Signor so tutto io. Ora è tutto più difficile perchè quel poco che c’è in giro costa molto e conoscendo la nostra situazione cercheranno di strozzarci e soprattutto la destinazione Toro non è poi così ambita vista la classifica e l’ambiente. Pensate quante danni sono stati fatti per non avere in organico dirigenti qualificati a livello di Foschi che poverino, vista l’attuale disponibilità di tempo e soldi, dovrà lavorare male e senza certezza di risultati. Mi sapete dire quali sono le società a cui il Toro potrà vendere o prestare alcuni gioielli? In bocca al lupo Signor Foschi e che Iddio gliela mandi buona. Forza Toro sempre
Domenico

 

E IL MERCATO?
Egregia Direzione,
stiamo assistendo all’ennesimo mercato targato Cairo… si seguono(a parole) moltissimi giocatori che regolarmente si accasano altrove…e alla fine si compreranno quei quattro rimasti senza squadra o ke nessuno vuole.. La squadra vista ieri in campo con la lazio è penosa..Corini è meglio ke lasci il calcio giocato…per non parlare di Della Fiore…è meglio far giocare Ogbonna centrale; Diana senza parole… Forza Toro
Saluti by Gianmarco 

 

IL MIO – TORO
che dire, il Torino è Morto, evviva il Torino, già e la Sabauda Capitale,la prima d’Italia che ha dato il nome al Torino Fc.1906, forse in questo momento rimpiange di averlo fatto, lo direbbe a chiunque. lo direbbe chiunque abbia seguito il Toro degli ultimi anni dal dopo Borsano ad oggi, momenti di gloria nessuno, lampi di felicità pochi e distanti anni luce…Se si pensa all’ultima coppa alzata da noiche della Coppa Italia possiamo fare la nostra Champions League. Noi che nella sedia dell’Emiliano abbiamo visto passare forse l’ultima e Prima occasione di vincere un titolo Europeo…e oggi con il Presidente più Granata che da Borsano in poi, abbiamo avuto, siamo di nuovo lì sul baratro con una squadra come quella di Muller, nata per la Uefa…e…poi….scivolata…No!…non voglio pensarlo….non ci riesco voglio pensare che siamo sul burrone ma solo per librarci per un nuovo Volo…il Mio Toro…il nostro Toro…non può essere matato ancora…dall’inedia e dalla sfiga…e dagli errori…e dal Destino come già accaduto…e…Momenti meno Foschi…forse ci attendono….ma basta piangersi addosso…se siamo lì un motivo ci sarà…e allora che la Fede…ci accompagni…perchè il Toro è una Fede…e se non hai Fede…non sei del Toro…Confido nel Dio del Pallone e negli Eroi del Grande Torino che in qualche modo ci possano aiutare con il loro intercedere per i loro indegni successori…almeno per donarci ancora….un’Ultimo Volo…dove la X non sia la variabile indipendente..ma solo il segno delle nostre trasferte tutte, e l’1 (uno)…il simbolo delle nostre vittorie in casa…e forse…dico forse…ci salveremo…da un nuovo disastroso impatto…la serie….No!!…il Toro…si salverà…e Cairo avrà i suoi meriti assieme ai giocatori tutti e al Mister…qualunque esso sia…e la Maratona sarà ancora…il 12 in campo.- Io ci Credo anche se tremo…perchè il Toro è una Fede…e se non avessi Fede…non sarei del Toro!!!
A.N.

 

 

UN GIOCATORE DEL TORO CHE NON ESULTA…
Carissimi compagni di sventura.
E’ vero è solo un gioco, il Mondo ha ben altri problemi, tuttavia non riesco a descrivervi l’ amarezza che mi porto dietro per il mio Torino. Non riesco neanche a sfogarmi scrivendo un mare di parolaccie, come molti di voi colpevolmente fanno nelle chat: invito tutti i tifosi del Torino ad essere uniti, almeno noi, in quest’anno di totale crollo di tutti quei valori che ci hanno tenuto in vita in B per tanti anni. Avete notato che Natali manco ha esultato per il gol? anche le prostitute fingono l’ orgasmo per accontentare il cliente, possibile che i tifosi del Toro meritino tanto disprezzo? Anche Rosina non esulta più e cosa peggiore mi è sembrato che volutamente non appoggi un pallone a Bianchi: neppure adesso che Novellino lo ha accontentato…… Sono disperato e deluso: che cosa abbiamo mai fatto a questi giocatori se non aspettare ed incitare? Se Natali legge questa lettera chiedo una piccola cortesia a un piccolo tifoso: la prossima volta che segna faccia "finta" di godere.
Fabio da Novara

 

CONTRO CAIRO
Gentile Redazione,
Credo che Foschi sia stato messo li’ per acquietare gli animi: Cairo in comunicazione e’ un maestro… Infatti, vedrete che se arrivera’ qualcuno, sara’ al massimo in prestito. La colpa di tutto cio’ e’ la gestione ridicola di Cairo di questi ultimi 3 anni, ora lo si puo’ accusare visto i disastri che ha compiuto, anni fa quando era gia’ chiaro qual era il suo progetto si rischiava di passar dei guai mettendosi contro Cairo ( Coco, Fiore, Pancaro, il giapponese, ma ve li ricordate? ). Mettiamoci il cuore in pace, con questo si va dritti in B, tra qualche domenica sara’ anche matematico, ma continuera’ a dire che "la squadra e’ attrezzata, non servono rinforzi…". Ma cosa ha fatto Cairo? Ci ha salvato non spendendo 1 lira, dicendo che quest anno ha speso 20 mln di Euro dimenticando di dire cosa ha incassato. Che dietro a "Mister X" ci sia lui per inventarsi qualche scusa per giustificare la retrocessione ed il fallimento di quest’ anno? Cairo, basta!!!!
Filippo, Fano

 

PERCHE’? PERCHE’?
cari amici mi spiegate alcune cose:
1) perchè i nostri giocano sempre con il terrore di incontrare l’avversario?
2) perchè appena Corini si è spento non si è più giocato?
3) perchè sulla fascia dx erano sempre 3 se non 4 a scambiarsi passeggetti inutili e a pestarsi i piedi, mentre sulla sx c’e n’era 1 solo che correva avanti ed indietro?
4) perchè dopo l’uscita di Corini, Rosina ha dovuto spostare il proprio baricentro 20 m più dietro?
5) perchè i cross vengono sistematicamente fatti da metà campo e non dal fondo?
6) perchè non c’è nessuno che sappia fare una verticalizzazione, che sappia fare un cros decente o che sappia tirare da fuori area?
7) perchè i nostri attacanti devono necessariamente entrare in area per tentare di segnare?
Quanti perchè e c’è ne sarebbero tanti altri, ma ora devo lavorare e pertanto Vi saluto.
Pierluigi

 

COME SEMPRE
gentile redazione,
qualcuno si sforza di vedere dei miglioramenti nelle performance della squadra e dei singoli giocatori. A me sembra che non sia cambiato nulla nella generalità dei casi e nella media dei rendimenti, fiacchi eravamo e fiacchi siamo rimasti. Contro la Lazio ieri sera abbiamo combinato qualcosina nel primo tempo, qualcosina non gioco e non schemi, solo perchè la Lazio del primo tempo era nulla, quando poi sono rientrati in campo per il secondo tempo ci hanno fatto vedere i sorci verdi, hanno incominciato a far girare la palla velocemente e per i nostri si è fatto buio e come al solito e forse più del solito siamo andati in paranoia apparendo uno squadra d’allenamento. Mi domando solo se questi ragazzi!!!, che tra l’altro si dicono professionisti e guadagnano anche bei soldini, hanno una struttura psicologica ben salda e razionale. Mi domando questo perchè, sempre secondo il mio punto di vista, oltre ad essere giocatori di medio/basso livello soffrono probabilmente di qualche sindrome psicologica. Se questa sindrome non dovesse esistere allora dovremmo parlare di gente che sta lì solo a prendere soldi cercando di faticare il meno possibile. Ieri dicevo qualcosa di mercato, ebbene stamattina leggo che il Genoa ci sta soffiando Pelè e che se cederà Milanetto preferisce darlo al Parma piuttosto che a noi. Questa carissimi è la difficoltà del Toro: pochi soldi e giocatori che hanno perplessità a trasferirsi a Torino stante le incertezze attuali con le porte della serie B spalancate. Caro Presidente si sbrighi a fare qualcosa perchè così non ci si salva e al nostro dolore si aggiungerà per Lei un grosso danno economico…BUONA FORTUNA A TUTTI NOI.
Forza Toro
Domenico

 

SOLITO TORO
Carissima Redazione,qui deve cambiare qualcosa,ma molto in fretta,non c’è tempo da perdere. Cairo deve agire senza tentennamenti,la possibilità di salvarci esiste. Il Toro di ieri sera è stato come al solito molto confusionario, i cross per Bianchi continuiamo a non vederli,come fà ha rendere questo poveraccio, poi al primo gol chè becchiamo la squadra crolla. Io per natura sono un ottimista,a volte mia moglie mi rimprovera perchè vedo tutto rosa,ma qui anche il più ottimista va in difficoltà. Caro TORO fammi trascorrere un a buona Domenica, fà chè un Lunedi diventi normale senza sfottò. Sempre Forza TORO        
Ezio Capriolo

 

ALLA FRUTTA
Gentile redazione
Ormai siamo alla frutta.  E’ bastato che la Lazio si mettesse a giocare e ad alzare il ritmo della partita che ci siamo sciolti come neve al sole, come al solito. La squadra si pone non come avversaria sul piano del gioco. ma come sparring partner,  Sembriamo pugili suonati, il cimitero degli elefanti, gente come Amoruso, Corini, Barone, Diana, che ha avuto un passato anche in nazionale ridotti a dei figuranti. E’ stato preso Foschi, che  ha un passato di ottimo manager, ma colpevolmente in ritardo, in ogni caso non potrà incidere più di tanto per risanare questa squadra ci vogliono troppi soldi che Cairo non è disposto a spendere. Per salvare il salvabile  bisogna comunque prendere un difensore di fascia destra e due centrocampisti, ma gente da serie A, altrimenti meglio risparmiare il soldi per la prossima campagna acquisti di serie B.                                                                             Gianni

 

LAZIO-TORINO
Gentile Redazione,
non so proprio dove troviamo la forza di parlare ancora del nostro amato
toro. Anche l’altra sera abbiamo assistito alla solita figuraccia. L’inserimento di Pandev (buon giocatore ma non certo un fuoriclasse) ha  trasformato la Lazio che ha cominciato da subito a prenderci a pallonate. Francamente pero’ un giocatore non puo’ cambiare il corso di una partita o quantomeno ci sono sempre altre cause sotto… nonostante il cambio d’allenatore il toro continua a non essere squadra, i giocatori non si aiutano e hanno manie di protagonismo. Rosina ieri ha giocato abbastanza bene il primo tempo e nel secondo e’ stato  penoso e irritante. Faceva due cose: o teneva palla finche’ non aveva attorno 3 laziali e alla fine la perdeva o si incaponiva in azioni solitarie che non portavano a nulla.Piu’ di una volta avrebbe potuto servire di prima Bianchi e/o Amoruso ma non l’ha fatto o l’ha fatto in ritardo. In altri termini un Rosina cosi’ non serve a nulla anzi e’ dannoso.Invece Bianchi ieri non mi e’ dispiaciuto, mi e’ parso tonico e si e’ mosso abbastanza, quantomeno si e’ impegnato. Se non concretizza non e’ solo colpa  sua… diciamoci la verita’ quanti palloni ha potuto giocare? Quanti cross  decenti gli sono arrivati? La squadra arriva al cross molto di rado e quando ci arriva sono lenti e  difficili da corregge in porta per le punte. E poi la difesa continua ad essere fragile, un colpo di vento e vanno in  confusione (a proposito Ogbonna non e’ assolutamente pronto e lo manderei  ancora in B). Per concludere domenica non mi aspetto nulla di positivo, temo che alle 16.45  ci troveremo a -5 dal Lecce. Grazie per l’attenzione Un caro saluto a tutti i tifosi granata!
Stefano

 

MALCONTENTO GENERALE
Spett. Redazione,
ogni volta che termina un incontro del TORO noi tutti siamo qui a discutere
e penalizzare questo o quel giocatore, il Presidente, l’allenatore….ed è
giustissimo farlo, perché è nel diritto di tutti coloro che credono in una
realtà ormai sfaldata dal denaro, dagli introiti, dal mercato di gennaio e
da procuratori sciacalli pronti a mordere su di una ferita aperta da troppo
tempo.Si annusa ormai da lontano il malcontento generalizzato in tutto quello che è colorato di granata, nessun tifoso ha più la forza di reagire di fronte a offese e sconfitte, se non con la rabbia di un animale ferito. Tutto per colpa di esseri che senza mordente e carattere, distruggono e disfano tutto ciò in cui tanta gente crede. Personaggi da nomi altisonanti come i vari Rosina, Bianchi, lo stesso Amoruso, anche Sereni, non possono adesso appartenere al TORO che vorremmo, fatto solo di gente che pur meritando una sconfitta, hanno il carattere di uscire dal campo a testa alta e fra gli applausi di tifosi che comprendono i loro limiti ma che premiano il loro cuore; questi giocatori non esistono oggi al toro. Prego il Presidente di non nascondersi dietro colpi di mercato fatti di nomi, noi del TORO vorremmo solo vedere in campo 11 uomini prima di tutto, capaci di lottare, mordere il terreno, fare paura solo per la grinta e la volontà di provarci, insomma 11 ultrà. Io ci credo, malgrado il malcontento.
Ramos San Costanzo PESARO.

 

DOPO LAZIO-TORINO
Buongiorno a tutti e come sempre grazie alla redazione per l'ospitalità.

Ieri sera ho visto la partita del Torino in televisione, e ne ho ricavate impressioni piuttosto negative in verità. Tra l’altro ho anche letto sul sito che "è stata una partita parzialmente migliore delle ultime" o comunque un concetto simile. Mah! Quello che mi ha preoccupato molto è la mancanza di intensità e di grinta. I laziali arrivavano sulla palla sempre prima, anche se in svantaggio. Pochi i contrasti vinti. Poche le idee. Ho la sensazione che ci sia veramente qualche cosa che non funziona.
E speroche i pochi innesti che si riusciranno a fare permettano di salvare
labaracca (appunto, spero) Ovvio che le squadre in campo hanno valenze e obiettivi diversi, ma sinceramente dopo 20 minuti del primo tempo ho pensato "Mamma mia
sedomenica a Lecce giocano così ne prendono 5" Nessuno che si smarcasse, nessuno che andasse a raddoppiare le marcature,pochi movimenti senza palla, lentezza nei recuperi, praterie lasciate libere per gli avversari e pressing praticamente nullo, nessuno che accompagnaval’azione. Le uniche cose un po’ meno peggio che ho notato sono state le discese di Ogbonna, qualche buono scambio tra Abate e Rosina e un bel colpo di testa di Bianchi sull’unica palla giocabile che è  passata dalle sue parti e la grinta di Dzemaili. Il resto mi ha lasciato molto  molto perplesso. Ho avuto l’impressione che anche i fondamentali (stop tiro controllo della palla e contrasti) siano un po’ approssimativi, ma non esiste più il fatto di insistere sui punti deboli per migliorare? Non so se l’innesto di qualcuno
(importante o meno, non voglio un nome sia chiaro…) possa servire a
risolvere i problemi, e non so nemmeno se sia il modulo. Ho trovato
veramente fuori luogo quel tentativo di Rosina da metà campo… forse
disperato o di rabbia, spero solo che non fosse un tentativo
alla Maradona. Sinceramente sono deluso, svuotato, perplesso, basito,
scoraggiato, senza parole. Non smetterò mai di tifare Toro, ma quello di
ieri sera mi è sembrato proprio poco Toro e molto squadretta… Ho la
pessima sensazione che se non si inverte in fretta la rotta… il futuro
difficilmente sarà roseo. Cordialmente (e spero vivamente di sbagliarmi!)
D. V.

 

SEMPRE LE SOLITE COSE…MA NON TROPPO
Buongiorno cari e pazienti amici della redazione.
Comunque..cosa dire? solo che come sempre il nulla avanza, nel senso che ne abbiamo in eusubero. Foschi? beh dopo quattro anni invece di licenziare tutti quelli che vogliono bene al Toro prende un Dirigente Cairo prende un Dirigente capace e con la lingua tra i denti. Non male, ma comunque tardivo, non basterà a salvarci dalla retrocessione. E pensare che c’è chi credeva che senza :una sede sociale, uno stadio, un campo d’allenamento, una struttura societaria completa , il Tutto di proprietà enella città di apparteneza si voleva andare in coppa Uefa (credo, statisticamente il peggior momento in 102 ANNI). La domanda avanza feroce tra le meningi?cosa farà una volta in serie B laddove ancora + che in serie A ci vogliono gli attributi e possibilmente unità di intenti tra tutte le componenti di una società e non guasta un po’ di attaccamento alla maglia? Si fa rifare la squadra da quattro poveri cristi innamorati del Toro e poi forse raggiunta la serie A (forse) cilindra i futuri NIcola Muzzi Brevi De Biasi? Lo so si ripetono sempre le stesse cose.Ma il Toro , l’ultimo barlume è stato un guizzo di Muzzi. La vedo dura a Lecce..19 anni dopo…. Povero wan..non se lo merità….lui farà la figura di quello che ci accompagna in serie B e l’altro continua a spacciarsi per il Salvatore…Lo sò siamo attanagliati dalla paura che ci venda a chiunque e quel chiunque adesso che la restaurazionedel Calcio si è fatta reale si tema sia un altro rigatino. Un mio amico mi diceva che esistono 4 tipi di persone: gli intelligenti volenterosi (il meglio+/-), gli intelligenti indolenti, gli sciocchi  indolenti e gli sciocchi volenerosi (il peggio), temo che il Presidente del Torino appartenga a quest’ultima categoria. Mah..noi del Toro possiamo anche credere ai miracoli..sono il nostro pane quotidiano, ci aggrappiamo a questa ipotesi che è quasi una preghiera. Magari Foschi Novellino e Santa Maratona faranno il miracolo di trasformare un gruppo di gicatori di calcio che non vedono l’ora di essere ceduti in un gruppo vincente. Non porto rabbia nei confronti di questi giocatori: schiacciati da una storia più grande di loro, senza nessuno che li abbia introdotti a questa storia rendendoli  consapevoli di cosa rappresentano, nessuno che li abbia invitati gentilmente che gli abbia aperto i portoni di un Filadelfia per dirgli:" ecco casa vostra adesso"… Anche io avrei difficoltà a difendere a spada tratta una famiglia che non conosco e non sò essere la mia…. Stiamo vicino alla squadra e magari boicottiamo la Longobarda football club. Non spero + di essere convinto del contrario dal presidente, in 4 anni è riuscito laddove nemmeno Cimminelli e Moggi han riuscito. Uno che preferisce cilindrare un Fantini spendere 7 milioni per Bianchi e non trova il coraggio di  tirare fuori quei 3 milioni che insieme ai fondi della regione e del comune permetterebbero la ricostruzione del Fila. Ecco cosa..l’idea siccome carta canta e le immagini video anche….e visto che si era presentato dicendo:"Mi sun nen un cuntabale"..se andiamo in serie B e ci vende…come risarcimento per  I DANNI SUBITI prima di andarsene ricostruisca ll Fila.. E’ il minimo dopo tutto quello che ci ha fato patire, così entrerebbe nella Storia del Toro e non nella cronaca delle nefandezze inflitteci,dai Goveani Calleri Vidulich Novelli Cimminelli e l’attuale Cairo, ma  come colui che ha RICOSTRUITO IL TEMPIO. Siccome comunque spera di passare alla storia di cui prima, rammento a noi tutti ed anche a lui che ci hanno salvato: il Lodo, Fantini, Nicola, Brevi, e DeBiasi e 60000 persone e che si trova sulla poltrona del Presidente del Torio grazie ad una città che è scesa in piazza un sindaco che si è esposto, che gli ha anche regalato uno stadio.  Un saluto affettuoso
Andréa Morè 

 

IL TORO NON C’E’ PIU’
Ho già scritto due volte in precedenza: la prima difendendo il Presidente, la
seconda criticando un po’ il Presidente (sollecitando l’arrivo di una figura
importante in società). Ora, post-Lazio e post-ingaggio di Foschi, dopo aver letto le storie più strane circa l’assunzione di quest’ultimo (ormai il gossip regna sovrano intorno al Toro….) leggo commenti simil-positivi sulla prestazione del Toro all’Olimpico (barlumi di ripresa, segnali di vita, e compagnia cantando…), con pagelle (seppur discordanti), sufficienti.  Siamo seri….abbiamo assistito ad un primo tempo che, definirlo noioso è una forzatura. Abbiamo retto l’incontro perchè le squadre giocavano "corte" in 25 metri, nella confusione più totale, senza un’ azione con quattro tocchi consecutivi delle 2 compagini. E questo lo chiamiamo spettacolo (perchè mi dicono che il calcio, lo è diventato…)?  Nel secondo tempo, l’amante del calcio (e quindi non me, accecato dalla passione per il granata), è stato probabilmente interessato da alcune giocate in velocità della Lazio, sicuramente non dalla nostra manovra. Su! siamo seri, che spettacolo ha offerto il Torino, se non la simpatia, che sempre si accorda al più debole? Non dimentichiamo che la Lazio oltre a segnare tre gol (tutti bellissimi), ha colpito due pali e fallito almeno tre chiare occasioni da rete. Quindi basta difenderci in nome della tradizione, del tremendismo, della sfiga, della tifoseria passionale e di quanto altro leggiamo da mesi a questa parte. Togliamoci una volta per tutte le bende dagli occhi: non siamo in grado di competere a questi livelli, al livello delle altre di serie A. Accusiamo la stessa differenza che intercorre fra una rappresentazione teatrale di paese ed una "prima" All’Alfieri, fra un film di bassa lega ed una prima visione. Questo è lo spettacolo che offriamo… Qualcuno di Noi, in uno sforzo critico, ha provato a rapportare lo spettacolo offerto da Inter-Roma (sempre Coppa Italia) o del Milan (che qualcuno di noi ha il coraggio di definire "rifugio di ultraquarantenni"), con le nostre ultime due apparizioni? (da tutti i giornali definite confortanti). E smettiamola di dire che è colpa dei giocatori, dell’allenatore (tutti bravissimi quelli che abbiamo avuto), dei preparatori, del Presidente, dei magazzinieri, di mister X, della Stampa, di Tuttosport, delle condizioni meteo, dello stadio, del Fila, di Chiampa, di Novelli, di Berlusconi ecc.ecc. La colpa è nostra, che, a fronte di questi spettacoli, dobbiamo semplicemente comportarci come ci comportiamo in altri ambiti: il Ristorante abituale è troppo caro rispetto alla qualità? cambiamo ristorante o stiamo a casa. Quel regista fa dei film che non ci piacciono? Ci orientiamo su altri film! L’automobile ci dà continui problemi? Magari a rate, ma la cambiamo!  E, se per caso, siamo degli stoici masochisti, andiamo allo stadio indifferenti, ognuno per i nostri motivi, ognuno con i nostri ricordi, dai profumi ai colori;  ma per favore lasciamo stare il TORO, e Ferrini, e Rosato e Cereser e Bui e il Grande Torino e Zaccarelli e Sala e Pulici (quello fu l’ultimo Toro-idea)!  Il Toro non esiste più e non esisterà più come noi lo abbiamo idealizzato. E’  spettacolo, e ci sono spettacoli di serie A e di serie B.
Domenico Vallino

 

WAN HA FATTO IL SUO TEMPO
Spett.le Redazione, premetto che non sono mai stato un mangiallenatori e che ero contrario alla cacciata di De Biasi. Anzi, sarei stato anche favorevole, dopo Toro-Fiorentina, ma non per riprendere Novellino. Purtroppo WAN ha fallito già l’altr’anno con il Toro e Cairo non fa che ritornare sui suoi errori. La squadra giochicchia neanche malaccio, poi si squaglia come neve al sole al primo goal subito. Gli uomini ci sono, ma manca l’amalgama, proprio ciò che rende 11 uomini una squadra. Novellino è sempre titubante sulla formazione da mandare in campo ed è pure riuscito a litigare con alcuni degli uomini migliori. Bisogna avere il coraggio di cambiare ora prima che sia troppo tardi. Speriamo che Foschi lo faccia capire al presidente. Dentro Camolese uno che il Toro ce l’ha dentro, anche perché i migliori allenatori emergenti (Giampaolo, Ballardini, Gasperini) sono già tutti impegnati.
Marco C. (Torino)

SEMPRE GLI STESSI ERRORI
Egregia Redazione
Si stanno commettendo gli stessi errori da tre anni a questa parte.
Errare è umano ma perseverare….Campagna acquisti sbagliata in sede di allestimento della squadra, e campagna di riparazione a dir poco ridicola; centinaia di nomi accostati alla maglia granata, che poi, puntualmente, o si accasano da qualche altra parte o l’indomani arriva la secca smentita sul nostro interessamento. Ma che razza di modo è questo di gestire una società! Prima che sul campo, facciamo ridere a livello societario, senza serietà,senza programmazione, tutto lasciato al caso e alla falsa carità di qualche società, che invece pensa solo a sbolognare i pensionandi o i brocchi che si ritrova (e noi come degli allocchi ci caschiamo sempre). Spero che con l’arrivo di Foschi (che è un uomo d’esperienza e immagino e spero con buoni agganci) la musica possa cambiare; anche se, almeno fino ad ora, i risultati tardano a vedersi. Le altre pericolanti (vedi ad es. Bologna e Chievo) si stanno rinforzando, e anche in maniera adeguata, e noi? Io , purtroppo, già so come andrà a finire; si aspetterà l’ultimo giorno di mercato, e ci continueranno a prendere in giro, facendoci credere di aver adeguatamente rinforzato la squadra prendendo il solito nonnetto, lo svincolato, parametro zero o il prestito di turno. Cairo sveglia!  Non ti stiamo chidendo di prendere Kakà o Ronaldinho, ma per lo meno finiscila di prenderci per i fondelli! Un saluto
Massimo R.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy