Giorgio Venturin, dal vivaio granata alla finale di Amsterdam

Giorgio Venturin, dal vivaio granata alla finale di Amsterdam

Figurine / 48 anni oggi per l’ex centrocampista prodotto del settore giovanile: un matrimonio sbocciato a più riprese

Spegne oggi 48 candeline Giorgio Venturin, ex centrocampista la cui carriera si è fortemente tinta di color granata. Prodotto del settore giovanile del Torino, il giovane viene aggregato alla prima squadra già nella stagione 1987-1988 senza trovare però l’esordio.

Dopo un’annata in prestito al Cosenza, sboccia invece definitivamente all’ombra della Mole nel campionato 1989-1990 e rimane in maglia granata per le successive cinque stagioni – fatta eccezione per una breve parentesi al Napoli – nelle quali il rapporto con la tifoseria si solidifica.

Venturin è protagonista di episodi indimenticabili: dalla vittoria della Coppa Italia 1993 alla doppia maledetta finale di Coppa UEFA contro l’Ajax, partendo negli undici titolari in entrambe le sfide.

Parte poi per altri lidi: Lazio, Cagliati, Atletico Madrid. Ma il legame con il Torino è importante e torna ancora in Piemonte nel 2000-2001, ottenendo così la seconda promozione in maglia granata. Dopo un’altra stagione, Venturin si separa definitivamente da piazza e società: per lui 189 presenze totali al Torino, condite da otto reti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy