I soliti errori

I soliti errori

SIAMO ALLE SOLITE
Cosa dire………..siamo alle solite.  “Buona prestazione, ottimo gioco nel secondo tempo, siamo stati sfortunati nel finale” ma alla fine cosa raccogliamo? NULLA…
Sinceramente preferisco commenti del genere “Brutto gioco, partita scialba, pessima prestazione dei singoli” ma con tre punti da aggiungere alla classifica.
Ragazzi continuando…

SIAMO ALLE SOLITE
Cosa dire………..siamo alle solite.  “Buona prestazione, ottimo gioco nel secondo tempo, siamo stati sfortunati nel finale” ma alla fine cosa raccogliamo? NULLA…
Sinceramente preferisco commenti del genere “Brutto gioco, partita scialba, pessima prestazione dei singoli” ma con tre punti da aggiungere alla classifica.
Ragazzi continuando in questa maniera e con questo allenatore si va diretti in serie B, non ci illudiamo di una vittoria ogni 3/4 domeniche, il gioco a sprazzi non porta a nulla serve continuità nel gioco
Speriamo bene (ma ormai ci credo poco) per domenica con il MILAN !!!!
Francesco da Roma

 

PUNTI DI VISTA
Carissima Redazione,
non ci siamo proprio. A partire dai commenti di alcuni editoriali sul sito per finire alle interviste dei protagonisti.
Ieri il toro ha fatto pena!! E’ inutile girarci intorno, ha fatto due/ tre passi indietro, in raffronto  alle ultime prestazioni.
Al di la’ che abbiamo una difesa ridicola (anche se ci fosse Natali), un allenatore che non sa leggere le partite, ad esempio ieri sul pareggio di rigore andava subito inserito Rosina, anche se non in condizioni ottimali, con qualche accelerazione poteva comunque mettere in difficolta’ la difesa siciliana.
Basta poi con le solite interviste che il Toro meritava, senza goal annullati avremmo dei punti in piu’, ma li avremmo comunque se avessimo vinto con Reggina, Chievo, Lazio e Cagliari, quindi poche scuse!
Ci sono squadre che parlano poco e fanno punti.
E per chiudere, domenica prossima arriva il Milan e anche se sono contro gli esoneri, in caso di sconfitta, DB deve essere sostituito.
Dubito comunque che questa squadra e con questi giocatori, potremmo avere quest’anno qualche soddisfazione.
Saluti
Gigi

 

INGENUI, COME SEMPRE
Gentile Redazione e cari tifosi,
trovo davvero assurdo che si riesca a far segnare tre reti a Mascara, che è un discreto giocatore e niente più. Credo sia la sua prima tripletta e anche l’ultima della sua carriera. Un Toro volenteroso e ancora in credito con la classifica quanto ad impegno, ma troppo ingenui dietro. Sarebbe troppo facile sparare sulla difesa.
Purtroppo non riusciamo mai a schierare la difesa titolare al completo e i risultati si vedono. Pesa sull’economia della squadra anche la continua assenza di Rosina e Bianchi che avrebbero dovuto fare la differenza, ma che evidentemente sono completamente fuori forma. Ora con il Milan è dura e alle spalle Reggina e Bologna si avvicinano pericolosamente.
Grazie e un saluto a tutti
Renato

 

CI RISIAMO…
gentile Redazione bn.giorno.
Soliti errori di squadra;
Soliti errori individuali;
Solita formazione sconclusionata;
Solita sufficienza e supponenza in campo;
Solita incapacità di vedere ed interpretare la partita;
Solita mancanza di temperamento e personalità.
Solita incapacità di sfruttare palle inattive.il tutto uguale, discreto gioco – ZERO PUNTI !
Quando Cairo capirà che il responsabile di tutto ciò e il nostro caro   allenatore!
Cosa aspetta che sprofondiamo ancor di più  nel morale e nella   classifica per accorgersi che bisogna assolutamente cambiare ?
Se prendiamo gol ad ogni partita per colpa di DISTRAZIONI individuali non è colpa dell’allenatore che non è capace di motivare i giocatori ? Non è colpa dell’allenatore saper leggere il momento e   provvedere al cambio?
Si può giocare sempre con due punte che punte non sono?
Giocar benino e fare zero punti non può essere una dote ma una GROSSA  Lacuna,specie quando ciò si ripete quasi settimanalmente;
-Temperamento, voglia di vincere,rabbia in campo, chi deve inculcarla   nella testa dei giocatori se non l’allenatore?
-Come fare per non farsi raggiungere dopo appena un minuto dall’   essere passato in vantaggio?,chi deve saper predisporre la squadra se   non l’allenatore?
-Se la squadra va in campo con sufficienza e…supponenza,chi deve   porci rimedio se non l’allenatore?
-Se la squadra non ha nessuna capacità di sfruttare palle inattive,di   chi è la colpa se non dell’allenatore che non allena a questa bisogna ?
Ora se l’allenatore non è capace di fare tutto ciò, quest’anno e non   solo, ha dato una dimostrazione lampante  di tale incapacità, cosa   aspetta a dimettersi?  Toglierebbe Cairo da un gravissimo imbarazzo (che lui comunque si è voluto – "chi è causa dei propri mali pianga   se stesso "!)
Stamani un noto quotidiano torinese spara in prima pagina – "i soliti   errori,Ora BASTA!"
Lo stesso giornale,con il medesimo giornalista, alcuni giorni fa   lodava il nostro allenatore quasi a chiedere scusa di aver   velatamente criticato nelle settimane precedenti,l’operato di   GDB,oggi si riaccorge che siamo alle solite. Il solito Toro con i   soliti mali inguaribil.
Ci vuole coerenza e bisogna vedere le cose con realtà.
Il problema è l’allenatore. Lo dico da sempre e purtroppo i fatti non   mi smentiscono,anzi!!!
Bisogna assolutamente dire basta a questo stillicidio se non vogliamo   che anche quei giocatori giovani che hanno ancora un pò di entusiasmo   e grinta si lascino andare!
Grazie per l’ospitalità e sempre forza TORO
Osvaldo M. – Pescara

 

SI PUO’ DARE DI PIU’
Gentile Redazione,
l’ennesima sconfitta con il solito metodo ovvero partita ben giocata, a sprazzi dominata, ma nel momento topico svarione difensivo, gambe   che tremano e palla nel sacco!!!
Il presidente ha ragione, credo che sia anche lui e soprattutto lui   stufo di vedere la sua squadra buttare via i punti in questo modo, si   rischia di arrivare a fine campionato e dire: peccato questa squadra   non meritava la retrocessione!!!
Con questo passo il rischio è grosso visto che è dall’inizio dell’anno   che bisogna per forza far credere a noi tifosi che questa squadra è   nata per salvarsi alla penultima partita, ma visto i fatti sembra che   i primi a crederci siano proprio i giocatori!!! Ditemi come fa una   squadra con i giocatori del Toro a prendere due gol come il primo e   l’ultimo, senza commentare i metodi da 3^ categoria del Catania che   pur di fare gol mostrano il deretano!
Bisogna cominciare con il dire, pensare e credere che il Toro non è   squadra costruita per lottare per la salvezza fino all’ultimo, il   pres. ha speso davvero tanto e abbastanza bene, i giocatori hanno un   monte stipendi da zona Uefa, e l’allenatore è una persona vogliosa di   successo, quindi basta con il dichiarare la "balla" della salvezza   alla penultima partita, questa squadra a partire dal presidente,   passando dai giocatori tutti e finendo con l’allenatore è calibrata   per finire onestamente a metà classifica soprattutto nella parte sx   della stessa, ovvero viaggiare sempre in acque tranquille forse anche  per allentare la pressione di noi tifosi che da anni ormai soffrono   ogni domenica l’impossibile!
Quindi basta dire meritavano di più bisogna dire e soprattutto credere   che:
SI PUO’ DARE DI PIU’!!!
Forza Toro
Marco M.

 

TRISTEZZA
Gentile Redazione,
non sono solito a scrivere dopo una sconfitta in quanto mi rintano in me stesso e preferisco non sentire parlare di calcio fino al venerdì, ma questa volta vorrei dire la mia se mi è consentito.
La mia parola suppongo sia anche l’idea di tanti tifosi che troppo spesso, anzi ormai quasi sempre, si sentono amareggiati dalle 17 della domenica fino al sabato successivo; vorrei evitare di sprofondare nelle imprecazioni, nei rancorosi schiaffi di penna che spetterebbero a tutti i giocatori e dirigenti di una squadra che ogni santa domenica prende batoste da squadre che contro di noi sembrano il Manchester Utd…ma questa volta e quest’anno no. La squadra gioca bene, a sprazzi lotta e convince ma inesorabilmente perde.
Come si spiega questa situazione paradossale? Insomma anche ieri il De Biasi per quale motivo assurdo non ha compreso le difficoltà di  giocatorI come Dzemaili e Diana? Perché non comprende che la miglior difesa è l’attacco?
Perché, insomma, ha paura???
A queste domande è necessario dare una risposta e trovare una soluzione….adesso anche noi tifosi abbiamo paura dei timori del TORO.
Ramos – San Costanzo PESARO

 

IMPARARE A FARE I TIFOSI
Impariamo a fare i tifosi…impariamo a fare da genitori al nostro TORO, nato appena da 3 anni e 2 mesi!
Erano i tempi dell’università, anni che per molti aspetti rappresentano una seconda vita per la maggior parte dei ragazzi.
Sono gli anni della crescita culturale e umana di ogni individuo, anni in cui si esce dal proprio fortino (rappresentato dai genitori e dalla città in cui si è cresciuti…dagli amici di infanzia e dai primi amori) per affrontare a viso aperto la vita.
Sono anni difficili, in cui si è messi giorno dopo giorno alla prova.
Nella mia città, dopo 18 anni, potevo considerarmi forte…avevo le mie certezze, prendevo i miei bei voti a scuola…mai rimandato né bocciato. L’impatto con un nuovo mondo però, quello universitario e a 700 Km di distanza da casa, non è stato per nulla facile.
Sono iniziate le prime difficoltà e le prime delusioni scolastiche.
Studiavo, ma non rendevo al meglio…il primo esame un 19! E dopo aver studiato tanto. Ricordo ancora la mascherata delusione di mio padre al telefono.
Procedo con alti e bassi fino ad arrivare a due anni di buio assoluto…2 esami in due anni!!!
Una tragedia!
Studiavo ma non rendevo…ed era difficile da concepire e da spiegare ai miei genitori! Mi sentivo un fallito, anche se da parte loro c’è stata sempre molta comprensione e aiuto.
Abbiamo discusso molto il problema, lo abbiamo affrontato e devo dire che siamo riusciti a risolverlo.
Non sto qui a spiegarvi come, non è importante…ma credo che la molla di tutto sia stato il confronto avuto con i miei che hanno sempre creduto in me. Da questo ho trovato la forza e lo spirito per risollevarmi. Sette esami in neanche un anno (sto parlando di ingegneria e del vecchio ordinamento universitario…non della farsa 3+2).
Perché dico questo?
Perché secondo me il TORO si trova in una situazione analoga.
Si applica ma non rende come sperato…non raccoglie i frutti del proprio dispendioso lavoro settimanale.
Quante volte ho sbagliato un esame scritto per aver scritto un meno al posto di un più?
Troppe…classici errori di distrazione! All’università però pensavo “Ma sì dai, ho fatto tutto il procedimento giusto…il Prof. ne terrà conto e passerò ugualmente l’esame!”. Neanche per idea! E me la prendevo con Prof.! Ora capisco che faceva bene…se non lo avesse fatto probabilmente commetterei ancora tanti errori di distrazione (ne commetto ancora, ma molti meno…chi è non ne commette?).
Il TORO deve migliorare in questo…deve minimizzare gli errori, commetterne meno degli altri e restare concentrato per tutti i 90 minuti più il recupero.
Noi invece dobbiamo migliorare nella comprensione. Dobbiamo dare fiducia all’ambiente e dobbiamo aiutarlo a migliorare criticando in modo costruttivo, evidenziando le cose che non vanno e suggerendo eventuali punti di miglioramento. Non basta far saltare una o più teste per risolvere i problemi…lo abbiamo già fatto per due anni consecutivi e questa tecnica non ha pagato.
A mio avviso questo sarebbe un voler scansare i problemi, non saperli o non volerli affrontare nella maniera giusta.
Spero che noi tifosi cresceremo in fretta sotto questo aspetto. Sono convinto che dalla nostra maturità e dalla nostra crescita dipenda il futuro del nostro bimbo…del nostro amato TORO!
Malcom

 

CERCASI
Cercasi disperatamente 40/42 punti e possibilmente squadre che nelle ultime partite ,non avendo più obbiettivi si mettano la mano sul cuore …….per non spingerci verso la infamante serie B……..!!
Giansca

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy