Il 4 maggio di… Paolo Chillè

Il 4 maggio di… Paolo Chillè

Ha fatto il giro del Piemonte in bici Paolo Chillè, messinese giovane di spirito con 71 anni portati splendidamente.
Perchè oggi è venuto fin qui ?
E’ una ricorrenza triste ma bella al tempo stesso. Mi fa pensare a quel tragico giorno del 49 quando avevo 13 anni e mentre ero alla fermata dell’autobus a Messina sentivo la gente che ne parlava. Ogni tifoso granata spera sempre che possa tornare una…

Commenta per primo!

Ha fatto il giro del Piemonte in bici Paolo Chillè, messinese giovane di spirito con 71 anni portati splendidamente.
Perchè oggi è venuto fin qui ?
E’ una ricorrenza triste ma bella al tempo stesso. Mi fa pensare a quel tragico giorno del 49 quando avevo 13 anni e mentre ero alla fermata dell’autobus a Messina sentivo la gente che ne parlava. Ogni tifoso granata spera sempre che possa tornare una squadra forte sotto tutti gli aspetti come quella.
Cosa è per lei il Toro ?
La squadra del mio cuore da quando ho sette anni, quando seguivo tutte le domeniche le radiocronache di Carosio (che esordì come radiocronista durante un derby della Mole ndr). La mia passione è tale che ha coinvolto anche i miei tre figli.
Cosa pensa della marcia ?
Ci sarò senza dubbio. E’ un avvenimento che riscuote ammirazione anche per chi non tifa Toro.
Cosa pensa della squadra attuale ?
E’ stata una grossa delusione perchè non vedo i giocatori lottare in campo quanto vorrei. Tuttavia è il momento di dare il massimo sostegno a Cairo, De Biasi e tutti i giocatori.
Si salverà ?
Sono molto fiducioso che in queste ultime quattro gare il Toro possa fare 8 punti vincendone due in casa e pareggiando quelle fuori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy