Il 4 maggio granata: riconoscersi umani e appartenenti ad un popolo

Il 4 maggio granata: riconoscersi umani e appartenenti ad un popolo

Per un ricordo degli Invincibili che non sia mai fine a se stesso

4 maggio

Un giorno che retoricamente, non è mai come un altro. Anche questo 67° 4 maggio non fa eccezione al bellissimo “moto spontaneo”, passionale e sinceramente buono di cui si rende protagonista tutto il mondo legato al Torino, ai suoi colori, alla sua storia, al suo significato. Oggi è giornata di commemorazione e di ricordo, ma di un ricordo che non deve essere retoricamente fine a se stesso. E per il Torino, non lo è mai. Onorare i caduti di Superga ti fa sentire davvero granata, che si stia per retrocedere o che si lotti per l’Europa: ci sono emozioni che si provano a prescindere, che tu sia più o meno cosciente di quello che stai provando. Lo si diventa, coscienti. 

Oggi pomeriggio Glik e compagni saliranno sul Colle di Superga, e il capitano leggerà i nomi dei calciatori, dirigenti, giornalisti e personale di volo periti esattamente lì, esattamente a quell’ora, nel 1949. Ci sono poche cose che provocano un tale trasporto nell’essere umano come quelle che hanno a che fare, appunto, con il senso di “umanità”. E il popolo granata, in questa particolare ricorrenza, è orgogliosamente intriso di questa umanità. Un’umanità forte, rabbiosa, che diventa amore e rispetto religioso verso altri uomini granata, simbolo di una Nazione e di una città. Il 4 maggio è prima di tutto questo: riconoscersi come esseri umani, uniti nella fede granata – certo, ma prima di tutto uomini che onorano chi ha visto spezzarsi la vita in maniera così drammatica e totale coinvolgendo nello stesso dolore profondo milioni di persone. E diventando, poi, Leggenda per ciò che hanno dimostrato di essere da vivi, per tutto quello che hanno rappresentato per Torino e per l’Italia. 

“Restiamo umani”, diceva l’attivista Vittorio Arrigoni, e traslando il suo messaggio di pace in un altro contesto,  nessuno – almeno in ambito calcistico, può capire meglio del popolo granata cosa questo significhi davvero significhi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy