La Fondazione Filadelfia incontra i Toro Club

La Fondazione Filadelfia incontra i Toro Club

Verso la ricostruzione / Il ruolo fondamentale della tifoseria, nella rinascita del Tempo degli Eroi

Sabato mattina, prima di Torino-Roma, oltre quaranta Toro Club hanno avuto l’occasione di incontrare la Fondazione Filadelfia. Un’iniziativa in cui l’Associazione ToroMio ha fortemente creduto, impegnandosi al pari di quanto fatto per fare esporre il leggio davanti alla vecchia sede del Grande Torino, esposto proprio il 3 dicembre scorso, in occasione dei 109 anni del Torino.

Tra i club presenti, molti sono arrivati qui, partendo ad di fuori del Piemonte. Come il Tc Fedelissimi Pesaro, il Tc Meroni Milano, il Tc Picciotti Granata e il Tc Osimo e il Tc Alassio. L’evento si è svolto in una location vicina allo stadio, grazie alla disponibilità offerta dal dottor Roberto Peretti, granata da sempre e socio dell’Associazione ToroMio.

I vari rappresentanti si sono ritrovati infatti presso il Centro Fisio & Lab di Corso Agnelli 109, luogo legato ai colori granata anche per il fatto che i calciatori del Toro lì curano la propria riabilitazione dagli infortuni. Hanno collaborato all’organizzazione ovviamente anche la Glebb & Metzger, l’agenzia di comunicazione che sta curando la campagna di raccolta fondi per la Fondazione Stadio Filadelfia.

Fila, Filadelfia, Torino, Toro
Un mese di lavori al Filadelfia (foto webcam Fondazione Filadelfia)

Erano presenti per i vertici della Fondazione il Presidente del Consiglio Direttivo Cesare Salvadori, il Presidente del Collegio dei Fondatori Giancarlo Bonetto ed i consiglieri Domenico Beccaria, Andrea Voltolini e Gianluca Vignale, delegato della Regione Piemonte.

A moderare l’incontro Beppe Gandolfo. Ospite d’eccezione il granatissimo Mauro Berruto. Il presidente della Fondazione Cesare Salvadori ha presentato lo stato dell’arte a livello di avanzamento lavori.

Quindi Mauro Berruto ha testimoniato, partendo dalla sua esperienza di tifoso granata, quanto, senza il Filadelfia, il Torino non possa essere veramente sé stesso. Da ciò l’importanza basilare che quanto prima il Toro possa tornare a casa.

A seguire Bonetto, Beccaria e Vignale con i loro interventi hanno spiegato anche loro l’importanza della rinascita del Fila. Il consigliere regionale Vignale ha anche rassicurato la platea circa la certezza dell’apporto economico della Regione a prescindere dalle voci preoccupanti attorno al bilancio dell’ente.

Tutti hanno poi sottolineato anche l’importanza di portare a termine il progetto in maniera completa. Ovvero non solo l’area sportiva ma anche quella socio-aggregativa su Via Giordano Bruno, dove sorgerà il Museo. I fondi raccolti dai tifosi andranno comunque prima a completare il c.d. lotto 2 costituito dai completamenti relativi all’area sportiva costituiti dalla finitura della foresteria per le giovanili, dai pennoni commemorativi da collocare nel piazzale della memoria e dalla realizzazione di spogliatoi supplementari per rendere ulteriormente fruibile l’impianto anche in occasione di eventi che non interessino strettamente la prima squadra del Torino Fc.

CLICCA IN ALTO A DESTRA E CONTINUA A LEGGERE NELLA PROSSIMA SCHEDA

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy