La paura della B e le colpe di Zaccheroni

La paura della B e le colpe di Zaccheroni

 

da Sergio

Vorrei capire perchè la Maratona non ha rispettato il minuto di silenzio: atteggiamento che non condivido…peccato…peggio questo della sconfitta:non è da Toro

Da Fulvio

IO HO CANTATO DURANTE IL MINUTO DI SILENZIO NON PER MANCANZA DI RISPETTO NEI CONFRONTI DEL POLIZIOTTO UCCISO A CATANIA MA  PERCHE  RITENGO DI ONORARE IN UN MODO DIVERSO DAL MINUTO DI SILENZIO LA MEMORIA DI QUEST’UOMO,…

 

da Sergio

Vorrei capire perchè la Maratona non ha rispettato il minuto di silenzio: atteggiamento che non condivido…peccato…peggio questo della sconfitta:non è da Toro

Da Fulvio

IO HO CANTATO DURANTE IL MINUTO DI SILENZIO NON PER MANCANZA DI RISPETTO NEI CONFRONTI DEL POLIZIOTTO UCCISO A CATANIA MA  PERCHE  RITENGO DI ONORARE IN UN MODO DIVERSO DAL MINUTO DI SILENZIO LA MEMORIA DI QUEST’UOMO, NON VOGLIO CHE NESSUNO DECIDA PER ME QUELLO CHE DEVO FARE O CHE COMPORTAMENTO DEVO TENERE, HO
REGOLARMENTE PAGATO UN ABBONAMENTO E SONO LIBERO DI ESPRIMERE LE MIE OPINIONI NEL RISPETTO DEL VIVERE CIVILE , MI RAMMARICA CHE SI FACCIA TUTTO QUESTO PARLARE QUANDO IN ALTRI SETTORI MOLTE PERSONE MUOIONO , TRA QUESTE MOLTI DELLE FORZE DELL’ORDINE MA NON SI FACCIA NULLA O MOLTO POCO ( CPT AD ESEMPIO, DROGA E MOLTO ALTRO ). PENSATE A SANARE IL CALCIO , ALLORA VEDRETE CHE TUTTI I TIFOSI SI SENTIRANNO DELLA MEDESIMA SERIE , TOGLIETE IL BUSINESS E VEDRETE COME SI RITORNEREBBE A VIVERE LA PARTITA CON TUTTA LA FAMIGLIA. MA SIETE TUTTI MOLTO  LEGATI  AI SOLDI E QUINDI CONTINUATE A PARLARE DI UN CERTO SIGNOR MOGGI LO SI INVITA  PURE NEGLI ISTITUTI SUPERIORI , VERGOGNA SONO PERSONE COME QUESTE CHE DOVRESTE AVERE IL CORAGGIO DI ESTROMETTERE TUTTI VOI GIORNALISTI .

Credo che ognuno abbia il diritto di manifestare civilmente le proprie opinioni nel rispetto del prossimo. Per questo dopo la partita con l’Udinese ho contribuito a spiegare le ragioni degli ultras. Lo stesso rispetto e la stessa considerazione che si chiede però, bisogna essere disposti a riconoscerlo al prossimo, perché il fondamento stesso del diritto è il dovere. E se si vuole essere ascoltati e compresi bisogna essere i primi disposti a farlo con il prossimo.

Da Francesco

Testo: Vorrei dire pochissime cose. Ieri sono riuscito anche a non restare deluso da questo toro, non tanto per i giocatori che l’impegno quanto meno
lo dimostrano, ma per i dirigenti, presidente e co. che hanno dimostrato il
loro fallimento. Ormai regna sovrano lo spettro dell’ennesima retrocessione
che tanto spettro a mio avviso non è; anche questi uomini sono riusciti a
far calpestare la dignità di questa squadra, o in un modo o in un altro.
Chiunque viene al toro lo fa per distruggerlo. Mi viene in mente una frase
del presidente Cairo quando ha sostenuto l’ultimo giorno di riparazione al
mercato " ormai sono rimaste briciole" dopo aver avuto un mese di tempo per pensarci evitando anche di prendere in giro i tifosi del toro. Evidentemente anche lui è venuto al toro per fare i suoi interessi. Come si fa ad acquistare giocatori nel mercato di gennaio e prenderli rotti, quindi non facendoli giocare. Bisogna prendere esempio da altri uomini. Ho fatto l’abbonamento per vedere il mio toro ma ora sono convinto che ho sottratto soldi ai miei bambini in quanto avrei fatto bene a spenderli diversamente comprando qualche giocattolo in più e trovando maggior soddisfazione, sicuramente,  nel vedere accresciuta la loro gioia Ci dobbiamo vergognare!!!!!!!!! Ormai il toro è in B

Piano con il pessimismo, i conti si faranno alla fine e ci sono ancora 15 partite in cui tutto può ancora accadere. Certi discorsi si potranno fare solo a fronte di evidenze oggettive, fino a quel momento guai a smettere di combattere sul campo e di sperare che anche un tiro rimpallato anzichè sul palo non possa finire in rete.

da Davide…

Buona sera sig. Direttore, oggi ero allo stadio e adesso leggo le interviste di Zaccheroni e di Cairo. Mi chiedo se loro erano oggi allo stadio, o se erano da un’altra parte. Come si fa a giustificare 1 punto in 6 partite 4 sconfitte consecutive interne con la sfortuna ? Se Zaccheroni dice che la squadra ha dato il massimo e abbiamo nuovamente perso forse c’è da essere veramente preoccupati. Cairo continua a difendere l’allenatore, ma non sarebbe il caso di pensare ad una sostituzione, visto che è palese la confusione tecnica nella quale si trova il nostro tecnico, condita anche da una certa arroganza nel non ammettere mai i suoi errori (es. Abbruscato unica punta, Stellone in panchina, 5 difensori, cambi sempre tardivi, assenza di gioco ecc….), cosa ne pensa ?

Zaccheroni ci ha messo la faccia nel dopopartita, assumendosi le sue responsabilità. Vedremo già da domenica prossima se alle parole seguiranno i fatti.

da Massimo da Milano

Caro direttore, come abbiamo elogiato ed osannato il nostro amato presidente  per tutto quello che ha fatto circa un anno e mezzo fa, è arrivato il momento di criticarlo, per lo meno per le cose viste negli ultimi sei mesi ( cambio di allenatore a 3 giorni dall’inizio del campionato, fiducia piena ad un allenatore che non sta ottenendo i risultati sperati e campagna acquisti riparatoria di gennaio praticamente inesistente!!!). Spero soltanto di non vedere di nuovo questa squadra in serie B, sarebbe davvero pietoso!!!!! Massimo da Milano

Da Flavio

se si perdono quattro partite consecutive in casa, e tutti gli avversari passano in vantaggio senza rubare nulla, controllando agevolmente il risultato, se nei primi 45 minuti in 22 partite si segnano solo due gol (siena e livorno), se l’organico del Toro di oggi non riesce a far gioco con questo modulo assurdo, 3 centrali e il più veloce è uno di 40 anni (Brevi), e se l’apporto di un campione del mondo (in panchina) a centrocampo è praticamente un giocatore che gioca per gli avversari (Barone), se si considera Muzzi ancora utile alla causa per rimanere in serie A, se ci si accontenta di analizzare le gare per correggere gli errori  commessi …. allora continuiamo a giocare così, bene che vada faremo qualche zero a zero, ma probabilmente anche l’Ascoli ci raggiungerà in classifica. Se questa deve essere la fine del toro, allora Cairo conservi Zaccheroni al suo posto, ma si ricordi che con i buoni propositi e senza gioco si va solo in B. Il gioco del calcio è tutta un’ altra cosa … bisognava riflettere già dopo la partita vinta con l’Empoli. Alla lunga vince chi gioca … e il toro non sa giocare, è lento, prevedibile, e scolastico. Come sono lontani i tempi in cui si vinceva in casa 14 volte su 15!!!
P.S. il toro a reggio calabria con 10 tifosi al seguito non avrebbe superato il
centrocampo… il pubblico conterà qualcosa per i giocatori in campo o no??

Da Mauro

Egregio sig.direttore oggi abbiamo assistito all’ennesima prova scialba e senza cuore del toro.Una squadra che non fà più di due passaggi sinceramente non puo’ aspirare di restare in serie A. Pero’ il nostro presidente come rafforza la squadra comprando giocatori come bovo e coco,ma è possibile che solo le altre squadre riescano a trovare i vari rolando bianchi ,suazo,rigano’,ecc. ecc..Oramai zaccheroni dopo oggi lo reputo l’ex allenatore del toro ma voglio lo stesso dargli un consiglio ,come mai oggi ha tolto lazetic che stava giocando una buona gara e non ha tolto dal campo il sig.rosina che non passa la palla ai compagni neanche morto,a dimenticavo lui è ROSINALDO poveri noi. Quello che dispiace che l’anno prossimo non vedremo dinuovo il derby a torino ma provi ad indovinare chi mancherà in serie A.

da Luigi

Non è possibile tollerare una sconfitta come quella di ieri!!! E’
vero che siamo stati sfortunati ma non possiamo continuare a fingere di
accettare un modulo che mai farà bene al torino. Il Toro ha bisogno di un
4-4-2 perchè, per quanto volenterosi e coraggiosi siano i nostri difensori,
la difesa a tre in serie ha richiede nomi molto più ampi. Ma perchè, per una
forma di cautela, mister Zac non ha prima giocato con quattro uomini in
linea difensiva, per poi usare successivamente la difesa a tre? Il problema
è che, secondo me, il nostro Mister quando crede in una sua tesi, vuole
portarla avanti e non ha il coraggio di ammettere cha sta sbagliando e
persevera, spinto da un orgoglio ingiustificato, adottando così anche scelte
tecniche errate. E’ mai possibile che una coppia Lazetic – Stellone, nati
per giocare insieme, non lo facciano mai? E’ così difficile far giocare
Balestri o Comotto in linea con i difensori e non sacrificare il serbo? E’
così difficile capire che non siamo come la Roma e che, quindi, avendo il
solo rosina a spingere dietro agli attaccanti, abbiamo bisogno di due punte?
Zac si renda conto che siamo vicini al punto di rottura e che non possiamo
permetterci di sprofondare in una nuova crisi nera, perchè altrimenti si va
in B. Facciamo giocare chi è in forma…. c’è chi è in forma strepitosa e,
lo si fa accomodare in panchina.

Da Antonio

Caro direttore non ne posso più di:
vedere Barone  giocare così male, neanche mio figlio che ha 8 anni e frequenta la scuola calcio fa degli errori così banali.
vedere zac fermo in panchina come se aspettasse  alla fermata  del tram
vedere ogni domenica una formazione diversa
vedere un centrocampo inesistente….tranne ardito
vedere due difensori che fanno il lavoro dei centrocampisti, e quelli veri in panchina
vedere il nulla totale…………
dov’è finita la voglia di novembre e dicembre ?
se tutti remano contro il mister ,perchè è così,allora è meglio che zac si faccia da parte. mancano tre mesi alla fine,  20 punti si pssono tranquillamente fare,ma a patto che tutti diano il massimo ,e poi l’anno prossimo chi vuole rimane altrimenti grazie e arrivederci.
Lei che è in contatto con la società faccia leggere le ns lettere a Cairo, così vede e provvede……….a cambiare zac.
A proposito domenica 11/2/07 era su SKY a mangiare e bere. Bene li è il suo posto
naturale.

Da Pietro

Ciao, ho letto il tuo articolo su toronews..condivido tutto ma aggiungo: questi in campo sono scialbi, irritanti, senza nessuna TIGNA!!! Per capirci..non sono rognosi per nessuno, non fanno neanche ridere…Mi ricordo….si appunto solo quello.. un lontano ricordo…. che chi veniva a Torino a giocare doveva sputare sangue per vincere, magari perdevamo ma dal campo gli avversari uscivano sfiniti! Ora chi viene a giocare a Torino fa la passeggiata della domenica! Tutte e dico tutte le squadre che hanno battuto questo toretto, torello, bue o agnellino (non chiamiamolo TORO!?!?), non hanno faticato PER NULLA!!!!! Il gioco sulle ali, il ritmo tambureggiante… e poi il cambio di passo….quello che travolgeva l’avversario e non lo faceva ragionare… fra poco saranno su Rai 3, protagonisti di "chi l’ha visto"! Sono esasperato…e purtroppo finiremo in B, non sono assolutamente pessimista ma questa è la realtà! Ciao e grazie per l’attenzione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy