La ristrutturazione del Delle Alpi finalizzata agli Europei 2012

La ristrutturazione del Delle Alpi finalizzata agli Europei 2012

Al termine della riunione con i capigruppo di maggioranza ed il Sindaco, riguardante lo Stadio Delle Alpi, l’Assessore Mario Viano ha dichiarato:

“Il protocollo d’intesa oggetto della nostra delibera è finalizzato a consentire a Juventus S.p.A. di impegnarsi con la UEFA a realizzare un impianto capace di ospitare i 40.000 spettatori previsti per gli incontri dei quarti…

Al termine della riunione con i capigruppo di maggioranza ed il Sindaco, riguardante lo Stadio Delle Alpi, l’Assessore Mario Viano ha dichiarato:

“Il protocollo d’intesa oggetto della nostra delibera è finalizzato a consentire a Juventus S.p.A. di impegnarsi con la UEFA a realizzare un impianto capace di ospitare i 40.000 spettatori previsti per gli incontri dei quarti di finale dei campionati europei di calcio del 2012. Questa è la condizione per poter confermare la candidatura italiana, e di Torino, ad ospitare gli Europei: su questo la UEFA deciderà entro il prossimo aprile”.

“Se la candidatura non avesse successo”, ha proseguito l’Assessore, “il protocollo non esplicherà alcun effetto e nulla muterà dei patti già sottoscritti. L’intervento previsto dalla Juventus, valutato in 120 milioni di Euro, si configura come radicale ristrutturazione del Delle Alpi, con rimozione della tenso-struttura e ricostruzione dell’anello delle gradinate coperte aderenti al campo da gioco per una capienza, come detto, di 40.000 spettatori. L’investimento è a totale carico della società e l’intesa non prevede alcun onere o impegno finanziario a carico dell’Amministrazione Comunale”.

“La discussione in Commissione Consigliare”, ha ancora commentato, “disporrà della nuova proposta di progetto, che allo stato attuale non è ancora stata formalmente assunta dalla società bianconera, e solo dopo questo e-same il protocollo andrà in discussione in aula”.

“Sulla base di questi presupposti”, ha concluso Viano, “tutti i capigruppo si impegnano perché la Juventus possa accedere al credito sportivo e affinché a Torino si possano svolgere i campionati europei. In ogni caso se l’opposizione vorrà chiedere più ampie comunicazioni al prossimo Consiglio Comunale saremo, come sempre, disponibili”.

 

A cura dell’Ufficio Stampa del Comune di Torino

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy