L’inizio di una leggenda: l’esordio di Marco Ferrante

L’inizio di una leggenda: l’esordio di Marco Ferrante

Figurine / L’8 settembre 1996 il bomber storico assapora il granata per la prima volta

15 commenti

8 settembre 1996. L’inizio di una leggenda, più che di una normale storia. In quella lontana domenica di quasi vent’anni fa, esordisce davanti al pubblico granata il centravanti Marco Ferrante, che indosserà ed onorerà la maglia del Toro nei successivi otto anni (fatta eccezione per una breve parentesi all’Inter), mettendo a segno ben 125 reti totali ed entrando così nella storia del club: quinto miglior marcatore granata di sempre, con un posto nella storia tra Gabetto (127) e Capitan Valentino (123).

Il napoletano, arrivato dalla Salernitana, assapora il granata per la prima volta nell’incontro casalingo contro il Cesena: 1-0 Toro il finale, gol decisivo di Florijancic. L’anno della consacrazione in granata è il 1998-1999: 27 reti in serie B, stabilito il record di centri in una sola stagione nella serie cadetta dal dopoguerra (poi battuto da Luca Toni), e Torino trascinato a suon di gol nella massima categoria. Si ripete l’anno seguente insaccando 18 volte.

In carriera, prima e dopo la maglia con cui verrà sempre ricordato, ha giocato anche per Napoli, Reggiana, Pisa, Parma, Piacenza, Perugia, Salernitana, Inter, Catania, Bologna, Ascoli, Pescara e Verona, dove ha chiuso la carriera, mettendo a segno l’importantissimo totale di 164 reti.

Non ha, incredibilmente, avuto le stesse fortune in nazionale: una sola presenza con la maglia azzurra, per di più con l’under 21.

Simbolo assoluto, è entrato nel cuore dei tifosi granata, incarnando completamente lo spirito Toro: indimenticabile la sua classica esultanza “da Toro”.

Federico Bosio

15 commenti

15 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. salvatore.tomaiuol_258 - 2 anni fa

    Siamo seri o i fumi dell’alcol di ieri sera continuano?
    Mettere Ferrante e bianchi alias bianchina bianchetta sullo stesso piano è un eresia.
    bianchina bianchetta superiore a Ferrante è assurdo.
    Potere dell’essere dei lecca…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

      Lecca culo tua sorella.
      Per me Bianchi era meglio di Ferrante come persona ancor più che come giocatore.
      Ferrante era più tecnico e rapinatore d’area.
      Ed è il mio parere, non una sentenza. Rispettalo invece di offendere.
      Che roba!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. miticotoro - 2 anni fa

        Per me lecca riferito a bianche vuol dire che ha fatto il “tifoso” per ingraziarsi i Tifosi ed avere un trattamento privilegiato privilegiato.
        Diversa è l’affermazione Lecca culo tua sorella.
        Se poi si può insultare liberamente basta dirlo ……

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

          In ogni caso il suo post era offensivo nei confronti di chi la pensa diversamente, e nei miei non mi sono mai sognato di farlo. Se non in risposta, per l’appunto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. miticotoro - 2 anni fa

            scusami, piccole sottigliezze dell’italiano …. se dico che una persona è un leccapiedi/leccaculo ha un significato (il sinonimo è lecchino, adulatore) per quanto sia negativo non è come Lecca il culo tua sorella …… dillo a qualcuno in faccia e poi vede cosa ti capita, minimo una testata in fronte te la prendi …..
            Sono due cose diverse

            Mi piace Non mi piace
        2. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

          Allora cerco di spiegarlo meglio anche io: Lecca culo tua sorella era inteso come “lecca culo un corno”, lecca culo dove? lecca culo cosa? Intendevo quello, non si trattava di un mio punto di vista su cosa gradisse leccare la sorella del forumista qui sopra.
          Tornando all’italiano, e piu’ precisamente nell’ordine semantico.. direi che lo stesso forumista (e a questo punto in altri modi anche tu, che continui a polemizzare) ha esordito nel suo post suggerendo che fossimo ubriachi, tali erano le cazzate da noi espresse.. ha poi continuato parlando di eresie e di assurdita’ e concludendo sentenziando che Bianchi era un lecca culo.
          Direi che è stato offensivo nei suoi confronti e anche nei miei, poiché non ha rispettato il mio punto di vista personale, che puo’ essere sbagliato o giusto, ma di certo non era dettato dall’alcol, non era folle e non conteneva eresie.
          Spero di essere stato chiaro.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ToroSeduto - 2 anni fa

            A mio avviso anche solo pensare di avvicinare Bianchi a Ferrante è un’eresia.

            Ma davvero pensi questo?!?!? Capisco che “il lecca” Bianchi abbia firmato molte magliette in + del taciturno Marco ma….

            pur rispettando le opinioni di tutti questa proprio non la condivido. Bianchi manco buono per portare la borsa a Ferrante

            Mi piace Non mi piace
  2. LoviR - 2 anni fa

    Mai piaciuto…tanti gol in B dove ci portò! Se ne andò all’Inter e ricordo anche che, da egoista, cercava di pestare i piedi a Lucarelli per segnare al posto suo, quando Lucarelli ci era costato una fortuna per quei tempi.
    Meglio Bianchi! E meglio Pulici e Graziani !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

      Meglio Bianchi sicuramente. Gli altri manco a parlarne, ma egoista quanto vuoi non era male e fu tra i pochi a regalarci qualche gioia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ToroSeduto - 2 anni fa

      Lucarelli…un altro buono…lui si che può essere paragonato a Bianchi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ToroSeduto - 2 anni fa

      Ci portò in B ?!?!?!
      Se ti riferisci alla stagione 1999-2000 (retrocedemmo) fece 18 gol
      Probabilmente parlando di Lucarelli (mamma mia) ricordi il 2002-2003 (ultimi con 18 punti) fece 6gol su 23 totali ( in 26 presenze)! Lucarelli, che era quello “buono” 1 in 23 presenze…perciò cosa stiamo dicendo??!?!?!

      Solo x precisare che staimo parlando di storia con ausilio di numeri…

      Marco mitico Forever

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

    Nei vent’anni di buio assoluto abbiamo avuto due stelline: Ferrante e Bianchi.
    Entrambi avrebbero meritato un Toro migliore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

      D’accordo con te due attaccanti che comunque fecero bene in granata,
      Ferrante più egoista ma anche con un po’ di classe in più di Bianchi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

        Per me si, hai ragione.
        Lo scrivo piano, pero’. Senno’ arrivano subito gli espertoni arroganti a insultare e dileggiare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Torodasempre - 2 anni fa

        L’essee egoisti e’ un po’ la prerogativa che denota un buon attaccante.D’altronde e’anche il motivo per cui a fine anno il capocannoniere appartiene a quella categoria. 30%/40% di tiri in piu’,piuttosro che un passaggio si traducono in piu’ gol ,d’altronde vengono pagati per questo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy