”Non si doveva contestare!”

”Non si doveva contestare!”

Cara Redazione,

mi chiamo Mario, ho 33 anni, e vivo a Leinì (guarda caso dove il nostro Toro sta facendo il ritiro…). Vi scrivo queste poche righe per dimostrare il mio SGOMENTO e l mia DISAPPROVAZIONE per quanto accaduto ieri a Superga. Io c’ero, e non mi sono mai vergognato tanto di vedere che dei “fratelli” (volutamente tra virgolette e in minuscolo) si sono lasciati andare, in un luogo come Superga,…

Cara Redazione,

mi chiamo Mario, ho 33 anni, e vivo a Leinì (guarda caso dove il nostro Toro sta facendo il ritiro…). Vi scrivo queste poche righe per dimostrare il mio SGOMENTO e l mia DISAPPROVAZIONE per quanto accaduto ieri a Superga. Io c’ero, e non mi sono mai vergognato tanto di vedere che dei “fratelli” (volutamente tra virgolette e in minuscolo) si sono lasciati andare, in un luogo come Superga, alla più becera contestazione cui abbia mai assistito.
La mia solidarietà non va tanto a Cairo –di errori ne ha fatti tanti anche lui, e non diciamoci il contrario- quanto agli Eroi, che da lassù non possono di certo che rimproverare quanto accaduto.
Per fortuna che erano solo un centinaio i contestatori, mentre noi altri eravamo ben di più. E sono anche contento che, per una volta, tutto il vero mondo granata, compresi gli organi di stampa e ho visto che anche qui su TN è stato fatto, è rimasto unito, prendendo le distanze da ciò che addirittura anche don Aldo aveva chiesto di evitare.
Povero Toro, i problemi ci sono anche in casa! Ma sappi, Toro, che ci sono anche tante persone che ti vogliono un bene sincero e che non si lasceranno mai abbandonare a gesti sconsiderati.

Un abbraccio a voi e a tutti i Fratelli (questa volta maiuscolo!)
Mario

 

(Foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy