Papadopulo e poi?

Papadopulo e poi?

Ecco, questa è la dimostrazione che nel calcio, ormai, comandano i media e i tifosi.
Una società di calcio necessita di un padrone, che mette i soldi; di un DS che cerca di risparmiarli (i soldi); e di una rosa, tra allenatore e giocatori, che si cambia ad umor di popolo……
Beh, il Toro è proprio una società di calcio moderna!!! COMPLIMENTI!!!! Il Toro, quello che ricordo io, apparteneva ad uno sport SERIO!!!…

Ecco, questa è la dimostrazione che nel calcio, ormai, comandano i media e i tifosi.
Una società di calcio necessita di un padrone, che mette i soldi; di un DS che cerca di risparmiarli (i soldi); e di una rosa, tra allenatore e giocatori, che si cambia ad umor di popolo……
Beh, il Toro è proprio una società di calcio moderna!!! COMPLIMENTI!!!! Il Toro, quello che ricordo io, apparteneva ad uno sport SERIO!!! (Anche se già comandato da certi mafiosi con la targa FIAT) Ma almeno si poteva sperare che un Verona qualsiasi vincesse lo scudetto ( e il TORO arrivasse secondo).
Oramai, invece siamo un Toro malato terminale!!! Altrochè.
Altra lotta ai play-off fino alla morte ,per veder salire il Novara (predestinato, e anche meritato).Questo avverrà!! Sempre che i cugini mezzolombardi non mettano 10 punti tra loro e il Varese.
E noi?
Noi avremo un nuovo allenatore a Giugno, una nuova rosa di giocatori; il tutto da ridare in pasto ai media e ai tifosi fino al prossimo esonero……..
E via così.
Requiem……

Risposta:

Caro lettore,

questa volta la società ha creduto nell’allenatore più che in tutte le altre stagioni messe insieme. Forse è stata l’unica volta che non sono stati fatti cambi per accontentare gli umori del popolo, ma sono stati i risultati ad imporre tale scelta.

La cosa triste è che si sta instaurando un perocoloso clima intorno al Toro, dove l’aria si fa sempre più pesante e dove nessuno, allenatori o giocatori se la sente di tentare l’impresa: le pressioni sono moltissime e ai primi errori si è subito messi sulla graticola. Il Toro è un malato terminale perchè troppo spesso vengono chiesti risultati senza l’oggettività del caso e se una volta era diverso l’atteggiamento della società lo era anche quello dell’intero ambiente, molto più concentrato ad incitare che non a criticare.

Forse esonerare Lerda è stata la scelta giusta, ma è difficile smuovere anni di ricostruzioni privi di progetto, perchè ormai è risaputo che al Toro si cambia sempre e spesso. Sarà diverso per Papadopulo o per i giocatori di questa Rosa?

Un abbraccio Granata

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy