Pietra d’inciampo per Vittorio Staccione, ex giocatore granata morto a Mauthausen

Pietra d’inciampo per Vittorio Staccione, ex giocatore granata morto a Mauthausen

Mondo Granata / La città di Torino ricorda l’ex centrocampista del Toro

di Redazione Toro News

Da oggi la città di Torino ricorderà in modo particolare Vittorio Staccione, ex giocatore granata. È stata infatti posizionata quest’oggi in via San Donato 27 una pietra d’inciampo in onore del centrocampista che ha vestito la maglia e fu protagonista nella vittoria dello scudetto del 1927. Nato nel 1904, fu arrestato come oppositore politico il 12 marzo del 1944 e deportato nel campo di Mauthausen il 20 marzo dello stesso anno. Proprio a Mauthausen, il 16 marzo del 1945, Staccione perse la vita a soli quarant’anni. La città di Torino non lo ha dimenticato e con il gesto di quest’oggi ha reso ancor più indelebile la memoria dell’uomo e del giocatore.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Torello_621 - 2 mesi fa

    Un momento di seriosità.
    Ammetto l’ignoranza, non conoscevo la vicenda. Certo che la storia del nostro Toro, così come la nostra città, è piena di storie incredibili. E la cosa incredibile è che ancora oggi, nonostante i media facciano di tutto per convicerci del contrario, è pieno di gente che vive la sua normalità nella bontà, nell’orgoglio di un lavoro fatto con passione, nella compiuta fatica di portare avanti una famiglia. Io per primo, talvolta mi scompongo in modo sguaiato nella chat, poi però, su certe storie, vale la pena si fermarsi, riflettere e dire un Grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy