Problema Olimpico diversamente abili

Problema Olimpico diversamente abili

Tra le varie lettere che ci pervengono, numerosissime, abbiamo scelto questa perchè, oltre alle code, agli anziani esausti, a tanta gente veramente
arrabbiata, sale alla ribalta la confusione per chi è portatore di handicap. Il Toro è per tutti, proprio i più deboli devono essere maggiormente tutelati.

Vorrei ringraziare il nostro beneamato Presidente che non si è ancora impegnato nel fornirci…

di Redazione Toro News

Tra le varie lettere che ci pervengono, numerosissime, abbiamo scelto questa perchè, oltre alle code, agli anziani esausti, a tanta gente veramente
arrabbiata, sale alla ribalta la confusione per chi è portatore di handicap. Il Toro è per tutti, proprio i più deboli devono essere maggiormente tutelati.

Vorrei ringraziare il nostro beneamato Presidente che non si è ancora impegnato nel fornirci di un sito internet ufficiale. Per questo ringrazio Toronews per il servizio che ci fornisce. Chi vi scrive è un ragazzo disabile, tanto felice quando andava a vedere le partite al Delle Alpi, perchè era comodo parcheggiare, trovare un bel posto nei distinti (primo o secondo anello a seconda delle patologie) o qualche posto nella Tribuna Ovest. Ora per noi è cominciata una tragedia: il Comunale, Stadio Olimpico Grande Torino (c’è anche molta confusione sul nome). In questi giorni c’è una spasmodica corsa all’abbonamento per vedere il nostro rinato Toro (ma dov’erano nascosti tutti quanti quando sugli spalti dello stadio ci si radunava a gruppi per scaldarci?). Ho appreso che perm l’ingresso disabili non si è ancora pensato nulla, o meglio si è pensato un sistema Juve, con fax da spedire in società ad inizio settimana, con il nome del disabile e relativo certificato, più nome e documento dell’accompagnatore. Il tutto per un numero imprecisato di ingressi, si parla da 25/30 a 40 circa.

Lo scorso anno ci hanno dotato di un abbonamento nominale disabili per entrare più velocemente e senza far code. Ora, mi sta bene tutto, perchè in Italia il concetto di "diversamente abile" è ancora molto in alto mare (per essere cortesi), ma non si chiede molto, solo di un posto. Sarei disposto anche a pagare pur di avere un posto allo stadio, ma questo non ci è permesso! Vi ricordate quando al Comunale i "diversamente abili" guardavano la partita da bordo campo? Non era tutto più semplice? Grazie della disponibilità e della possibilità che mi date. Spero che qualcuno legga queste parole e che non decadano invane.

Ciao a tutti e FORZA VECCHIO CUORE GRANATA!

Lettera firmata

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy