Quagliarella: “Chiedo scusa ai tifosi del Toro. Vi spiego il mio gesto”

Quagliarella: “Chiedo scusa ai tifosi del Toro. Vi spiego il mio gesto”

L’attaccante su profilo personale di Facebook: “Chi vuole bene al Toro sa che questo è per noi un momento importantissimo: abbiamo perso per strada qualche punto, vogliamo e dobbiamo andarcelo a riprendere. Se restiamo uniti magari non sarà più facile, ma certamente sarà meno difficile”

30 commenti
Quagliarella: doppietta in Torino-Sampdoria

Ieri la polemica nata sui social network per la mancata esultanza dopo il gol in Napoli-Torino, corredata da un gesto che sembrava di scuse nei confronti della tifoseria, per la rete appena realizzata. Oggi il bomber Fabio Quagliarella spiega chiede scusa per il malinteso ai tifosi del Toro e spiega il perché del suo gesto:

“Napoli è la mia città. Non solo per colpa mia i rapporti con la tifoseria azzurra si sono deteriorati e questa ostilità la percepisco ogni volta che ritorno a casa.

E’ frutto di malintesi, di incomprensioni che un giorno verranno a galla, ma oggi il tema non è questo.
Di fronte a un pubblico che per l’ennesima volta offendeva me e la mia famiglia, dopo un gol che attendevo da tempo mercoledì sera l’adrenalina mi ha portato a compiere un gesto che evidentemente non è stato chiaro. Io non ho chiesto scusa ai tifosi del Napoli per aver segnato il rigore: assolutamente no, ci mancherebbe! In quel frangente volevo soltanto dire: basta ostilità, finiamola una volta per tutte, sono un professionista e in quanto tale faccio il mio dovere, ma contro di voi non ho nulla.

Se ho trasmesso altre sensazioni, non solo me ne dispiaccio, ma questa volta sì che chiedo scusa.
Chiedo scusa ai tifosi del Toro, perché io sono orgoglioso di indossare questa maglia e sarò eternamente grato al Torino perché dall’età di 14 anni mi ha fatto crescere sia come uomo, sia come calciatore.

L’occasione è preziosa per chiarire un’altra questione importante. Tutti sanno che da qualche anno io non festeggio più i gol realizzati contro le mie ex squadre: non sono l’unico, basta vedere Gilardino o Ilicic ieri, ma voglio parlare solo di me perché non è sempre stato così.

Giustamente i tifosi del Toro ricordano un precedente diverso, datato ottobre 2008, quando invece festeggiai con la maglia dell’Udinese la doppietta realizzata contro il Toro.

E sbagliai: fu proprio quello il momento in cui realizzai che gioire per un gol segnato a una Società che ti ha dato molto, nei confronti di una tifoseria che ti ha voluto tanto bene, fa due volte male. Non so quale sia la cosa giusta: da molti anni non festeggio i gol alle mie ex ma ovviamente sono contentissimo di farli.

Quel che ora mi preme è di far capire a tutti il mio stato d’animo: gioco nel Toro, che da sempre considero la mia seconda casa, ed è con questa maglia che voglio ritagliarmi uno spazio importante.
Chi mi conosce sa quanto sia restio a mettere in piazza le mie emozioni, ma se ho trasmesso un’opinione così sbagliata di me allora è giunto il momento di farlo. Un uomo, quando sbaglia, non deve mai avere paura di chiedere scusa: a maggior ragione se è in buona fede.

Chi vuole bene al Toro sa che questo è per noi un momento importantissimo: abbiamo perso per strada qualche punto, vogliamo e dobbiamo andarcelo a riprendere. Se restiamo uniti magari non sarà più facile, ma certamente sarà meno difficile. Il mio impegno non mancherà mai: le parole non contano, sarà il campo a dimostrarlo.

Un abbraccio a tutti, Sempre Forza Toro”.

30 commenti

30 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. biziog - 1 anno fa

    Evidentemente queste scuse sono state scritte da un ufficio stampa, inutile continuare questa polemica, di queste scuse non ce ne facciamo nulla, il comportamento del giocatore è stato chiaro, doveva pensarci prima…stultus est dicere putabam

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. biziog - 1 anno fa

    Questa bella letterina l’ha scritta un ufficio stampa.
    Delle scuse non ce ne facciamo niente. Il gesto rimane, punto. Le prossime partite fatti comunicare dalla panchina quando segna il tuo napoli così puoi esultare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ex calciatore - 1 anno fa

    scuse scritte bene,ma troppo tardi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Semper Taurum - 1 anno fa

    eri sera ho visto uno come Insigne appena sostituito, seduto vicino alla panchina che seguiva con il labiale il coro che in quel momento la curva del Napoli stava cantando…questo è attaccamento.
    Nessuno dice che il Quaglia non rispetti il suo lavoro in quanto professionista (certo se segnasse ogni Domenica assolverebbe meglio l’ingaggio), ma mi sembra che pecchi un po’ di maturità nei confronti della Maratona, in fondo credo che quando firmi un contratto con Il Torino lo fai anche con la sua città, con la sua Storia.
    Già solo il fatto di ammettere che il TORO ti abbia cresciuto vuol dire tanto, troppo.

    Fabio, alzati una mattina presto, fatti una pedalata a Superga, quando sei davanti a quella lapide chiudi gli occhi e fai un bel respiro…e di’ una preghiera per Don Aldo…vedrai che la voglia di esultare verrà da sola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Leo - 1 anno fa

    Il chiarimento, a mio modesto parere, è pienamente convincente. Non mi convincono invece le critiche a Ventura dopo una partita, come quella di ieri, che con un poco di fortuna potevamo anche pareggiare e contro una squadra, come il Napoli, molto più forte e costosa. E’ apparso evidente che il nostro Toro c’era, eccome, e che con un maggiore equilibrio tecnico tra gli schieramenti avremmo anche superato il Napoli. Purtroppo giochiamo con veri e propri scarti, meglio metterselo BENE IN TESTA: molti nostri giocatori, se dovessero andare via oggi, non troverebbero acquirenti in serie A o perché scarsi o stravecchi o rotti : così Moretti, Vives, Bovo, Martinez, Amauri, Gazzi, Pricic, Farnerud, Oby….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robert - 1 anno fa

    Cairo e Ventura tenete duro !!!! La Serie B è alle porte !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. robert - 1 anno fa

    Cairo e Ventura tenete duro !!!! La Serie B è alle porte !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. fgbomp - 1 anno fa

    A me basterebbero due gol con qualsiasi squadra..speriamo con l’Empoli…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Frank Toro - 1 anno fa

    Ventura dice che ti tiene in campo perchè sei il giocatore più esperto e non perchè sei amico del 90 per cento degli avversari. Questo non ti dà diritto durante la gara di passeggiare e fare con i vecchi “colleghi” delle belle chiacchierate in campo. Poi, voler dimostrate di rispettare i tuoi vecchi tifosi non lo si fà a discapito di chi aspetta un goal del suo attaccante per tutta settimana per gioire e saltare e urlare… chi è il tifoso del toro ? Fede… e poi? Tanta tanta sofferenza per poche gioie… si troppa la sofferenza in proporzione ai momenti di godimento vero. Ma di questi momenti ne andiamo fieri e ogni tanto li tiriamo fuori dal baule dei ricordi. Racconti tramandati da ormai tre generazioni di una tifoseria innamorata della maglia e della nostra storia. Non è nel dna del tifoso del Toro accettare che un nostro giocatore in un intervista dica ad Insigne che questo è l’anno buono per noi Napoletani e di credere nello scudetto… Non sei stato professionista sentendoti in obbbligo di cercare consensi con il pubblico della tua squadra del cuore ovvero il Napoli. Un professionista pagato profumatamente come te deve sapere cosa aspetta un tifoso per tutta la settimana! Una goal… e vedere i giocatori che vestono la nostra gloriosa maglia felici e orgogliosi di esultare dall’emozione del momento. Già l emozione o l istinto di di esultare può venir meno solo in un caso, si solo se non senti TUA la maglia che stai indossando. Personalmente ho realizzato che sei diventato un giocatore qualunque come tanti ne sono passati in questi ultimi 20 anni anonimi dove i giocatori da Toro si possono contare sulle dita di 2 mani…
    Per me puoi anche segnare e non esultare più ma vedi di guadagnarti lo stipendio perchè da come cammini in campo meriteresti una lettera di richiamo….. e dopo la chiacchierata nel derby con il tuo amico Pogbà mentre eravate sotto di 3 reti meritavi il licenzianento diretto… vai a lavorare… e poi prova a chiedere scusa dopo aver offeso i tuoi clienti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Scott - 1 anno fa

    C’e’ un signore in panca che ne ha fatte molte piu’ del Quaglia e non ha mai chiesto scusa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Maroso - 1 anno fa

    Caro Quagliarella, apprezzo le tue spiegazioni, ancor di più apprezzerò il tuo impegno per tirare fuori dal pantano il Torino di questi tempi. Le parole sono belle, anche se opinabili, ma i fatti contano di più. Auguri!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. antijuve - 1 anno fa

    Pensiamo alla salvezza mancano 18 punti e poi anche l italia smettera’ di ridere.. un altro campionato di progetti e barzellette………. ma per favore… ogni anno e’ l anno zero….. vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. claudio sala 68 - 1 anno fa

    Solo in Italia abbiamo questa situazione ridicola per cui un giocatore quando segna contro una ex squadra qualsiasi cosa faccia viene criticato. Sono dei professionisti pagati per lavorare e basta , tutti questi sentimentalismi legati alla maglia lasciamoli ai livelli amatoriali. Ricordo una contestazione assurda fatta a Maldini l’ultima partita disputata a san siro, forse dovremmo cambiare noi tifosi …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

      E lasciamolo anche fare questi campioni strapgati e straviziati noi in fondo siamo solo degli stupidi che si innamorano del colore di certe maglie e nonostante tutti i problemi di tutti i giorni ci andiamo anche a incazzare se esultano o non esultano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. fabio972 - 1 anno fa

      Hai ragione sul fatto che ormai sono solo più professionisti legati al soldo… ma non sei anche tu un po’sentimentalista visto il tuo nickname? perchè lui la maglia la onora ancora oggi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio sala 68 - 1 anno fa

        La realtà è diversa dai miei ricordi purtroppo. Ormai il calcio vive di soldi altrimenti figure come Cerci non si sarebbero mai mosse da Torino ( penso a Gigi Riva ed il Cagliari). Per cui coccoliamo i nostri giovani come Baselli perché sono la nostra fortuna. Ciao

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. antijuve - 1 anno fa

    Chissa’ perche’ contro di noi non ha gioito ma goduto….. solo con noi e solo con noi ……………………. nasconditi, non segni da tre mesi e pensi a ossequiare il grandissimo napoli………… per me sei diventato come il genoa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Zlobotan - 1 anno fa

    Papa Urbano I° non rimani che tu!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Mik - 1 anno fa

    Ah e aggiungerei al mio precedente post : abbiamo un team manager che risponde al nome di Giacomo Ferri che può prendere da parte il Quaglia e spiegargli come ci si comporta con la maglia del toro addosso in campo, qualsiasi sia l’avversario contro. Visto che io il nostro Giacomo contro lo stesso Napoli ce l’ho visto giocare..e un certo maradona dalle sue parti non è passato. Tanto che lo stesso fuoriclasse argentino a fine partita ammise la piu valida marcatura ricevuta fino ad allora. E se non bastasse ancora, caro il mio quaglia, credo che una capatina alla sisport un certo Pasquale Bruno o un Roberto Policano alla bisogna ce la farebbero di certo per mostrarti che gli abbracci, le scuse, le risatine, le manfrine in campo te le puoi ficcare dove ben sai e tenertele per quando ci esci fuori a cena o ci vai in vacanza. I tifosi del toro meritano rispetto per tutto e per tutta la santa pazienza che mostrano da anni verso certe partite, certi giocatori e certe dirigenze che col blasone e la storia del Toro hanno niente a che fare! Rispetto caro Quagliarella…sempre rispetto!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    Grande gesto aver chiesto scusa e anche aver chiarito come mai esultò solo contro di noi EF esseri pentito, ora però cerca di tornare ad essere quello che sei ed esulta il più possibile come hai fatto a Bilbao e basta con questi sorrisi con gli avversari quando di perde.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Athletic - 1 anno fa

    Il gesto è stato quello di chiedere scusa, poche balle. Questa dichiaraziaione mi sembra un po’ da paraculo, era meglio chiedere scusa e basta, senza tirare in ballo i fraintendimenti. In ogni caso, io esulterò sempre per i tuoi gol, sino a che vestirare la maglia del Toro. Io esulterò sempre, io. Se invece tu continui così … non mi dispiacerà di certo se andrai a NON-esultare da qualche altra parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Mik - 1 anno fa

    Poche ciance e piu fatti, caro il quaglia. Gia mi irrita veder@in campo che almeno una decina di volte chiedi scusa al compagno di turno per il lancio non sfruttato. Non è che alzando sempre il pollice in aria e chiedendo scusa guardando negli occhi il compagno vinciamo poi le partite. E come se non bastassetocca subirmi ieri la tua manfrina verso i tifosi napoletani che ti fischiavano poco prima del calcio di rigore. Ho ancora in mente i baci e abbracci nel derby solo perso per 4-0. Tanto a te che te ne fotte dei tifosi del toro. In campo ci va la cattiveria agonistica…non il servilismo. Se avessi avuto un allenatore come zeman invece del senza palle di ventura, voglio proprio vedere dove te le ficcava le scuse e i tuoi ridolini in campo con i tuoi amici juventini. Sempre rispetto per gli altri e mai per i tifosi del toro che ti pagano parte dello stipendio e ti incitano nonostante giochi ormai dei mesi a livelli vergognosi. Puoi solo ringraziare il vate ventura e il presidente che non ci compra una cazzo di punta con le palle se continui ad essere titolare laddove pure nel carpi o nel frosinone faresti panca. No comment!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. lucapatria_637 - 1 anno fa

    Apprezzo x il bene del Toro,ora poche chiacchiere e darci dentro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Nick - 1 anno fa

    scuse accettate e apprezzate. cmq francamente non capisco questi sentimentalismi verso altre squadre. allora quelli (tra l’altro come lui) che hanno cambiato tante casacche non dovrebbero quasi mai esultare. io dico, se sposi una causa ci stai fino in fondo, se poi vai via, bene senza rimpianti, ma fino a che stai con noi fai il tuo dovere e esulta anche e soprattutto per rispetto ai tifosi che ti sostengono. questo secondo me é professionilitá, le vicende personali devono rimanere fuori. per cui spero che finalmente si svegli e segni, soprattutto ai gobbi :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dbGranata - 1 anno fa

      Son d’accordo con te ma c’è da riconoscere che per lui Napoli è casa, non è semplicemente un’altra squadra. Ad ogni modo son del parere che abbia sbagliato, ma si è scusato e per me è sufficiente. Per il resto, come ha detto lui, deve parlare il campo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Nick - 1 anno fa

        D’accordo, allora si scusasse anche con noi visto che ha uno degli ingaggi più alti e non segnava da una vita

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. fabio972 - 1 anno fa

    Per strada avete perso parecchi punti, non qualche…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Brawler Demon - 1 anno fa

    Cacacazzo, svegliati, segna ed esulta, hai 32 anni, non sei un bimbominkia.
    Comunque, già il fatto di chiedere scusa è già qualcosa.
    Ma svegliati!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    Non condivido le sue giustificazioni ma per quanto mi riguarda accetto le scuse e almeno gli riconosco il coraggio di averlo fatto, cose che da Ventura non arriveranno mai.
    Spero siano state parole sincere e non di facciata o dettate da altri.
    È domenica che segni, esulti e venga a chiedere scusa sotto la nostra curva, senza fraintendimenti..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. blubba - 1 anno fa

    Scuse accettate. Preferirei una doppietta ai gobbi comunque….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy