Reykjavik-Torino 0-2: l’inizio della cavalcata europea targata Mondonico

Reykjavik-Torino 0-2: l’inizio della cavalcata europea targata Mondonico

Memorie Granata / Un lungo cammino terminato tra lacrime e sedie al cielo

Stagione ’91-’92, un’annata storica per i tifosi del Torino, segnata da emozioni forti, fortissime. Ricordi passati alla storia che ancora oggi riecheggiano nella mente e nei cuori granata. Terzo posto in campionato e poi quella sedia al cielo sollevata da Mondonico al termine di un cammino europeo che nessuno finora è riuscito ad imitare.

Tutto iniziò il 19 settembre del 1991, quando la squadra scese in campo per fare il proprio esordio stagionale nella cara e vecchia Coppa Uefa. In posto impronunciabile ai più: Reykjavik, capitale della fredda Islanda.

Avversario decisamente abbordabile sulla carta e sul campo, non a caso la squadra gioca tranquilla e la rete di Mussi prima, ed eurogol di Annoni poi, mettono al sicuro la qualificazione. Questa arriverà dopo la sfida di ritorno tra le mura amiche: 6-1 e avanti verso il prossimo turno. Questo fu soltanto l’inizio di una cavalcata storica terminata – come tutti sanno – in finale con l’Ajax. Tra pali e traverse, tra sorrisi sardonici e lacrime. E quel grido che accompagna ancora oggi i granata: “Torneremo, torneremo ad Amsterdam”

IL TABELLINO

KR REYKJAVIK – TORINO 0-2
Arbitro: McKnight (Irlanda del Nord)
RETI: 20′ Mussi, 73′ Annoni
KR Reykjavik: Gottsskalksson, Bjorgvinsson, Halldorsson, Omarson, Edvaldsson, Kristinsson, Oddson, Skulasson (all’83’ Petrusson), Magiersson, Gudjohsson (all’83’ Thordvalsson), Ranffson B. A disposizione: Knutsson, Johnsson, Raffsson G. Allenatore: Kjartansson.
Torino: Marchegiani, Annoni, Policano, Mussi (all’89’ Cois), Benedetti, Fusi, Sordo, Venturin (al 76′ Carillo), Bresciani, Martin Vazquez, Casagrande. A disposizione: Di Fusco, Bertelli, Manni. Allenatore: Mondonico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy