Ritorno di Cerci, 56 a 44: la piazza di Torino è favorevole

Ritorno di Cerci, 56 a 44: la piazza di Torino è favorevole

Sondaggio TN / Ecco i risultati: l’esterno non ha la piena approvazione dei nostri lettori, ma gran parte lo vorrebbe rivedere in granata

17 commenti

È l’argomento di questi giorni, una sorta di mix tra l’incredibile ed il romantico, ed era inevitabile che la piazza granata sarebbe stata divisa sull’argomento: Alessio Cerci vuole tornare al Torino. Il giocatore ha rescisso la scorsa settimana il contratto che lo legava all’Atletico Madrid ed ora sta spingendo per fare ritorno all’ombra della Mole, là dove ha conquistato anni fa la sua definitiva consacrazione calcistica, nonostante le richieste da parte di altre formazioni di Serie A non manchino – su tutte l’Hellas Verona. Per quanto riguarda le decisioni finali, la palla passa adesso a Sinisa Mihajlovic. Su queste colonne abbiamo però voluto interpellare i lettori (e quindi i tifosi) per conoscere le loro opinioni riguardo a questa clamorosa ipotesi di ritorno.

sondaggio cerci

Ed il sondaggio di ventiquattro ore che abbiamo indetto nella giornata di ieri sul nostro sito, non mente: la piazza di Torino è favorevole al ritorno di Alessio Cerci. Certo, l’approvazione non è totale né schiacciante, ma rappresenta comunque una consistente maggior parte della tifoseria, che sarebbe pronta a riabbracciare quello che sotto la guida Ventura era divenuto il suo vero e proprio pupillo indiscusso. Ecco dunque i risultati del sondaggio: il 56% dei lettori votanti – per un totale di 1973 voti – si è detto favorevole al ritorno del “figliol prodigo”, contro il restante 44%1561 votazioni – che invece non sarebbe convinto di una seconda avventura dell’esterno in granata. Cerci-Torino 2.0: in attesa delle questioni tecniche e della decisione definitiva, la maggior parte della piazza è favorevole.

17 commenti

17 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. melagranata - 5 mesi fa

    Secondo me, oltre a essere fastidiosamente capriccioso, è pure stato sempre sopravvalutato. Lui parte e va e va e si intestardisce cocciutamente in dribbling che spesso non gli riescono. Cade e invoca il fallo. Ha questo bel tiro da fuori, sempre bello, ma sempre uguale. Certo può risolvere delle situazioni, e anche delle partite. Ma gioca per conto suo e sbliancia tutta la squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SEMPREFVCG - 5 mesi fa

    Semplice, Semplice: se torna quell’infame, non rinnovo l’abbonamento. Ma vi ricordate quando mandava l’agente a bussare alla porta dei club europei per trovargli una qualsiasi altra allocazione lontano da Torino?
    E quando agli allenamenti usciva di nascosto per non incrociare tifosi per firmare autografi.
    Sto puzzone, ora che l’hanno scartato ben 4 squadre (di cui 2 del livello di Bologna e Genoa), ora che non è più nessuno, viene a battere cassa?
    Nell’elenco dei disoccupati voglio vederlo, non dei disoccupati qualunque, ma di quelli che hanno militato nel calcio che conta! non fraintendetemi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ribaldo - 5 mesi fa

      non credo di fraintendere, però ho empre diffidato di chi collega la campagna trasferimenti con il fare o non fare l’abbonamento. Io l’abbonamento lo faccio al Torino non a chi ci gioca o al suo Presidente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. osvaldo - 5 mesi fa

    IO non ho votato ma, detto molto francamente,sarei d’accordo su un ritorno al Toro. La famosa frase del “Calcio che Conta” probabilmnete la sua Signora lo riderebbe uguale qualora tornasse a Torino.
    Naturalmente se viene da noi, NON deve venirci con la promessa di avere un posto garantito da titolare (non vorrei tagliasse le ali a qualche nostro giovane (BOJE’?) e deve farlo con la testa e la condizione fisica-psicologica giusta,altrimenti può anfarsene dove vuole.
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ribaldo - 5 mesi fa

      Uno dei tanti rovinato dalle “donne”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. faina76 - 5 mesi fa

    Diciamo che è favorevole la piazza di Toro news,dire che 3500 votanti (tra cui ci sono anch’io ) rappresentano la piazza di Torino mi sembra un po’ esagerato.I pensionati seduti sulle panchine dei giardini tifosi del Toro che non usano il web li tagliamo fuori? Comunque stiamo a vedere,come ha già scritto qualcuno prima di me,avrei preferito un ritorno di Darmian o Glik e non parlo di aspetto tecnico ma di valori umani.Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. alextattoli@libero.it - 5 mesi fa

    Minestre riscaldate piatto forte granata, il cui tifoso cammina come i gamberi, sempre guardando indietro, preferendo un ex giocatore dalla modesta gloria -purché realizzata al Toro rigorosamente nel passato- al possibile lancio di un nuovo beniamino. C’è chi ha la memoria corta, ma anche chi se ne nutre; noi tifosi granata siamo sicuramente del secondo genere. A quei livelli due anni consecutivi di nulla per un calciatore significano pressoché fine dei giochi, e a molti più forti di lui è bastato un anno per subire la stessa sorte. Il Toro non dovrebbe essere una specie di bottega di rigattiere, né una clinica di riabilitazione per giocatori devastati, ex atleti, pentiti pinocchi tornati dal paese dei balocchi. Anche se a parametro zero Cerci non verrebbe gratis, e inoltre occupa una casella nel numero limitato di giocatori in rosa, senza contare che uno così non si è mai visto tornare in difesa o centrocampo a dare una mano: con Ventura aveva 10 compagni alle spalle a tutelargli le giocate, con Mihaijlovic gli rimarrebbe Sirigu

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 5 mesi fa

      Considerazioni sacrosante. Speriamo che trovi qualche altra squadra, ma viste le sue deludenti prestazioni negli ultimi anni, ho l’impressione che non abbia molti estimatori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. FebbreGranata - 5 mesi fa

    Io non lo vorrei proprio più vedere giocare in Italia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. rocket man - 5 mesi fa

    Più o meno, quel 44%, è la percentuale di tifosi che diserta lo stadio e non sottoscrive abbonamenti… se gli acquisti e le ambizioni sono questi, comprendo in pieno quella percentuale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luke90 - 5 mesi fa

      con tutto il rispetto quel 44% va confrontato con il 100% di chi vorrebbe vedere Belotti nel Toro per sempre e con quel, credo, spero, 100% che vedrebbero sicuramente meglio il ritorno di Glik o Darmian invece di Cerci …
      Poi francamente spero si arrivi ad accettare il fatto che tutti tifiamo Toro anche se abbiamo opinioni divergenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gatsu7_903 - 5 mesi fa

      Più o meno quel 44% forse non si può permettere un abbonamento o non ha la possibilità di andare allo stadio, quindi se fossi in te starei ben attento ad offendere le persone che sono qui per lasciare un post e penserei anzi a ragionarci sopra a quello che viene scritto nei post anziché criticare sempre chi scrive.
      Scusate lo sfogo ma non mi piace si offenda senza sapere….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. rokko110768 - 5 mesi fa

    Capisco i no, pure io sono stato di quelli inferociti. Per la verità con la moglie perchè fu sua l’espressione del calcio che conta.
    Se Cerci ha voglia e fame, se Sinisa lo vede, se Cerci ha voglia di non galleggiare solo come ala destra (il solo gioco a rientrare per il mancino spesso lo rendeva prevedibile), allora è un acquisto di grande valore. Io personalmente ci credo e dico pure che in un 4312 (che a Sinisa piace…) lo vedrei bene come seconda punta ed un gioco non troppo diverso da quello che faceva con Immobile nel 352 di Venturiana memoria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gatsu7_903 - 5 mesi fa

      Io personalmente me ne frego di quello che ha detto sua moglie, io ho votato no perché con il modulo di Ventura era un dio in campo ma come dimostrato in Spagna con moduli simili se non uguali a quelli di Sinisa non renderà mai allo stesso livello.
      Per tanto secondo me non va preso neanche come prova sprecando un posto utile per qualche “promessa” granata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Kaimano - 5 mesi fa

        Nel calcio e in Italia si parla sempre e solo di moduli…Sono i falsi conoscitori a parlarne ma ki ha giocato sa ke l’unica cosa ke contano sono le motivazioni e la fiducia ke riesce a trasmetterti l’allenatore. Cerci ha dato il massimo con Ventura perkè il mister ha creduto in lui e del resto nn aveva molto altro in cascina, per cui aveva anke la possibilità di sbagliare 1, 2 o 3 volte senza nessun rimprovero. Il mister spronava Cerci nel fare determinate giocate e a creare la superiorità numerica ke nel calcio è fondamentale.
        Falque per esempio nn salta mai l’uomo ed è immensamente + prevedibile di Cerci.
        Vi ricordo solo ke il signor Ibra nn ha fatto una grande annata al Barca, ma non perkè fosse diventato scarso improvvisamente, ma semplicemente perkè Guardiola lo metteva in discussione. Stesso discorso per Henry alla Juve, al Barca e come loro tanti altri. Nel calcio la fiducia di tutti è basilare. Pensate se Ventura non avesse dato spazio a Belotti dopo un girone di andata terminato con 1 solo gol all’attivo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. torofabri - 5 mesi fa

    Chi dice di sì, come me, ovviamente spera che sia quasi al livello di 3 anni fa.. Ma la sua mogliettina farebbe bene a chiedere scusa a noi tifosi.. Comunque vada la vita non si sputa mai nel piatto dove si è mangiato.. Per il resto, visto che ogni anno di tentano 3/4 scommesse, perché non Cerci..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Fabio - 5 mesi fa

    Ma sì dai, un po’ di romanticismo in questo calcio ormai osceno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy