Torino, 224 giorni dopo il Filadelfia è sempre più realtà

Torino, 224 giorni dopo il Filadelfia è sempre più realtà

La situazione / I lavori proseguono ad alto ritmo, con l’orizzonte fissato al 17 ottobre

1 Commento

Avanzano indisturbati i lavori che puntano a regalare al popolo granata il nuovo stadio Filadelfia. L’obiettivo rimane sempre lo stesso: spalancare i cancelli un anno dopo l’apertura del cantiere, nella storica giornata del 17 ottobre che dello storico Campo Torino rappresenta anche il giorno dell’inaugurazione del 1926. 90 anni dopo, il simbolo di un cerchio che si chiude.

E così, piano piano, lo stadio inizia a prendere forma: tra scheletri di strutture che si innalzano e il lavoro che procede anche sui campi da calcio, dove è iniziata la stesura dei tubi del riscaldamento del manto erboso. Con le tribune che dopo poche settimane iniziano ad assumere forma, ecco che il cantiere inizia a restituire veramente l’immagine di ciò che sarà il nuovo Fila, atteso ormai da troppo tempo da tutto il popolo granata. Le immagini diffuse dalla Fondazione Stadio Filadelfia mettono sotto gli occhi di tutti i progressi, con i sostegni per i dispositivi di occultamento ormai ultimati.

Si era partiti con una spianata di terra ed erbacce, qualche vecchia struttura fatiscente e ancora tanti interrogativi dettati in parte dall’incertezza e in parte dalla paura che il tutto si potesse rivelare ancora una volta un doloroso buco nell’acqua, nella lunga strada che il Fila ha seguito sin dal giorno della sua demolizione. E invece le immagini parlano chiaro, e parlano di un cantiere in continuo avanzamento: per rendere il sogno del Filadelfia sempre più realtà.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ziocane66 - 12 mesi fa

    E noi stiamo godendo ogni giorno che passa: Grazie Muratori che ce la state mettendo veramente tutta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy