Torino: 24 anni per Ichazo, il nuovo numero uno granata

Torino: 24 anni per Ichazo, il nuovo numero uno granata

Figurine / Spegne oggi le candeline l’uruguagio, da un anno sotto la Mole, che ha conquistato il posto da titolare e sta lottando per mantenerlo

1 Commento

In un giorno decisamente non banale per il Torino, che vede la nascita di capitan Valentino, spegne le candeline anche Salvador Ichazo: il portiere uruguagio è infatti nato il 26 gennaio 1992 a San josè de Mayo. Dopo un trascorso nelle giovanili del Danubio esordisce con la stessa maglia nel massimo campionato uruguaiano, dove milita dal 2012 al 2015 collezionando 67 presenze e mettendosi in mostra con prestazioni importanti: nel 2013 vince il Torneo Apertura mentre l’anno successivo trascina i propri compagni alla conquista della Primera Divisiòn Profesional  parando ben quattro rigori nella finale contro il Montevideo Wanderers e vincendo così in quarto campionato nella storia del Danubio che gli vale anche il titolo di miglior portiere del torneo.

Nel gennaio 2015 viene acquistato in prestito dal Torino e, dopo aver ottenuto una sola presenza all’ultima giornata di campionato contro il Cesena, in estate il club granata lo riscatta: la stagione era cominciata per lui nel ruolo di secondo portiere, venendo quindi utilizzato solamente nei match validi per la Coppa Italia dove non ha mai sfigurato (è sceso in campo contro Pescara, ancora Cesena e Juventus)

Ichazo
Un grande intervento di Ichazo nel match contro il Sassuolo

Queste buone anche se rare prestazioni ed il contemporaneo vistoso calo  di Daniele Padelli hanno recentemente consegnato al giovane portiere la maglia da titolare tra i pali del Torino: Ventura si è affidato a lui nelle ultime tre partite ed ancora una volta Ichazo ha dato segnali importanti dimostrando sicurezza nelle uscite e negli interventi. L’uruguagio festeggia così i suoi 24 anni con la consapevolezza di essere diventato il nuovo numero uno del Torino, e con l’obiettivo di mantenere il posto conquistato dando continuità alle recenti prestazioni decisamente convincenti. Il futuro di Ichazo è nelle sue mani o, meglio nei suoi guantoni.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Seagull'59 - 1 anno fa

    Auguri Salvador!
    Il ruolo del portiere e’ troppo delicato per essere valutato dopo due partite: l’età, i precedenti, le potenzialità sembrano essere tutte a suo favore ma bisogna crederci e fare, di conseguenza, una scelta tecnica: o lui o Padelli. Non esiste squadra al mondo dove il ruolo del portiere non è stabilito: titolare e riserva, perché se non c’è fiducia e un progetto di crescita ben definito, il portiere si sente costantemente messo in discussione e in dubbio, facendo il male della squadra.
    Avevamo tra i migliori preparatori dei portieri: dove sono? Che dicono? Che fanno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy