Torino, Belotti e il tifoso nel Derby: “Io ho regalato la maglia a lui!”

Torino, Belotti e il tifoso nel Derby: “Io ho regalato la maglia a lui!”

La rettifica / Parla Davide: “Mi ha abbracciato e ringraziato. Con questo gesto mi ha cambiato la giornata”

Belotti

Ieri via abbiamo raccontato un retroscena dal gusto granata, avvenuto a margine del derby della Mole. Nel riportare il nostro racconto – LEGGI QUI -, attraverso le informazioni riferite da chi era a bordocampo in quel momento,  purtroppo abbiamo proposto una versione incompleta e non del tutto realistica dei fatti.

E quando a sbagliare è un giornale, scusarsi non basta. Serve una doverosa, quanto immediata, rettifica che proponiamo ora, attraverso le parole del diretto interessato. E il caso vuole che la storia assuma contorni ancor più granata: non è stato Belotti a regalare la propria maglia al tifoso che aveva scavalcato la recinzione, bensì il contrario.

Un caso più unico che raro, un tifoso del Toro che al termine della partita regala la propria maglia al suo idolo. Lo spiega Davide, giovane protagonista della vicenda: “Premetto che da quando tifo il Toro non ho mai avuto un vero e proprio idolo, ma Belotti a me trasmette qualcosa che altri calciatori non sono riusciti a trasmettere. Parlo di passione, passione per questo sport, ma soprattutto lui non è semplicemente un giocatore del Toro, per me è Il giocatore del Toro!”.

Fatta questa premessa, Davide arriva al dunque: “Non sono mai riuscito a incontrarlo e speravo di ricevere una sua maglietta. Ero posizionato a bordocampo ma quando l’ha lanciata non sono riuscito a prenderla, così l’ho visto ad un passo e ho scavalcato, ma nel mentre, avrò fatto massimo 5 metri, perché era vicinissimo, è intervenuto uno steward. E quando Belotti mi ha visto, allora mi è venuto incontro, mi ha abbracciato e io gli ho detto: non sono riuscito a prendere la tua maglietta ma se vuoi io ti posso dare la mia – ovviamente con il suo nome – così avrai un ricordo di un tuo grandissimo tifoso! Lui ha preso la mia maglia, mi ha ringraziato e mi hai cambiato la giornata!”.

In un mondo pallonaro, dove non ci sono più bandiere, ecco un gesto raro. Ecco la doverosa rettifica dopo quanto raccontato ieri. E la storia, già di per sé ricca di passione, si tinge ancor di più di tinte granata. Il tifoso che abbraccia il suo idolo e dona a lui la maglia del Toro: un gesto più unico che raro. Un momento che dimostra ancora una volta quanto possa essere forte e coinvolgente il battito del Cuore Granata.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Achille - 10 mesi fa

    Ed anche e soprattutto per quello che è il tifoso granata, meriterebbe una squadra da scudetto, SEMPRE! MEDITATE, GENTE, MEDITATE….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy