Torino e Filadelfia: i dettagli del mutuo garantito dalla Regione

Torino e Filadelfia: i dettagli del mutuo garantito dalla Regione

Verso la ricostruzione / Piano d’ammortamento di 15 anni, tasso d’interesse variabile: Euribor 6 mesi più spread a 2.50%. Nessun diritto di ipoteca

Il percorso della ricostruzione dello stadio Filadelfia procede spedito, come previsto dal cronoprogramma stilato dalla Fondazione Filadelfia. Qualche ostacolo c’è stato: la macchina è incappata in qualche buca lungo in sentiero. Ora tutto appare risolto e inattesa che vengano ufficializzati i vari contratti in essere, ecco che emergono ulteriori dettagli riguardanti il mutuo che il Credito Valtellinese concederà alla Fondazione stessa. Un prestito, le cui rate saranno garantite dalla Regione Piemonte, come è noto, interessi compresi.

Tale mutuo avrà una durata di 15 anni, per un valore complessivo di 3,5 milioni di euro. Le rate saranno semestrali e il contributo sarà pertanto di 275mila euro a rata, con il primo versamento che dovrebbe arrivare – in un certo senso – in anticipo. In modo tale da aprire e chiudere il cerchio nella giusta misura, evitando che si crei un ‘buco’ di sei mesi. 

Il tasso d’interesse variabile è calcolato con l’Euribor 6 mesi, più lo spread a 2.50%. Provando ora a disegnare una proiezione futura (considerando che gli scenari del mercato finanziario potrebbero cambiare nei prossimi 15 anni) si può dire che gli interessi saranno pari ad una cifra non inferiore a 770 mila per l’intera durata del mutuo

Infine, per rispondere alla domanda che molti si sono posti, a differenza dei classici mutui che vengono accesi dai privati cittadini, in questo particolare caso non vi sarà alcun diritto di ipoteca a favore della banca. Dunque, in uno scenario decisamente pessimistico – che tutti sono pronti a scongiurare -, nel caso in cui non fosse possibile far fronte alle rate da pagare, il Filadelfia non diventerà di proprietà della banca stessa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy