Torino e Filadelfia, Salvadori: “L’auspicio è un rigetto del ricorso”

Torino e Filadelfia, Salvadori: “L’auspicio è un rigetto del ricorso”

Il presidente della Fondazione Filadelfia: ”Non faccio pronostici, noi il nostro lo stiamo facendo”

Commenta per primo!

Oggi è il giorno del ricorso al Tar della Alvit, società terza classificata nella gara d’appalto per la ricostruzione dello Stadio Filadelfia. Abbiamo intervistato Cesare Salvadori, presidente della Fondazione Filadelfia per avere una sua visione della situazione, tra speranze e attese, con il rischio di lunghi ritardi.

Presidente Salvadori, cosa ne pensa di questo ricorso?

Non sono contento di tutto ciò, come avevo già avuto modo di ribadire in interviste passate. Ovviamente questo ricorso è un grosso intoppo nel processo di ricostruzione dell’impianto del Filadelfia, come tempi e come azioni. E’ chiaro che c’è una situazione di grande incertezza che perdurerà fino a quanto il Tar non si sarà pronunciato.

Quanto pensa possa volerci perché venga annunciato l’esito del ricorso?

Purtroppo non ho la più pallida idea di quando verrà annunciato il pronunciamento; abbiamo anche provato ad informarci, ma non sappiamo quanto ci vorrà. Ovviamente la speranza è che arrivi in fretta una decisione per far si che i tempi non si allunghino ancora di più, ma non è possibile fare un pronostico su questo.

Ha un’idea su quello che potrà essere l’esito? Ritiene che il ricorso presentato dalla Alvit possa essere accolto?

Guardi, anche in questo caso non voglio fare un pronostico sulla decisione che verrà presa. E’ logico però che la mia speranza è quella che il Tar si esprima per un rigetto del ricorso. Vorrebbe dire che si è fatto tutto per bene è che c’è la possibilità di tornare a lavorare sin da subito. Un eventuale accoglimento da parte del Tar infatti rallenterebbe tutto il processo di ricostruzione. Ribadisco, il mio è solo un auspicio, non una previsione, ma la speranza è quella che venga respinto il ricorso.

Cosa si sente di dire ai tifosi del Torino che da tempo attendono di poter vedere ultimato il processo di ricostruzione del Filadelfia e che vedono sorgere continuamente intoppi?

Non dipendono da noi questi rallentamenti, noi abbiamo lavorato e stiamo continuando a lavorare nell’idea che tutto il processo prosegua senza stop o ritardi di sorta, siamo pronti a rimetterci al lavoro sin da domani se arrivasse la notizia del rigetto del ricorso da parte del Tar. Stiamo contrattando il mutuo con il Credito Valtellinese e stiamo per far partire la campagna promozionale per sostenere il progetto, insomma noi stiamo andando avanti. Speriamo che le nostre iniziative possano in qualche modo favorire una decisione del Tar che non rallenti tutto il lavoro. Però davvero, si tratta solo di auspici da parte mia, non di previsioni perché non se ne possono fare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy