Torino, l’ex Amauri: “Se smetto, vado in Brasile per aiutare i poveri”

Torino, l’ex Amauri: “Se smetto, vado in Brasile per aiutare i poveri”

L’intervista / Il bomber: “Mi sto allenando da solo, ma penso al ritiro. Voglio dare un’opportunità ai giovani meno fortunati, come è stata data a me anni fa”

4 commenti
Amauri, Quagliarella

Poca incisività, ma tanta professionalità: questo il ricordo lasciato da Amauri ai tifosi del Torino, ultima formazione nella quale l’attaccante ha militato e con la quale ha rescisso il contratto al termine del mercato di gennaio, dopo un anno e mezzo in maglia granata. “Adesso continuo a lavorare, mi alleno da solo” dice il bomber ai microfoni di TMW Radio “ma non so proprio cosa sarà del mio futuro. Spero che qualche società italiana mi contatti, ma se non trovassi niente andrò all’estero”

Amauri
L’esultanza di Amauri dopo una rete siglata con la maglia del Torino

Spunta però anche l’ipotesi ritiro per Amauri, che ha già dei piani anche in questo senso: “Se proprio non trovassi nessuna opzione, allora smetterei. In quel caso vorrei andare in Brasile per trovare dei giovani ai quali dare un’opportunità importante, esattamente come molti anni fa è stata data a me: mi hanno pescato dal nulla, voglio offrire un’occasione ai ragazzi come me, ai meno fortunati”

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 12 mesi fa

    Come sarebbe “…se smetto…?” smetti e basta! ti prego! e regalali sti soldi, visto che li hai guadagnati stando seduto per due anni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    Bravo, Se avrei guadagnato anche io 1.600.000 mila euro in due anni senza aver fatto nulla l’avrei fatto anche io.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Zio Fabri - 1 anno fa

      La grammatica, questa sconosciuta…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ziocane66 - 1 anno fa

    Bravo! Facessero come te anche i politici ti voterei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy