Torino, sarà un 4 maggio dal sapore particolare: diverso da tutti gli altri

Torino, sarà un 4 maggio dal sapore particolare: diverso da tutti gli altri

Domani il 68° anniversario della tragedia di Superga: i granata al Colle, ma per la prima volta nella storia l’evento è a vista diretta sul derby della Mole…

4 maggio

Superga. Un nome, una basilica, un simbolo: ogni anno, il 4 maggio, migliaia di persone si recano al Colle per celebrare quello che ormai è diventato un rito profondamente radicato nel DNA granata, per rendere omaggio al Grande Torino lì tragicamente perito in quella stessa data nel 1949 e rafforzare ancor più il legame di fratellanza di fede che li unisce nel corso di tutta la stagione (e la vita). Nella giornata di domani quindi, precisamente nel pomeriggio – qui il programma completo della giornata – il Toro si recherà all’annuale cerimonia di commemorazione dei caduti 68 anni or sono, ma questa volta sarà un 4 maggio assolutamente particolare e differente rispetto al solito.

Per la prima volta nella storia infatti il calendario ha voluto giocare un incredibile scherzo del destino, ed ecco che la partita più prossima alla cerimonia della Basilica, a soli due giorni di distanza, sarà il derby della Mole: sabato sera alle ore 20.45 il Torino sarà infatti ‘ospite’ della Juventus per disputare la seconda stracittadina di questa stagione, un evento che come detto mai si era trovato ad essere direttamente consequenziale alla commemorazione degli Invincibili. Domani pomeriggio il popolo granata si stringerà nel suo rituale annuale, attorno alle due radici ed alla leggenda, ma questa volta sarà differente poichè la finestra sarà aperta sulla sfida più sentita dell’intera stagione, quasi come se tutto questo fosse in qualche modo orchestrato appositamente.

Mihajlovic, Superga, Guccini

Una cornice che ovviamente non distoglierà Mihajlovic e giocatori, né tanto meno la tifoseria, dall’importanza e dalla sacralità dell’evento in corso, ma che potrebbe fornire un ulteriore stimolo al Torino tutto in vista del fondamentale impegno di campionato: se mai ve ne fosse bisogno, l’atmosfera che si respira in quella precisa circostanza – assolutamente indescrivibile con semplici parole ma tutta da vivere e sperimentare sulla propria pelle – servirà senza alcun dubbio a ricordare ai giocatori, o a far comprendere sino in fondo agli ultimi arrivati, che cosa è stato e che cosa è attualmente il Torino, che cosa significa la maglia che indossano ogni fine settimana per il calcio a livello mondiale. E proprio con questo spirito, con questa consapevolezza, e con un doveroso pensiero agli Invincibili, i granata dovranno scendere in campo sabato sera per giocarsi il derby della Mole dando tutto quel che hanno, e forse anche un po’ di più… Nel frattempo, spazio al 4 maggio ed alla cascata di emozioni che la commemorazione di Superga porta ogni anno, inevitabilmente, con sé.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy