Toro, Maksimovic spegne oggi le candeline e vuole tornare più forte di prima

Toro, Maksimovic spegne oggi le candeline e vuole tornare più forte di prima

Ventiquattro anni per il difensore serbo, ai box per un lungo infortunio: i granata lo aspettano per puntare su di lui

2 commenti

Il 25 novembre 1991 nasceva a  Bajina Bašta, in Serbia, Nikola Maksimovic: il difensore compie dunque oggi ventiquattro anni. Dopo essere cresciuto nello Sloboda Point Sevojno, il giovane è stato acquistato dalla Stella Rossa di Belgrado nel 2012 dove sono emerse le sue qualità giocando sia come centrale difensivo che come centrocampista e collezionando 25 presenze ed una rete.

Nel 2013 viene preso in comproprietà dal Torino e, dopo qualche mese di ambientamento ed apprendimento degli schemi di Ventura, esordisce in granata il 6 ottobre 2013 per poi conquistarsi il posto da titolare e non perderlo più. Nelle due stagioni passate finora sotto la Mole il serbo ha dimostrato affidabilità ed una crescita costante, venendo utilizzato da Ventura come centrale destro di difesa o all’occorrenza anche come esterno di centrocampo. Il club di Cairo quindi in estate aveva resistito alle offerte allettanti di altri club per trattenere Maksimovic ancora alla corte di Ventura ed il serbo si apprestava ad iniziare la sua terza stagione in maglia granata da titolarissimo: le aspettative non sono stati disattese ma a causa di un brutto infortunio patito in Nazionale (frattura del quinto metatarso del piede) il difensore ha disputato appena due partite in questo campionato.

Daniele Baselli dopo il gol realizzato contro la Fiorentina
Maksimovic festeggia Daniele Baselli dopo il gol realizzato contro la Fiorentina

Il tecnico e la società puntano forte su di lui, un prospetto emergente dalle indubbie qualità e che avrebbe dovuto essere una colonna di questo Torino 2015/2016: i compagni aspettano dunque con ansia il suo rientro in campo.  Il difensore ha finora collezionato 70 presenze totali in maglia granata tra Campionato, Coppa Italia ed Europa League e vuole tornare disponibile il più presto possibile, con grinta e determinazione, per poter essere utile alla causa del Torino.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maroso - 1 anno fa

    In bocca al Lupo Nikola, ci manchi tanto con i tuoi inserimenti al cenmtro. Guarisci bene e ricorda “Per essere del Toro, per essere da Toro, occorre amare valore autentici, e talvolta saper prendere a calci il destino!”.
    A presto!
    Ma adesso complimenti a Bovo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    Che dire di Bovo quest’anno non ci si può lamentare, ma Maksimovic nell’impostazione del gioco è tutt’altra cosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy