Un regalo di Natale per il Filadelfia

Un regalo di Natale per il Filadelfia

Verso la ricostruzione / Il presidente della Fondazione Cesare Salvadori: “Chiediamo a Cairo un sostegno concreto così che il Torino possa avere un impianto completo e di livello”. Beccaria: “Inutile parlare ora dei costi del terzo lotto. La forbice è troppo ampia, da i 2 ai 4 milioni di euro”

1 Commento
Filadelfia

Malagò, Mario Giordano, Giorgio Navone e lo stesso presidente Urbano Cairo hanno già acquistato il proprio seggiolino. Ora, come una piccola ma grande offerta, tutti possono fare un regalo di Natale al Filadelfia, il cui cronoprogramma relativo alla ricostruzione procede senza interruzioni.

Lo conferma il presidente della Fondazione Cesare Salvadori: “Credo sia indispensabile fare queste conferenze in modo che il popolo granata sia aggiornato in maniera trasparente. I lavori stanno avanzando e le webcam poste al Fila mostrano a tutti la reale situazione. Al momento abbiamo demolito i tronconi e iniziato gli scavi relativi alle fondamenta, il cronoprogramma va avanti senza interruzioni e i tempi ad oggi sono rispettati. Ma per poter parlare di vero ‘Fila’ da parte meramente sportiva non basta. Servirà anche la parte culturale-aggregativa, fruibile da tutti i tifosi. Quel tocco in più che permetterà di ricreare l’ardore granata”.

Come realizzare questo dono? Lo spiega il vicepresidente della Fondazione Gianluca Vignale: “Siamo contenti per come sta andando la raccolta fondi, la quale non dovrà finanziare la ricostruzione dell’impianto, per il quale i soldi ci sono già. Ma servirà per quella parte culturale-aggregativa relativa alla Foresteria, ai piloni della Memoria dedicati al Grande Torino. Già da sabato prima della sfida contro la Roma i tifosi potranno donare, in offerta libera, attraverso le cartoline che verranno distribuite allo stadio. Oppure prenotare i pacchetti da 50, con i quali riceveranno la sciarpa ufficiale del Fila, e 100 euro che daranno la possibilità al tifoso di avere il proprio nome sulle pareti”.

Filadelfia
La stampante 3D con cui è stato realizzato il plastico del nuovo Filadelfia

Prende parola anche il consigliere Domenico Beccaria: “Il lotto 3 rappresenta un progetto complesso, che ad oggi non incide sui fondi destinati ai primi due lotti. L’impianto sportivo si farà, poi verrà completato il secondo lotto e quindi verrà il tempo del Museo con tanto di area di ristorazione e parcheggi. Per questa parte, ossia quella che completerà il vero Fila, saremo pronti a presentare il progetto definitivo entro marzo prossimo. I costi oscillerebbero al momento tra i 2 e i 4 milioni, ma non ha senso parlare ora senza progetto definitivo. La forbice è troppo alta”.

Il plastico del nuovo Filadelfia
Il plastico del nuovo Filadelfia

Terminati gli interventi di rito, il presidente Salvadori chiosa: “Il contratto con il Credito Valtellinese è a buon punto, c’è una bozza sulla quale stiamo discutendo i dettagli. Su alcune cose non siamo d’accordo, ad esempio non siamo d’accordo sul fatto che la Banca possa intervenire sulle decisioni del consiglio di Fondazione. Ma siamo sereni perché abbiamo la garanzia della Regione Piemonte in tal senso. Per quanto riguarda i seggiolini, il numero totale è di 2000 posti disponibili, sui quali i tifosi potranno mettere il proprio nome. Di cui 100 definiti ‘seggiolini vip’. I seggiolini normali si possono prenotare con 1000 euro, mentre quelli ‘vip’ 2000. Questo non significa che prenotando il seggiolino, il tifoso avrà il suo posto assicurato per sempre, ma semplicemente, un po’ come in chiesa, si potrà applicare una targa celebrativa. Per se stessi o magari a dedica di un caro parente”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    INO INO QUESTO FILADELFIA……SU CAIRINO TIRA FUORI IL QUATTRINO!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy