Un Torino Fc anche in Brasile

Un Torino Fc anche in Brasile

Mondo Granata / Si tratta di una squadra di calcio con 67 anni di storia, fondata da un gruppo di appassionati d’origine italiana, in onore degli Invincibili: stesso nome, stesso logo, cambiano solo i colori. Marco Antônio il bomber di razza

Il nome è lo stesso e pure il logo è uguale. Cambiano i colori: dal granata al verde. Anche in Brasile c’è un Torino Fc, fondato ormai 67 anni fa da un gruppo di appassionati di origine italiana, in memoria degli Invincibili. Una società costituita ai tempi che furono, proprio in onore dello storico club del capoluogo piemontese, perché – si legge sul sito ufficiale -: “É la squadra più gloriosa al mondo”.

La sede ad oggi appare piuttosto fatiscente, in cima brilla però il logo degli anni ’80, definito da tutti gli appassionati del pallone: “Il più bel blasone di sempre”. Sulla data precisa della fondazione del Torino Fc (quello brasiliano, si intente) le fonti si dividono in due: sul sito ufficiale c’è scritto 4 luglio 1949, mentre sul documentario prodotto dallo stesso club, la voce narrante dice 7 aprile 1949. Di diverso avviso i (tanti) tifosi al seguito, i quali hanno festeggiato il 67° anniversario lo scorso 15 aprile.

Torino Fc
La sede del Torino Fc brasiliano

Opinioni divergenti, anche sul motto ufficiale del club: “Esforço, Dedicação, Devoção e Glória”, questo si legge sul sito internet della società. In cima alla facciata della sede, invece, appare chiara la scritta con dedica alla nostrana compagine granata: “Torino uma vez, Torino sempre”.

Non ci sono dubbi, invece, sul fondatore del Torino Fc brasiliano, ossia, José Pereira. Per gli amici: “Mr. Zito”. Proprio lui scelse di radunare un gruppo di compari d’origine italiana – come del resto gran parte della popolazione di Caxias do Sul, comune nello Stato del Rio Grande, fondato nel 1890 da immigranti dello Stivale, originari del Veneto -, per creare una squadra in onore appunto del Grande Torino.

Torino Fc

Il palmares non è certo da buttar via, infatti, oltre ai numerosi titoli provinciali e regionali, ci sono: 1 scudetto municipale categoria amatori nel 1960, due coppe campioni da Festa da Uva (1950, 1961) e, sempre per la stagione 1960, anche il trofeo del Torneio Amizade de Ana Rech.

Dopo i fasti degli ’60 e ’80, il club partecipa attualmente – e con grande merito – alla lega Suleste di calcio a 7. Ha uno ‘stadio’ rimesso a nuovo e dopo essere arrivato primo nel proprio girone, si appresta a disputare la Supercopa di categoria. Il diesse Álvaro Ribeiro Lima e il presidente-allenatore Rogério Gonçalves Martins hanno assemblato una rosa competitiva che vede nel bomber Marco Antônio dos Reis e nel terzino arrembante Romário Lino de Souza, i leader e trascinatori di tutta la banda. Nonché della torcida del Minas Gerais.

Stesso nome, stesso logo, colori diversi. Ma anche stesso spirito: sudore, devozione, dedizione e gloria. Anche in brasile: “Torino uma vez, Torino sempre!”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy