Vincenzo Scifo: la stella che illuminava il Toro di Borsano

Vincenzo Scifo: la stella che illuminava il Toro di Borsano

Figurine / Classe 1966, belga dalle origini italiane: l’amarezza in Uefa, la gioia in Coppa Italia

1 Commento
Scifo

Esattamente 50 anni fa, il mondo conosceva per la prima volta Vincenzo Scifo: un giocatore destinato ad entrare a modo suo nella storia del calcio europeo.

Centrocampista offensivo di grande qualità, nacque a La Louvrière in Belgio il 19 febbraio 1966, da genitori di origini italiane. Il Toro lo vede e se ne innamora tanto che nel 1991 il presidente Borsano tira fuori la cifra record di 8.7 miliardi di lire per acquistarlo dall’Auxerre.

Un numero 10 vecchio stile, di quelli che oggi non ci sono più. In granata vinse una Coppa Italia e arrivò in finale di Coppa Uefa, per poi trasferirsi nella squadra del Principato di Monaco. Tante lacrime, di gioia e di dolore. Per un giocatore che ancora oggi tutti ricordano.

Vincenzo Scifo: la stella che illuminava il Torino…

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. VincenT - 1 anno fa

    Un grandissimo lo ricordo come se fosse ieri, un misto di tecnica, velocità, astuzia e determinazione bei tempi anche se poi tutti gli acquisti come il suo e gli ingaggi come il suo hanno chiuso quasi subito un ciclo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy