Zaccheroni e i sostituti

Zaccheroni e i sostituti

MISTER: SE LEGGESSE I SONDAGGI AVREMMO QUALCHE PUNTO IN PIU’

Da Edoardo

l’analisi è ficcante ed essenziale, credo riassuma lo spirito della maggior parte di noi. Ci deve essere un sano realismo, senza papa Urbano il trascinatore forse saremmo nel limbo, lui ha molti più meriti che colpe, e chi è senza colpe scagli la prima…

MISTER: SE LEGGESSE I SONDAGGI AVREMMO QUALCHE PUNTO IN PIU’

Da Edoardo

l’analisi è ficcante ed essenziale, credo riassuma lo spirito della maggior parte di noi. Ci deve essere un sano realismo, senza papa Urbano il trascinatore forse saremmo nel limbo, lui ha molti più meriti che colpe, e chi è senza colpe scagli la prima pietra (possibilmente non in campo…….). Però in una squadra "normale" forse Rosina avrebbe pagato una multa e avrebbe giocato lo stesso, e al posto del sempre più inguardabile Pancaro magari sarebbe sceso in campo un primavera e avrebbe sicuramente fatto meglio, e se anche quelli come Ardito, che è sempre stato fra i migliori, giocano veramente male, allora qualcosa deve esserci anche nel manico (quello tecnico). Siamo scarsi, questo è sicuro, e l’allenatore non va in campo, ma se la formazione fosse stata fatta con i sondaggi di toronews sicuramente avremmo qualche punticino in più e qulache scontento in meno. Poi va anche di sfiga che i 2 più in forma sono squalificati per 2 e 3 giornate. Comunque non molliamo, FORZA URBANO e FORZA TORONEWS. Oggi i miti di Superga, e Gigi e Giorgio si saranno nauseati, ma probabilmente anche loro saranno lì a gridare "forza toro". E poi, dalla nostra parte abbiamo la legge dei grandi numeri, no? prima o poi qualche punto lo faremo! Ai giocatori dico solo questo: non fatelo per noi, ma per tutti quei bambini granata che, almeno per un anno, si sentono 2 gradini più su di quelli gobbi (uno è fisso, e ce lo dà la dignità che i rigadin non hanno mai avuto, l’altro ce lo dà la serie A mentre loro sono in serie B – a far ruberie, come al solito -). Fateli sentire orgogliosi di voi, i nostri bambini, e sappiate che, con partite come quelle di oggi, farete vergognare i vivi e i morti.
 

Appello condivisibile, purtroppo in campo i risultati non li fanno i sondaggi.

 

IN LOTTA PER LA SALVEZZA IL PARMA STA MEGLIO DI NOI

Da Enzo

Bene! Ora siamo sistemati! La vittoria all’ultimo minuto del Messina ci condanna virtualmente alla serie B, in un momento in cui la squadra "sciopera" palesemente contro l’allenatore, senza che il presidente faccia nulla per cambiare la situazione. Ovvio che i giocatori siano censurabili per il loro inconcepibile atteggiamento, ma Zaccheroni è sinceramente indifendibile: ha adottato un modulo (3-4-3) inadatto ad una difesa strutturalmente lenta, ha giocato per mesi con una punta sola, ha "scoperto" Ardito dopo dieci partite, schiera calciatori fuori forma, adatta Rosina e Lazetic a ruoli per cui non sono portati, ha "bruciato" Fiore, in corso di gara spesso sostituisce il giocatore che sta giocando meglio, non riesce a motivare e trasmettere grinta. Il presidente è colpevole nella misura in cui persiste a concedere chances senza rendersi conto di evidenti errori tecnici e tattici. Ecco, ora siamo arrivati al dunque: la squadra, dopo continui rinvii, è finalmente ed ufficialmente invischiata nel mini-torneo della salvezza, torneo in cui il Parma
mi pare decisamente più attrezzato di noi.
Buona fortuna…
 

Concordo sulla considerazione che sono gli allenatori a dover adattare gli schemi agli uomini e non il contrario, non lo sono sul Parma. Al massimo ha giovani più interessanti.

 

 CAIRO METTI DA PARTE L’ORGOGLIO  E PRENDI COSMI

Da Mauro

Egregio Direttore ADESSO BASTA !!!non ne possiamo più di vedere una squadra molle,svogliata,senza un briciolo di attaccamento alla maglia che indossano,l’ennesima prestazione di una squadra ormai allo sbando dove al suo interno ci sono infami,arroganti,e chi ne ha più ne metta. L’emblema di questo Toro è l’esclusione per motivi disciplinari di Rosina,almeno in questo sono d’accordo con Zaccheroni,ma come si permette questo pivello che non ha ancora vinto niente a giudicare così pesantemente i suoi compagni di squadra,premesso che tutti sono dei pelandroni, ma se mi permettete i panni sporchi si lavano in famiglia e non sui siti internet(ma Lui il fenomeno dice che quelle pagelle le ha scritte suo zio,poteva trovare una scusa migliore.Detto questo vorrei dire al presidente cairo di smetterla di scimmiottare berlusconi e di mettere da parte il suo orgoglio e avere il coraggio di LICENZIARE IL SIG ZACCHERONI e di prendere un allenatore con le palle :Serse Cosmi.

La risposta a questa considerazione l’avremo dopo il Cagliari. Per il momento ricordiamoci che dopo i ritiri a Desenzano la prima partita è sempre stata persa, poi le cose sono sempre andate per il meglio.

 

BISOGNA TROVARE NUOVI STIMOLI

 

Da Stefano

A questo punto abbiamo toccato il fondo, una partita contro una diretta concorrente ,preparata con una settimana di ritiro e giocata in evidente stato confusionale dove non si’ e’ salvato nessuno dei giocatori in campo, dove una squadra come il CHIEVO ci ha dimostrato una netta differenza di gioco e di preparazione  atletica, e dove il nostro giocatore piu’ rappresentativo sedeva in tribuna.Il problema e’ molto forte e difficile da risolvere lo spogliatoio credo che non esista e lo spirito di squadra venga sempre piu’ a mancare, per noi tifosi ieri e’ stata una partita oltre che di profonda sofferenza di una sconcertante delusione.Credo che il toro abbia bisogno di cambiare gli stimoli e di ricreare armonia interno alla squdra,vorrei fare un nome a proposito, COSMI potrebbe essere l’uomo giusto in un momento cosi’ delicato una persona che esprime ed esige impegno da qualsiasi giocatore anche quello che puo’ sedere in tribuna. Per il TORO di oggi una retrocessione sarebbe una perdita oltre che economica una perdita anche morale .Ringraziando CAIRO che ci ha riportato in serie A, ora pero’ deve prendere provvedimenti immediati prima che sia troppo tardi,ammettendo i propri errori in questa stagione in scelte sbagliate forse per inesperienza,ma’il campionato va avanti e con ilCAGLIARI e’ un’altra partita da ultima spiaggia e sbagliarla sarebbe forse irrimediabile.

Caro Stefano, penso che il Presidente li stia cercando da tempo, ma non è oggettivamente facile nemmeno per i giocatori riuscire a trovarli. Certo che con il Cagliari in casa, anche se a un’ora indecente, si capirà tutto quel poco che ancora c’è da capire.

 

CAMBIAMO MODULO E NON LASCIAMO PIU’ FUORI ROSINA

Da Renato

Si può perdere anche una partita, due, tre. Non si possono perdere, però, le partite con la rassegnazione di animali che vanno al macello come fanno i giocatori del toro quando scendono in campo. La responsabilità è da dividere fra tutti. Da Cairo che ingenuamente o forse per tirchieria non ha voluto comprare un vero attaccante, pensando che gente come Stellone o Abbruscato o giocatori a fine carriera potessero bastare a rimanere in serie A. Di Zaccheroni che continua a giocare con una punta, e che punta! Anche l’Ascoli ha un attaccante più forte, basta guardare la classifica marcatori. Se poi Fiore che sembrava un vero brocco nel Livorno sembra rinato allora un motivo ci sarà. Poi la ciliegina sulla torta è l’esclusione di Rosina, l’unico giocatore da serie A che abbiamo. Vogliamo parlare della difesa? Se il rendimento migliore c’è l’ha il signor Brevi, che ha quasi 40 anni cosa devo pensare? Ora basta. I tifosi del Torino hanno sofferto troppe umiliazioni. Occorre qualcuno che si rimbocchi le maniche come capitan Mazzola! 
 

Rosina ha semplicemente ricevuto una lezione di vita che sicuramente non gli farà male, perché si tratta di un ragazzo intelligente. Gli attaccanti validi ci sono, bisogna “semplicemente” trovare il modo di farli rendere al meglio.

 

ZACCHERONI NON E’ UOMO DA TORO

Da Roberto

l’ennesima figuraccia adesso Cairo prenda le giuste decisioni ed allontani Zaccheroni la squadra è allo sbando non è in grado di gestire lo spogliatoio. Ma non doveva essere la difesa meno battuta del campinato secondo Zac? Come si fa a tenere fuori Rosina in un momento così delicato? può aver commesso delle ingenuità fategli un’ammenda ma non si può contro una diretta avversaria tenere fuori l’uomo più talentuoso del momento. non c’è gioco…. palla lunga per la testa di Stellone e poi palla agli avversari…La difesa sembra un colabrodo Vi prego insistete tutti affinchè si prendano delle decisioni serie aiutiamo Cairo a convincersi che Zaccheroni non è uomo da Toro
 

Zaccheroni è un ottimo allenatore che però vive un momento difficile. Al posto suo, dopo sabato, mi sarei dimesso, se non l’ha fatto non credo sia solo per questioni economiche ma perché effettivamente ci crede. Diamogli fiducia almeno fino a mercoledì, in fin dei conti se si sono fatti tredici punti in cinque partite qualche merito anche lui ce l’ha.

 

ZACCHERONI HA UNA ROSA MODESTA,
FORSE DE CANIO SAREBBE PIU’ ADATTO

Da Paolo

ORA BASTA !!!!!! Piu’ in basso di così proprio non si può !! Ormai

Zaccheroni è indifendibile, come si fa a difendere un tecnico che perde 6 partite di fila e fa un punto nelle ultime otto, giocando, tra l’altro,

partite inguardabili???? Ora basta davvero, sono stufo, da grande tifoso

granata, di vedere la mia squadra UMILIATA, oggi, perfino dal Chievo! "Umiliata" è proprio il termine giusto per la gara di oggi. Caro

Direttore, voglio bene al Ns. Presidente, ma se vuole portarci di nuovo

nell’inferno della B lo dica subito perché ogni settimana ci avviciniamo sempre di più a questo traguardo negativo, e vedere la squadra soffrire e stare a guardare senza muovere un dito vuol dire essere complici! (quando dico "Muovere un dito" intendo esonerare il tecnico). E proprio non voglio pensare che Cairo voglia il male del Toro! Mi dispiace tanto, ma Zaccheroni non è da Toro e non lo è mai stato. Non voglio addossare tutte le colpe a lui, vista anche la modestissima rosa a sua disposizione, ma se continua a far scendere in campo (in partite delicatissime) gente come Pancaro e Franceschini e lasciare in tribuna l’unico fuoriclasse a sua disposizione, non ci sono scusanti ! Se, proprio per orgoglio, non si vuole rimettere al suo legittimo posto il bravo De Biasi, a guardare la tv, per fortuna, c’è ancora un bravo allenatore che ha fatto bene ogni volta che è stato chiamato in causa per salvare le squadre pericolanti: un certo De Canio, serio e umile professionista che porterebbe una ventata di freschezza oggi indispensabile a tutto l’ambiente granata! Spero che, dopo questa ennesima figuraccia di oggi, Cairo dimostri di non essere complice di Zaccheroni nel vedere morire lentamente il Nostro Toro e che ESONERI oggi stesso il tecnico romagnolo (che ormai non ha più nulla da dire qui a Torino) prima che sia troppo tardi !!!!!!!!!  Grazie e forza Toro sempre !!!

Penso che il Presidente sia molto combattuto in questo momento. Ha bisogno di tutto il sostegno possibile dei tifosi e di un cenno significativo da parte della rosa e dello staff tecnico. Se non dovesse arrivare, difficilmente credo che vedremmo Zaccheroni in panchina anche a Firenze.

 

TORO FUORI GLI ATTRIBUTI

Da Giorgio

Purtroppo abbiamo perso e anche male..abbiamo visto una squadra, se così posso dire, inesistente. Incapace di difendere ed attaccare. Il grave è che su 6 partite 2 goal. Ma Cairo lo sapeva! Sapeva che il Toro aveva necessità di una punta! Lui ha puntato su questi che abbiamo. E..Konan? Mi continuo a chiedere dov’è e cosa fa? chi è costui? Non so cosa dirmi di un ragazzo che io vidi a Lecce un buon giocatore, capace ,se non sbaglio, a siglare una rete anche a Torino contro la Juventus. Adesso bisogna fare chiarezza e non dico che è una cosa semplice. Dico che Zaccheroni è stata la scelta e Zaccheroni sarà il nostro affossatore. (una volta questo compito era affidato a Lido Vieri chiamato in causa spesso per le ultime di campionato quando la retrocessione era ormai scritta). Cairo ha esonerato De Biasi per Zac e ora si tiene Zac.
Non è un idiota Zaccheroni e nemmeno Cairo, ma questa non è una disfatta! La guerra non è finita. In momenti come questo serve una cosa sola! TIRARE FUORI LE PALLE!!! Tutti Uniti Se no è la fine di un altro sogno!
 

Parole sante, caro Giorgio. Però non credo che Zaccheroni sarà il nostro affossatore. Il campionato è ancora lungo e c’è spazio per risalire con questo mister o con altri.

 

I TIFOSI MERITANO PIU’ RISPETTO

Da Flavio

ci vuole rispetto per i tifosi. Il calcio è uno spettacolo e noi tifosi vogliamo che la partita sia tale. La sconfitta fa parte dello sport, le prese in giro no. Io non pago l’abbonamento tv per vedere le altre squadre ridere del toro. Contro il toro i punti sono assicurati, senza faticare. L’arroganza di Cairo nel voler confermare un allenatore che ha fallito, nel gioco, nella condizione atletica e nel morale dei giocatori, che ha distrutto un gruppo, mi fa intuire un nuovo fallimento di questa società.L’allenatore deve essere mandato a
casa. In questo caso è più dignitoso giocare anche senza allenatore, è impossibile che i giocatori facciano peggio. Noi tifosi abbiamo il diritto di essere rispettati …. Mi sembra di rivivere le tragica esperienza della retrocessione con Cimminelli con 21 punti. L’unica differenza è il punto in più in classifica!!!!!
 

Piano con certi paragoni irriverenti. Sulla media retrocessione si può concordare, non sul resto. Penso che Cairo stia cercando di essere il più coerente possibile con sé stesso. L’anno scorso difese De Biasi e gli andò bene, quest’anno si è ripetuto, in avvio, con Zaccheroni. Adesso vedremo, considerati gli effetti storici del ritiro post Desenzano dobbiamo essere fiduciosi.

 

DOPO SABATO MAI PIU’ ALLO STADIO  CON ZACCHERONI

Da Michele

adesso sono veramente stufo! Premesso che da sempre sono assolutamente contrario a cambi di allenatore durante la stagione, non riesco a capacitarmi di come Cairo, a fronte di 6 sconfitte consecutive, continui ostinatamente a concedere fiducia a Zaccheroni: qualsiasi altro presidente di buon senso avrebbe capito che c’è qualcosa che non funziona e avrebbe già cambiato timoniere; poi non è da dimenticare che per molto meno De Biasi fu cacciato a settembre, ingiustamente secondo me. Per la prima volta in vita mia sabato, dopo
il terzo gol del Chievo, ho spento la tv e non ho seguito il match fino al termine perché non ce la facevo più a continuare. A questo punto, visto che neanche stavolta il presidente ha preso provvedimenti, ho deciso che, pur avendo l’abbonamento, non mi recherò più allo stadio (farò una sorta di tifo dall’esterno) fino a quando le cose non cambieranno (leggi qualcun altro in panchina), perché questo non è il modo di fare giocare una squadra. E, secondo me, si è già perso fin troppo tempo per trovare una soluzione.

Questi non sono discorsi da vero tifoso. Capisco la delusione, la rabbia e l’amarezza, ma se perdiamo fiducia e la speranza noi che come tifosi sappiamo che il Toro è un’idea che cammina sulle gambe di presidenti e giocatori diversi, allora è finita. Perché il Toro si salvi quest’anno nessuno deve mollare. Tiriamo noi tifosi i giocatori, facciamo in modo che guardino alla curva e allo stadio come a un esempio di gente che non molla mai, anche quando tutto sembra perduto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy