Un Torino che pensa, corre e gioca come un blocco unico

Un Torino che pensa, corre e gioca come un blocco unico

A mente fredda / La partita contro la Fiorentina aumenta le certezze e conferma una ferrea volontà collettiva

1 Commento

Un blocco unico, granitico, non solo nella vittoria, come si poteva pensare a seguito della vittoria contro la Roma. Il Torino di ieri, infatti, nel match contro la Fiorentina, ha dimostrato di saper far quadrato anche e soprattutto nelle asperità, quando i Viola premevano forte a fine primo tempo ma la squadra non si è scomposta, dimostrando di saper incassare senza imbarcare acqua.

Nella ripresa, gli undici in campo sono usciti dalla situazione di difficoltà soltanto guardandosi negli occhi e serrando le fila, senza bisogno di episodi a favore o mosse dalla panchina. Merito ancora maggiore se si pensa che l’avversaria era una grande che ha giocato come una grande, senza dare la sensazione – come aveva invece fatto la Roma – di incespicarsi da sola: se non ci fosse stato davanti il Toro, ieri la Fiorentina avrebbe anche potuto vincere il match. Perciò i granata si sono dovuti “accontentare” di tre punti forse meno belli ma sicuramente più pratici, che hanno il merito ulteriore di far crescere la consapevolezza del gruppo in aspetti ancora non esplorati.

FC Torino v ACF Fiorentina - Serie A

Detto della difesa, il centrocampo ha dato una mano fondamentale in fase di copertura, costruendo una gabbia attorno agli uomini più pericolosi della Viola, ma ha ancora dimostrato di poter migliorare in fase di impostazione. Valdifiori, sempre più al centro del progetto granata, è stato prezioso in interdizione ma dà la sensazione di poter fare ancora qualcosa di più in fase di impostazione, rischiando forse qualcosa di più in determinati frangenti. L’attacco, infine, si è dimostrato una punta affilatissima capace di colpire chiunque, anche se sono mancate le connessioni che l’aperta difesa giallorossa aveva concesso una settimana fa. La pausa arriva certamente nel momento peggiore, quando – c’è da scommettersi – i granata avrebbero voluto scendere il prima possibile di nuovo in campo, tale è la carica ricevuta da queste due vittorie. Due vittorie diverse, ma ugualmente pesanti.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. lentini - 2 mesi fa

    grande partita con un difensore e un centrocampista come kessie siamo da scudetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy