Addio Ghiggia, simbolo del ‘Maracanazo’

Addio Ghiggia, simbolo del ‘Maracanazo’

Eroe dell’Uruguay campione nel 1950 si è spento nell’anniversario di quell’indimenticabile partita con il Brasile, decisa da un suo gol

Si è spento all’età di 88 anni Alcides Ghiggia, indimenticabile simbolo della Nazionale uruguagia che sconfisse il Brasile nell’atto finale del mondiale del 1950. Era il 16 luglio e ai brasiliani, grazie alla particolare formula del torneo, bastava un pari per aggiudicarsi quel mondiale organizzato in casa: l’Uruguay però, dopo essere passato in svantaggio, ribaltò la partita grazie proprio alle invenzioni di Ghiggia che prima propiziò il pareggio e poi realizzò il gol che fece ammutolire i 200 mila del Maracanà e piangere una nazione intera, regalando al suo paese la seconda Coppa del Mondo della sua storia.

Lo stesso giorno di 65 anni dopo il suo cuore ha cessato di battere; era rimasto l’ultimo giocatore in vita ad aver giocato quella storica partita. In Italia aveva giocato con la maglia di Roma e Milan vestendo anche, da oriundo, i colori della nazionale italiana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy