Assegni scoperti, Ciuccariello patteggia

Assegni scoperti, Ciuccariello patteggia

Denunciato perché staccava assegni in bianco mentre si lanciava all’acquisto del Torino FC, con tanto di stadio da 90mila posti (“oppure 70mila con i braccioli ai seggiolini”), Raffaele Ciuccariello ha oggi concluso almeno questa vicenda giudiziaria. La famiglia rimane sempre invischiata con la legge per altre storie, come la denuncia da parte di un gruppo di guardie giurate che erano state “reclutate” dal figlio Norbert per formare la milizia…

Denunciato perché staccava assegni in bianco mentre si lanciava all’acquisto del Torino FC, con tanto di stadio da 90mila posti (“oppure 70mila con i braccioli ai seggiolini”), Raffaele Ciuccariello ha oggi concluso almeno questa vicenda giudiziaria. La famiglia rimane sempre invischiata con la legge per altre storie, come la denuncia da parte di un gruppo di guardie giurate che erano state “reclutate” dal figlio Norbert per formare la milizia personale dei Savoia allorquando questi si apprestavano a rientrare in Italia.

Ma oggi, si diceva, Ciuccariello si é presentato nell’aula di tribunale, a Torino, dove lo attendeva la donna che l’aveva denunciato perché, all’atto di rilevare da lei il suo negozio di panettiera, il misterioso personaggio proveniente da Lucera non l’aveva pagata. E’ arrivato davanti alla signora con una borsa contenente 2500 euro in contanti, ha patteggiato, e ha così ottenuto dalla ex-panettiera il ritiro della denuncia: Mister X, cui é andata buca anche l’avventura politica montana a Bardonecchia, ha così chiuso la querelle (in realtà doveva 5200 euro), e può tornare ai suoi affari. Qualsiasi essi siano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy