Brasile, Daniel Freitas torturato e assassinato. Lyanco: “Riposa in pace”

Brasile, Daniel Freitas torturato e assassinato. Lyanco: “Riposa in pace”

L’ex centrocampista ha giocato insieme al difensore granata sia al San Paolo che al Botafogo, mistero sulla sua morte

di Marco De Rito, @marcoderito

Il calcio brasiliano scosso da un brutale, e misterioso, omicidio. Il corpo di Daniel Correa Freitas, secondo le informazioni diffuso al momento, è stato ritrovato privo di vita in una zona boschiva di São José dos Pinhais, nel Paranà. Il 24enne sarebbe stato torturato prima della morte: l’istituto di medicina legale ha reso noto che il decesso, avvenuto con ogni probabilità sabato, è stato causato da una serie di ferite d’arma bianca. Sul cadavere presenti numerose coltellate, tra cui un profondo taglio alla carotide. Dopo la morte, il giovane è stato anche evirato.

Il defunto era calciatore di proprietà del San Paolo ma da giugno giocava in prestito nel São Bento (serie B brasiliana). In prima divisione aveva vestito anche le maglie di Cruzeiro, Botafogo, Ponte Preta e Coriti. Sia con la maglia del Botafogo che con quella del San Paolo ha gicoato insieme al granata Lyanco. Attraverso Instagram  il granata ha espresso un messaggio di dolore per la morte dell’ex compagno: “Riposa in pace fratello mio”.  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy