Calciopoli, negato dal Tar il maxi risarcimento di 443 milioni alla Juventus

Calciopoli, negato dal Tar il maxi risarcimento di 443 milioni alla Juventus

Serie A / I bianconeri avevano richiesto un’enorme somma di denaro, ma la risposta del Tar è chiara: “no”

15 commenti

La Juventus aveva richiesto un maxi risarcimento per il danno che la società bianconera reputa aver subito in occasione degli Scudetti revocati e della retrocessione in Serie B a causa dell’affare “Calciopoli”: ben 443 milioni erano stati richiesti.

Ma il Tar del Lazio ha risposto con un secco “no”, aggiungendo inoltre: “Il Tar non può pronunciarsi se lo ha già fatto il collegio arbitrale respingendo il ricorso proposto dall’A.S. Juventus contro il Coni per ottenere il risarcimento del danno subito a seguito della revoca dello scudetto e conseguente retrocessione“.

La motivazione per la quale è stato negato questo risarcimento è stato spiegato dallo stesso ente: “Il Tar nega il risarcimento alla Juventus ritenendo che l’intera vicenda fosse già stata trattata in un precedente ricorso, presentato sempre dalla Juventus nel 2006, e poi abbandonato dalla società, che preferì ricorrere al lodo arbitrale da cui tuttavia uscì sconfitta“.

15 commenti

15 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. osvaldo - 7 mesi fa

    Io sono sempre dell’idea che dovevano essere RADIATI.
    Per le nefandezze fatte e per il fango butTato addosso allo sport più conosciuto e praticato al mondo.
    Bell’esempio che hanno dato. Sono molto deluso dai media li santificanao ore ed ore ogni giorno e la chiamano “La signora”. Signora di che? dei miei stivali!
    Al posto di andare a nascondersi hanno avuto anche il coraggio di richiedere un mega risarcimento al Coni (che avremmo dovuto pagare noi contribuenti!)
    SIN VERGUENZA!!!!!!!
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Akatoro - 7 mesi fa

    son proprio senza vergogna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ziocane66 - 7 mesi fa

    Ma come.. Aaaaa Lazio apre sempre er culo quanno gioca ca juventusse pè ringraziarla do scudetto der dumila e p’aveje sparmato i debbite e mò nun je da li sordi da retrocessione. Anfàmi ooh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FLAGHI - 7 mesi fa

    Queste merdacce rubano almeno dagli anni 70’…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FVCG'59 - 7 mesi fa

    Basta leggere queste dichiarazioni dell’avv.to difensore della merdentus durante il CdA della società per capire QUANTO ERANO INNOCENTI…

    TORINO, 26 ottobre 2006 – Infuocata assemblea del Cda della Juventus: Cobolli Gigli e Blanc sono stati attaccati dai piccoli azionisti per non aver difeso a sufficienza la Juve nella vicenda Calciocaos e anche l’avvocato Cesare Zaccone ha voluto rispondere a chi lo ha accusato di aver fatto poco per difendere i diritti della Juventus in sede di processo. “Qualcuno forse non ha capito la situazione in cui ci siamo trovati – ha detto -. Abbiamo dovuto leggere in 5 giorni un dossier di 7.500 pagine, con una serie di atti contro due dirigenti (Moggi e Giraudo, ndr) che rappresentavano la società. Invito tutti a leggere queste pagine, soprattutto le persone che santificano Moggi e Giraudo. Vi faccio presente che questi atti parlavano di cose irrispettose per quanto riguarda le regole del calcio e soprattutto parlavano di 4 episodi di illecito sportivo riguardanti 4 gare”.
    “Quindi la situazione era a dir poco drammatica – continua Zaccone – e, siccome il comportamento dei dirigenti ricade inevitabilmente sulla società, non c’era molto da fare. Noi avevamo addirittura due dirigenti colpevoli e quindi che cosa dovevamo fare secondo voi? O difendevamo i dirigenti oppure prendevamo le distanze da loro per cercare di far sopravvivere la Juve. Noi volevamo una giustizia equa, però, ve lo ripeto – rivolgendosi agli azionisti – i dati di fatto nei nostri confronti erano drammatici. Erano da serie C. Ci siamo permessi di chiedere una B senza penalizzazione perchè con i dati di fatto che avevamo sarebbe andata bene”.

    Non vi odierò mai abbastanza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. LucioR - 7 mesi fa

    Per le porcherie che hanno fatto meritavano la radiazione. L’hanno aggiustata “all’Italiana” degni dei peggior politici mafiosi di casa nostra…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawda - 7 mesi fa

    Premesso che la sentenza del Tar e’ di luglio e che adesso sono state depositate solamente le motivazioni e che era semplicemente folle la riciesta dell’ovino, io vorrei semplicemente ricordare le parole dell’avvocato Zaccone, difensore dei paracarri, al consiglio di amministrazione dei gobbi nel 2006: “La situazione era a dir poco drammatica e, siccome il comportamento dei dirigenti ricade inevitabilmente sulla societa’, non c’era molto da fare. Noi avevamo addirittura due dirigenti colpevoli e quindi che cosa dovevamo fare secondo voi? O difendevamo i dirigenti oppure prendevamo le distanze da loro per cercare di far sopravvivere la Juve. Abbiamo scelto la seconda strada. Noi volevamo una giustizia equa, pero’, ve lo ripeto – rivolgendosi agli azionisti – i dati di fatto nei nostri confronti erano drammatici. Erano da serie C, il che avrebbe significato la serranda per la Juventus. Ci siamo permessi di chiedere una B senza penalizzazione perche’ con i dati di fatto che avevamo sarebbe andata bene”. Questa non e’ la sentenza, queste sono le dichiarazione di chi li difendeva, purtroppo non fu serie C, come doveva essere, con il risultato che dopo poco si e’ ritornati esattamente al punto di partenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FVCG'59 - 7 mesi fa

      Confermo e ribadisco le dichiarazioni rilasciate dall’avvocato.to Zaccone:
      “Questi atti parlavano di cose irrispettose per quanto riguarda le regole del calcio e soprattutto parlavano di 4 episodi di illecito sportivo riguardanti 4 gare. I dati di fatto nei nostri confronti erano drammatici. Erano da serie C. Ci siamo permessi di chiedere una B senza penalizzazione perché con i dati di fatto che avevamo sarebbe andata bene”.

      Ma pagherete tutto, prima o poi: potrete anche vincere 10 scudetti di fila ma la gente che vi odierà sarà sempre maggiore di quella che vi ama (facile tifare merdentus ma per quale vero motivo?)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Frank Toro - 7 mesi fa

    Non a casa hanno la maglia col pigiama a strisce…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. sysma_558 - 7 mesi fa

    GODO GODO GODO……E ancora gli fanno passare liscia la storia del numero di scudetti sulla maglia…….LADRONI RUBENTINI.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. maxmurd - 7 mesi fa

    Ma razzo vogliono questi, invece di VERGOGNARSI per aver rubato uno scudetto, accertato per SENTENZA dei giudici (no per sentito dire eh!!), se lo appuntano lo stesso al petto e vogliono pure il risarcimento per cosa??

    Se io avessi un familiare ladro me ne vergognerei come un cane. Loro no, ne vanno orgogliosi.
    Bravissimi.
    Si confermano lo schifo che sono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Calogero - 7 mesi fa

      Cosa ci scandalizziamo a fare, del resto la Juventus rappresenta i poteri forti e come tali pensano di poter fare esattamente quello che vogliono tutto qui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Yuri - 7 mesi fa

    Dopo aver provato schifo e nausea sulla questione in oggetto, tiro un sospiro di sollievo. Ma che facce da culo, senza vergogna!.
    Al limite dell’inverosimile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Rocky toro - 7 mesi fa

    Ma come? Per quello cha hanno combinato se la sono cavata con poco, altro che serie b, in eccellenza dovevano finire!! E vogliono essere risarciti: ma li dessero loro 443 milioni alle altre società da loro gabbate in quegli anni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. osvaldo - 7 mesi fa

    Questa società voleva un mega-risarcimento per…il danno arrecato al gioco del calcio e alla sua credibilità. Avrebbe meritata la RADIAZIONE!altro che mega-risarcimento.
    Sin verguenza!!!
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy