Calciopoli, prescritti Giraudo e Moggi in Cassazione

Calciopoli, prescritti Giraudo e Moggi in Cassazione

Il processo Calciopoli arriva alla fine: i due ex dirigenti juventini non sono stati condannati perchè i reati sono caduti in prescrizione ma il reato sussiste

 

Associazione a delinquere e frode sportiva. Di questo erano accusati Moggi e Giraudo nell’ultimo atto del processo del più grande scandalo del calcio italiano, Calciopoli. Nessuna condanna per entrambi in quanto i reati ormai erano prescritti. Stessa sorte è toccata ad altri 33 imputati. L’unico a cui è stata cominata una condanna è stato l’arbitro De Santis , 1 anno ma la pena è stata sospesa. Bisogna sottolineare che non si tratta di un’assoluzione: ad entrambi i dirigenti è stato riconosciuto il reato ma la prescrizione ha evitato altre condanne. 

Nonostante il procedimento sia stato lungo tutta la vicenda si è svolta nella più totale indifferenza, in un’atmosfera quasi surreale. Questo è il segno che ormai tutti si sono dimenticati di questa vicenda che invece servirebbe da monito e lezione per non ripetere simili atrocità nei confronti dello sport più bello del mondo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy