Calcioscommesse, la Procura di Cremona indaga 130 persone tra cui Colantuono e Conte

Calcioscommesse, la Procura di Cremona indaga 130 persone tra cui Colantuono e Conte

Anche l’allenatore dell’Atalanta tra gli indagati del pm De Martino

Continuano ad essere scritti nuovi capitoli nella triste storia del calcioscommese nel nostro paese: la procura di Cremona ha infatti notificato l’avviso di chiusura della indagini per 130 indagati nell’ambito dell’inchiesta sulle partite comprate e vendute, iniziata quattro anni fa. Questo avviso prelude alla richiesta di rinvio a giudizio. Gli indagati sono calciatori, ex calciatori e dirigenti. Tra questi alcuni nomi sono notissimi alla cronaca sportiva: Antonio Conte, attuale Ct della Nazionale e all’epoca dell’inchiesta allenatore del Siena, è indagato per frode sportiva; Stefano Colantuono, attuale allenatore dell’Atalanta, è accusato di aver concordato l’esito ‘Over’ per la sfida tra Crotone e Atalanta (partita terminata poi 2-2) insieme al d.s. Zamagna e insieme ai calciatori Doni, Santon e Concetti, portiere del Crotone. Situazione complicata anche per Sergio Pellissier, accusato di aver truccato gli esiti di diverse partite del Chievo dal 2009 al 2011, tra cui anche un Inter-Chievo 4-3 del 9 maggio 2010. Contestati di associazione a delinquere dal pm De Martino sono anche il capitano della Lazio Stefano Mauri, l’ex capitano dell’Atalanta Cristiano Doni e l’ex attaccante della Nazionale Beppe Signori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy