Catania, accusa di frode sportiva

Catania, accusa di frode sportiva

Agli arresti domiciliari Pulvirenti, Cosentino e Delli Carri

Sono state emesse a Catania sette ordinanze di custodia cautelare nei confronti di alcuni dirigenti del Catania Calcio, che secondo l’accusa sarebbero colpevoli di frode sportiva relativamente ad alcune partite del campionato di Serie B appena terminato.

Sono finiti agli arresti domiciliari il presidente del club, Antonio Pulvirenti, l’amministratore delegato Pablo Cosentino e il direttore generale Daniele Delli Carri (in passato calciatore del Torino). Con loro sono stati arrestati anche alcuni procuratori e messi sotto accusa alcuni agenti di scommesse. Vedremo quali saranno i prossimi sviluppi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy