Croazia – Italia 1-1, bene Darmian: “Il salto in un top club? Dovesse succedere, mi metterei a disposizione”

Croazia – Italia 1-1, bene Darmian: “Il salto in un top club? Dovesse succedere, mi metterei a disposizione”

Croazia – Italia 1-1 / Il laterale gioca a sinistra e cresce alla distanza. Panchina per Moretti e Padelli

 

Croazia – Italia si è conclusa sull’1-1. Gli azzurri conquistano un punto prezioso e restano secondi, al termine della partita più difficile del girone di qualificazione a Euro 2016. Le reti portano la firma di Mandzukic e Candreva su rigore. Da segnalare il rigore parato al centravanti croato da Buffon e una rete regolare annullata ad El Sharaawy, dalla cui ripresa del gioco è nato il vantaggio croato.

Matteo Darmian ha giocato novanta minuti come terzino sinistro della difesa a quattro di Conte. Il laterale del Torino ha avuto un inizio con qualche difficoltà, con la Croazia che attaccava molto dalla sua parte; col passare dei minuti ha preso le misure agli avversari e ha sbagliato poco o nulla, avanzando molto, a tratti, il suo raggio di azione.

Panchina, invece (come previsto) per Emiliano Moretti e Daniele Padelli. A subentrare all’acciaccato Buffon è stato Sirigu, il secondo portiere. Per i due granata potrebbe esserci spazio nell’amichevole contro il Portogallo, in programma per il 16 giugno, l’ultima partita prima della fine ufficiale della stagione calcistica.

Al termine della partita, il laterale ha anche parlato ai microfoni Rai: “Non era facile reagire: siamo passati in un secondo dall’essere avanti all’essere sotto. Siamo stati bravi a non disunirci e a riagguantare una squadra solida come la Croazia. Abbiamo grande disponibilità verso mister Conte, cerchiamo di mettere in campo quello che ci dice. Sul gol di El Sharaawy eravamo già tutti ad esultare, loro son stati furbi a battere velocemente”

“Osservatori del Bayern Monaco in tribuna? Non lo so sinceramente. Oggi contava solo fare una buona prestazione per l’Italia. Se sto imparando il tedesco? No… Certo, l’interesse di un grande club non può che farmi piacere. Se mi sento pronto? Se dovesse succedere, come sempre, mi metteri a disposizione cercando di dimostrare il mio valore. Lavoro sempre con tanta umiltà e cerco di migliorarmi giorno dopo giorno. E’ quello che occorre fare se si vuole arrivare in alto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy